Vis Sezze-Compagnia Portuale, la cronaca del match e le parole dei due tecnici

Andrea Dirix 28 marzo 2019 Commenti disabilitati su Vis Sezze-Compagnia Portuale, la cronaca del match e le parole dei due tecnici
Vis Sezze-Compagnia Portuale, la cronaca del match e le parole dei due tecnici

A cura di Giorgio Attolico

VIS SEZZE-COMPAGNIA PORTUALE 1-6

 

 

 

Vis Sezze: Paccariè, Caschera, Dell’Aguzzo (69’Micheli), Formato, Dall’Armi (51’Carlini), Bucciarelli, Berisha (56’Severa), Drogheo, Fiorini, Antonucci (80’Martelletta), Piccaro (82’Baicu). A disp.:Ceci, Sperduti, Marchionne, Sampaolo. All.:Catanzani.

Compagnia Portuale: Pancotto, Funari, Gallo, Bevilacqua, Gimmelli, Serpieri (81’Trellarichi), Tabarini (80’Di Domenico), Le Rose, Spanò (72’Converso), Ruggiero (73’Serafini), Delogu (65’Freuli). A disp.:Nunziata, Poggi, Cinque, Mattia. All.:Caputo.

Arbitro: Mattacola di Frosinone.

Ass.arb.li: Aceti di Cassino e Brizzi di Aprilia.

Reti:  9’ e 70’ su rigore Tabarini (CP), 18’Spanò (CP), 22’Ruggiero (CP), 32’aut.Formato (CP), 56’Carlini (VS), 75’Funari (CP).

Note: Espulso al 68’ Pacariè (VS) per fallo da ultimo uomo su Ruggiero (CP).

Ammoniti:Dell’Aguzzo (VS), Dall’Armi (VS), Bucciarelli (VS), Berisha (VS), Gimmelli (CP), Serpieri (CP). Calci d’angolo:3-2 per la Compagnia Portuale.

Recupero:3’pt e 4’st. Giornata di sole, temperatura mite.

 

 

La Compagnia ipoteca la qualificazione alla finale di Coppa Italia imponendosi per 6-1 al Tasciotti sulla Vis Sezze che è stata totalmente incapace di reagire alla grande prova di forza fornita dalla squadra di Caputo.

La partita è molto vivace fin dall’inizio.

Ad inizio gara, gli ospiti vanno vicinissimo al goal dopo appena cinque minuti: sul cross dal versante destro di Tabarini, tra i migliori in campo con Bevilacqua, Ruggiero, Delogu e Funari, Delogu svetta di testa debolmente sul secondo palo da corta distanza consentendo a Formato di allontanare il pallone.

Quattro minuti dopo, i pontini rispondono: sugli sviluppi di un calcio di punizione dalle retrovie di Dall’Armi, Fiorini conclude a rete da posizione defilata sulla destra ma il pallone finisce sull’esterno della rete alla sinistra di Pancotto.

Pochi istanti dopo, la Compagnia Portuale passa in vantaggio: sul calcio di punizione di Capitan Bevilacqua, Tabarini, dopo aver vinto un rimpallo sulla trequarti, s’invola ed infila sull’uscita di Pagotto.

La squadra di Caputo, in vantaggio di un goal, trova immediatamente il raddoppio quattro minuti dopo: Tabarini, il “man of the match” nonché autore di una doppietta, effettya un assist dalla destra per il colpo di testa di controbalzo di Spanò, indisturbato, che termina in rete all’angolino alla destra del portiere dei pontini.

Sotto di due reti, i padroni di casa sono un po’ frastornati e quattro minuti dopo, al Compagnia Portuale fa tris : Delogu serve in profondità Ruggiero che evita in uscita Paccariè sulla sinistra e deposita in rete a porta vuota da posizione defilata nonostante il tentativo disperato di Dell’Aguzzo che non riesce a rinviare il pallone che termina in rete.

Poco dopo, gli ospiti si rendono pericolosi con un rasoterra dal limite dell’area di Ruggiero, che dopo aver intercettato un disimpegno di Dall’Armi, conclude a rete ma Paccariè blocca il pallone alla sua destra.

E’ un monologo della Compagnia Portuale che va vicinoal quarto goal al 31’: Tabarini triangola molto bene Ruggiero e conclude a rete ma il portiere della Vis Sezze devìa in angolo alla sua sinistra.

E’ notte fonda per i pontini che subiscono il     poker  poco dopo: sugli sviluppi di un angolo dal versante destro, Funari tocca per Bevilacqua che effettua un cross che viene intercettato da Formato che inganna Paccariè con il pallone che finisce inesorabilmente in rete alla sua destra.

Al 37’, la squadra di Catanzani si fa vedere con un calcio di punzione dal limite dell’area di Dall’Armi che finisce sull’esterno della rete alla destra di Pancotto e prima dell’intervallo, la squadra di Pancotto va vicino alla cinquina: Gimmelli serve Tabarini che conclude in corsa ma non ha fortuna dato che il suo tiro si stampa sul palo alla sinistra di Paccariè.

