Villalba Ocres Moca, Fagioli mette la firma su un buon pari a Ciampino

Andrea Dirix 10 settembre 2018 Commenti disabilitati su Villalba Ocres Moca, Fagioli mette la firma su un buon pari a Ciampino
Villalba Ocres Moca, Fagioli mette la firma su un buon pari a Ciampino

Arriva un pareggio dalla trasferta allo stadio Fuso dell’Almas, per il Villalba Ocres Moca 1952 dei presidenti Scrocca e D’Autilia.

Gara tutto sommato equilibrata, con la prima frazione appannaggio dei padroni di casa e reazione ospite nella ripresa.

Scarso lo spettacolo ma viva la gara per tutti i novanta e più minuti di gioco.

Passano in vantaggio i biancoverdi romani nel primo tempo grazie al calcio di rigore trasformato da capitan Valentini, mentre nella ripresa arriva il gol ospite, l’autore è Fagioli, tra i migliori in campo e già vicino alla marcatura contro l’Atletico Vescovio domenica scorsa.

Soddisfatto ma non troppo il mister tiburtino Mauro Ferranti, che dai suoi pretende molto di più, sia in termini di impegno che di tempi di gioco.

Troppo blando l’approccio alla gara dei ragazzi tiburtini, abilissimi di contro a reagire in maniera feroce e determinata nella ripresa.

“Peccati di gioventù”, ha evidenziato qualche addetto ai lavori, sottolineando come il Villalba sia una delle compagini più giovani di tutta l’Eccellenza laziale, se non quella più giovane.

Ma la linea verde consente di investire sul futuro, e se è pur vero che la squadra produce più di quanto non raccolga, è altrettanto certo che con il passare del tempo e delle gare, Prioteasa, Libertini, Fagioli e compagni, troveranno una intesa sempre migliore.

È quello che si aspettano la dirigenza, i presidenti, l’allenatore e la tifoseria di un Villalba senza timori reverenziali nei confronti della categoria top del calcio laziale.

Soprattutto i supporters biancorossoblu sono entusiasti dell’esordio in Eccellenza, con quattro punti in due gare, frutto di una vittoria e un pareggio in trasferta che fanno ben sperare.

Per ora, a parte l’Astrea, non ci sono padroni nel girone.

Occorre essere realisti, ma nulla vieta di alzare l’asticella dei sogni, e gettare cuore e speranze oltre l’ostacolo.

I tifosi già lo hanno fatto, ora sta ai giocatori in campo costruire un altro miracolo sportivo.

 

(Ufficio Stampa Villalba Ocres Moca)

 

 

banner lancio sport in oro