Vigor Perconti-Pro Calcio Tor Sapienza, la cronaca del match e le parole dei due mister

Andrea Dirix 11 aprile 2019 Commenti disabilitati su Vigor Perconti-Pro Calcio Tor Sapienza, la cronaca del match e le parole dei due mister
Vigor Perconti-Pro Calcio Tor Sapienza, la cronaca del match e le parole dei due mister

A cura di Giorgio Attolico

VIGOR PERCONTI-TOR SAPIENZA 0-0

 

 

Vigor Perconti: Trinchera, Pastorelli, Dovidio, La Posta, Carnevali, Di Paolo, Arduini (56’Finucci), Bellardini, Barbarella (72’Rossi), Igliozzi (93’Camara), Pagni (83’Teti). A disp.:Alessandrini, Caccia, Pellutri, Mannarelli, Ippoliti. All.:Bellinati.

Pro Calcio Tor Sapienza: De Angelis, Stramenga (46’Montesi), Marini, D’Astolfo (21’D’Ignazio), Santori, Minelli (79’Graziani), Panella (89’Maione), Marra, Camilli (66’Di Giovanni), Della Penna, Ruggiero. A disp.:Mattia, Marzulli, Procaccianti, Sarmiento. All.:Anselmi.

Arbitro: Campazzo di Genova.

Ass.arb.li: Serra di Tivoli e Di Bella di Ostia Lido.

Note:  Ammoniti:Carnevali (VP), Arduini (VP), Della Penna (TS), e D’Ignazio (TS). Calci d’angolo:4-3 per la Vigor Perconti. Recupero:1’pt e 6’st. Cielo velato, temperatura gradevole.

Pari scialbo al Vigor Sporting Center nel derby romano tra Vigor Perconti e Pro Calcio Tor Sapienza nel turno infrasettimanale dopo una gara molto combattuta ed intensa ed alla fine, il risultato ha accontentato entrambe le squadre.

Nella prima frazione di gioco, la squadra di Bellinati è molto aggressiva e non lascia tanti spazi ai gialloverdi.

Le due squadre lottano molto a centrocampo e non accade niente di rilevante fino al 21’ quando Anselmi è già costretto ad effettuare una sostituzione a causa dell’infortunio di D’Astolfo che viene rilevato da sostituito da D’Ignazio.

Tre minuti dopo, la Vigor Perconti è molto pericolosa in due occasioni: prima con una bella conclusione di Dovidio che conclude a rete dopo un bel numero dal limite dell’area ma De Angelis si supera deviando in angolo alla sua destra e sul conseguente tiro dalla bandierina dal versante sinistro battuto da Capitan Carnevali, Barbarella, indisturbato, svetta tutto solo a centro area, all’altezza dell’area piccola, ma non inquadra la porta con il pallone che finisce incredibilmente alto ed il Tor Sapienza si salva…

Nel finale di tempo, gli ospiti si fanno vedere per la prima volta dalle parti di Trinchera: sul cross dalla sinistra di Ruggiero, D’Ignazio colpisce di testa da buona posizione ma il pallone termina alto di poco e prima dell’intervallo, il team di Bellinati è pericolosissimo con Barbarella che si gira bene e conclude a rete ma De Angelis, tra i migliori degli ospiti con Panella, compie un miracolo deviando in angolo alla sua destra il pallone destinato all’incrocio dei pali.

Ad inizio ripresa, Anselmi manda in campo Montesi al posto di Stramenga con l’obiettivo di trovare più vivacità in fase offensiva.

Il copione della partita non cambia con entrambe le squadre che sono molto attente in difesa chiudendo bene tutti gli spazi.

All’11’, primo cambio per Bellinati con Finucci al posto di Arduini nell’intento di trovare più incisività in attacco.

Dieci minuti dopo, seconda sostituzione per il Tor Sapienza con Di Giovanni al posto di Camilli cercando più freschezza in attacco.

Al 23’, i padroni di casa si fanno vedere con un tiro-cross   dalla sinistra di Dovidio, tra i migliori dei locali con Finucci e Carnevali, ma De Angelis è attento e si rifugia in angolo alla sua destra.

Cinque minuti dopo, i gialloverdi si fanno vedere con una conclusione insidiosa di Igliozzi dal limite dell’area ma il portiere dei gialloverdi fa buona guardia e blocca il pallone.

L’ultimo sussulto di una gara un po’ noiosa lo regala il Tor Sapienza, al 34’, con una conclusione di Panella da posizione defilata dal versante destro ma Trinchera è attento e non si fa sorprendere.

La partita scivola via verso l’epilogo con diversi giocatori alle prese con i crampi e con il risultato che accontenta entrambe le compagini, decisamente stanche.

Al triplice fischio di Campazzo di Genova, buona la sua direzione, il Tor Sapienza al sesto risultato utile consecutivo, allunga in classifica sull’Arce a tre turni dalla fine e continua la sua marcia verso la serie D mentre la Vigor Perconti ottiene un punto importante dopo il pari molto amaro  ottenuto al Vittiglio  domenica scorsa contro il fanalino di coda Pro Roma.

Ora, dopo la sosta pasquale, la squadra di Bellinati, a secco  di vittorie da quattro partite, è ancora in corsa, a duecentosettanta minuti dalla fine del campionato sia a trovare la salvezza diretta oppure a cercare il posto migliore nella griglia dei           play-out

 

.

IL DOPO PARTITA DEL VIGOR SPORTING CENTER CON I DUE ALLENATORI

 

 

Francesco Bellinati (all.Vigor Perconti): “Sono molto soddisfatto della nostra prestazione dato che abbiamo messo in difficoltà la capolista, soprattutto nel primo tempo.

Tutte e due le squadre hanno cercato di vincere ma alla fine eravamo entrambe molto stanche.

Devo dire che             ai punti  avremmo vinto noi dato che De Angelis ha fatto grandi interventi.

Abbiamo fatto senz’altro un passo avanti giocando con personalità rispetto alla gara di domenica scorsa giocata contro la Pro Roma in cui non siamo stati molto brillanti.

Ora arriva la sosta e poi parte la volata – salvezza.

Affronteremo prima l’Ottavia al Di Marco e sarà un vero e proprio scontro diretto.

Successivamente, avremo di fronte Latina Scalo Sermoneta ed Arce.

Avremo ben due scontri diretti, nelle ultime tre partite, che non dovremo fallire sperando di recuperare qualche giocatore.

Voglio ricordare il fatto che siamo una matricola ma faremo di tutto per salvarci direttamente…”

Fabrizio Anselmi (all.Tor Sapienza): “Volevamo fare la partita ma non siamo stati tonici dato che eravamo un po’ stanchi dopo la gara di domenica.

Faccio i complimenti alla Vigor Perconti, che ci ha messo in difficoltà essendo ben disposta in campo.

E’ vero che il turno infrasettimanale ha un po’ frenato i ritmi ma entrambe le squadre non volevano perdere.

Alla fine, siamo soddisfatti di questo risultato nella speranza di recuperare, dopo la sosta, tutti i giocatori infortunati a cominciare dalla partita contro l’Itri che è la squadra più in forma del campionato.

Dal 28 aprile, saremo chiamati ad affrontare tre battaglie che decideranno il nostro futuro…”.

 

 

 

 

banner apple