U15 – Vigor Perconti, Delle Fratte: “Siamo pronti per la finale, questi ragazzi meritano di festeggiare a prescindere dal risultato”

Carlo Edoardo Canepone 26 Giugno 2022 Commenti disabilitati su U15 – Vigor Perconti, Delle Fratte: “Siamo pronti per la finale, questi ragazzi meritano di festeggiare a prescindere dal risultato”
U15 – Vigor Perconti, Delle Fratte: “Siamo pronti per la finale, questi ragazzi meritano di festeggiare a prescindere dal risultato”

A cura di Carlo Edoardo Canepone

E’ la vigilia della finale nazionale della categoria Under 15, i ragazzi della Vigor Perconti si preparano ad affrontare i toscani del Tau Altopascio in una gara che a prescindere da tutto verrà ricordata per sempre dai loro protagonisti. Uno di questi è certamente il tecnico blaugrana Matteo Delle Fratte, che, intercettato in viaggio sul pullman di squadra, è stato gentilissimo nel rispondere alle nostre curiosità.

“Allora mister, domani si gioca la finale. Come hai visto i tuoi ragazzi? Sono carichi?”

“Oggi abbiamo fatto una rifinitura e ora siamo in viaggio da 10 minuti. Loro stanno bene e li ho visti belli carichi, speriamo anche di recuperare qualcuno che non c’era con noi a Palermo per degli acciacchi e più in generale di recuperare anche la condizione fisica di altri, ma noi siamo pronti!”

“Su quale aspetto ti sei concentrato di più per preparare questa finale? Tecnico, fisico, mentale…”

“Guarda in realtà per questa partita abbiamo lavorato a 360° su ogni aspetto. Va detto che nella fase nazionale, rispetto a quella regionale, bisogna concentrarsi anche su altri aspetti rispetto ai soliti, perché ad esempio quando siamo andati a giocare fuori ho dovuto lavorare tanto sul punto di vista mentale perché andavamo a giocare in stadi importanti, caldi, dove l’ambiente poteva fare la differenza. Per domani invece abbiamo lavorato in maniera totale. Giocheremo contro il Tau Altopascio che è un po’ la Vigor Perconti della Toscana, una squadra allenata da un tecnico molto preparato e sarà una vera partita di calcio in uno stadio come quello di Matelica che è bellissimo. Bisogna stare sul pezzo a livello fisico, mentale ma anche a livello tecnico”

“Quali differenze hai riscontrato tra il calcio laziale e quello delle altre regioni? Il Lazio è davvero avanti alle altre per qualità?”

“Dire che nel Lazio ci sono i migliori calciatori è un modo banale di vedere la cosa. Si dice che le squadre laziali sono le più forti per antonomasia, ma dipende tutto dal fatto che noi abbiamo un bacino di utenza più ampio. Per esempio, se oggi al nostro posto ci fosse la Nuova Tor Tre Teste, l’Urbetevere, il Grifone e così via, sarebbe più o meno la stessa cosa. Nelle altre regioni magari sono sempre le stesse due/tre ad arrivare fino in fondo. Questo però non significa che noi siamo più forti perché magari nel Tau giocano i 20 ragazzi più forti della Toscana e saranno una squadra fortissima”

“Hai fatto qualche scommessa con i ragazzi? Qualcuno si tingerà i capelli?”

“No, zero! Neanche se mi ammazzano! Faccio della scaramanzia il mio punto cardine. Quello che posso dire è che noi a prescindere dal risultato finale di domani, festeggeremo. Perché questi ragazzi per tutto il percorso che hanno fatto meritano di festeggiare. Essere qui è una grande emozione, ce la siamo meritata e chiaramente non arriviamo per partecipare, partecipiamo per vincere”

“Domani prima di voi sarà di scena un’altra laziale, la Lodigiani per la finale U17. Vuoi mandare un in bocca al lupo ad Albino Isabella e ai biancorossi?”

“Certo! Ho stima di Isabella anche se non lo conosco molto. Mi piacciono le sue squadre per come giocano e mi auguro possano far bene. Vincere domani sarebbe importante per tutto il movimento del calcio laziale. In bocca al lupo alla Lodigiani!”