Nella ripresa, la Vis Sezze, nonostante il punteggio, entra in campo più determinata ed al 4’, va molto vicino al goal con Fiorini ma la sua conclusione viene intercettata da Pancotto con il pallone che termina sui piedi di Antonucci che tira a botta sicura     ma Gimmelli salva a porta vuota.

Due minuti dopo, primo cambio per Catanzani con Carlini per Formato nell’intento ditrovare più freschezza in fase offensiva.

I biancoazzurri sono micidiali nelle ripartenze e due minuti dopo, vanno vicinissimo al quinto goal: Tabarini s’invola sulla destra e serve Ruggiero ma il suo tap-in , all’altezza dell’area piccola, termina alto.

All’11’, seconda sostituzione per la Vis Sezze con Severa al posto di Berisha con l’obiettivo di trovare più freschezza a centrocampo.

Sette minuti dopo, al Vis Sezze riduce le distanze con uno splendido calcio di punizione di Carlini, tra i migliori dei pontini, che finisce in rete nel sette  alla destra di Pancotto.

Sul 4-1, i biancorossi premono ma sette minuti dopo, la squadra di Caputo si rende pericolosa con una conclusione di Gallo dalla sinistra che trova pronto Paccariè che sventa la minaccia.

Al 23’, il discorso-qualificazione si chiude definitivamente dato che il direttore di gara Mattacola di Frosinone concede un calcio di rigore alla Compagnia Portuale per un fallo di Paccariè su Ruggiero con la conseguente espulsione, un po’ eccessiva del portiere locale.

Catanzani manda in campo Micheli al posto di Dell’Aguzzo ma non riesce ad evitare la rete dal dischetto di Tabarini che insacca all’angolino basso alla sua destra dopo una rincorsa al limite con una serie di finte.

Sul 5-1 per la Compagnia Portuale ed in superiorità numerica, la gara scivola via verso l’epilogo ed alla mezz’ora, c’è il sesto goal della Compagnia Portuale con Funari che infila corta distanza al termine di un’azione convulsa nonostante le giuste proteste dei biancorossi che contestano il fatto che Severa e Piccaro erano a terra in area di rigore ma il direttore di gara è irremovibile e convalida il goal.

Sul 6-1, la Vis Sezze ha un sussulto e prima dell’epilogo, al 44’, sul calcio di punzione di Martelletta, subentrato da poco ad Antonucci, Formato colpisce di testa all’altezza dell’area piccola ma il pallone finisce alto.

Al triplice fischio di Mattacola, dopo quattro minuti di  extra- time, grande festa per la Compagnia Portuale che ha messo una serie ipoteca sulla qualificazione alla finale di Coppa Italia in attesa della gara di ritorno, in programma  il 24 aprile, mentre è stata una giornata da dimenticare per la Vis Sezze.

Ora per entrambe le squadre, scatta il rush finale in campionato per cercare di arrivare in Eccellenza.

La squadra di Catanzani, capoclassifica del raggruppamento ha dei numeri da primato mentre per il team  di Caputo, oltre alla Coppa Italia, il discorso-promozione  può arrivare quanto meno con la qualificazione ai play-off.

 

 

LE PAROLE DEI DUE ALLENATORI

Flavio Catanzani (all.Compagnia Portuale):        “Non voglio fare confronti con gli altri raggruppamenti ma devo dire, al di là dei grandi meriti della Compagnia Portuale, che il risultato non rispecchia i valori in campo. Tutto però si è deciso nel primo tempo in cui hanno giocato molto bene. Ora dobbiamo pensare al campionato a partire dalla sfida casalinga con l’Atletico Torrenova, che al di là della classifica, non regalerà niente dato che affronterà la capolista mentre andremo a giocarci la gara di ritorno che è in programma tra un mese. Vogliamo andare a ribaltare il risultato e passerà molto tempo prima di questa sfida.  Stiamo facendo un ottimo percorso, con dei numero da primato, con l’obiettivo di vincere il campionato. Vogliamo arrivare in Eccellenza sia direttamente che tramite i play-off …”

Paolo Caputo (all.Compagnia Portuale): “Non voglio fare nessun tipo di confronto tra i vari gironi. Voglio sottolineare il fatto che abbiamo fatto una partita perfetta contro un’ottima squadra come la Vis Sezze che sta disputando un grande campionato. Ora dobbiamo subito pensare alla scontro diretto in trasferta di domenica contro la Polisportiva Monti Cimini che sarà molto importante cercando di fare la nostra partita. La Corneto Tarquinia merita di essere prima in un campionato molto duro dato che siamo terzi in classifica a quota sessantacinque punti tenendo presente che negli altri raggruppamenti, la capolista ha meno punti di noi. Siamo molto soddisfatti del risultato odierno ma la qualificazione si deciderà nella gara di ritorno il 24 aprile a Civitavecchia che non dovremo sottovalutare. Il nostro obiettivo è quello di arrivare in Eccellenza attraverso due strade : campionato e Coppa Italia…”.

 

 

 

 

banner apple