Il Trastevere è un rullo compressore: SFF Atletico schiantato 4-0 e primo posto sempre più solido

Riccardo Selvi 8 dicembre 2018 Commenti disabilitati su Il Trastevere è un rullo compressore: SFF Atletico schiantato 4-0 e primo posto sempre più solido
Il Trastevere è un rullo compressore: SFF Atletico schiantato 4-0 e primo posto sempre più solido

Al Trastevere Stadium il Trastevere capolista reduce dal roboante successo per 4-1 sul campo dell’Avellino, ospita l’SFF Atletico che non vince in trasferta dalla prima giornata al Francioni di Latina.

Perrotti deve fare a meno dell’acciaccato Locci dal primo minuto ma conferma il consueto 4-3-3 con Ilari Lorusso a sostegno di Tajarol, mentre Scudieri dall’altra parte risponde con il tridente formato da Tortolano, Nanni D’Andrea per sfatare il tabù esterno.

Pronti, via, gli ospiti hanno subito l’opportunità di sbloccare il punteggio dopo 5′, con il calcio di rigore concesso da Tchato per fallo in mischia di Lucchese su Espositodal dischetto va lo specialista Tortolano che però non angola troppa la conclusione e consente a Caruso di respingere.

L’undici di Fregene è messo meglio in campo e gioca una gran prima parte di primo tempo. Al 10′ Nanni sfonda sulla destra e calcia col sinistro da posizione defilata, trovando la pronta respinta di Caruso con i piedi, poi lo stesso numero 10 pennella un bel traversone per Rizzi 4′ più tardi, ma la mira dell’esterno destro non è precisa.

Il Trastevere si vede per la prima volta dalle parti di Macci intorno al 20′ con la conclusione deviata di Lorusso che termina fuori di poco e il tiro da fuori di Ilari che non ha miglior sorte un minuto più tardi, poi al 27′ la squadra del Rione passa: Pompei con un retropassaggio corto costringe Macci al fallo da rigore su Ilari; dagli undici metri Lorusso non sbaglia e nonostante il tocco del portiere ospite fa 1-0.

L’Atletico accusa il colpo e al 34′ rischia di capitolare per la seconda volta con uno svarione difensivo che consente a Tajarol di presentarsi tutto solo davanti a Macci, ma questa volta il numero 12 è bravissimo a chiudere la porta in faccia all’attaccante amaranto.

Le squadre sembrano accontentarsi di andare al riposo sull’1-0, ma a un minuto dal duplice fischio Ilari trova il punto del raddoppio con un sinistro precisissimo che trafigge Macci su cross dalla sinistra di Lorusso, che mette a nudo tutti i limiti difensivi della squadra ospite e al 45′ il punteggio vede il Trastevere avanti per 2-0.

Nella ripresa l’Atletico non riesce a reagire e il Trastevere dopo la parata di Macci su deviazione volante di Vendetti, trova il gol del 3-0 con la punizione di Lorusso che sbatte sul palo e poi sulla schiena del portiere ospite prima di insaccarsi in rete e chiudere di fatto il conto.

La squadra del litorale non ci crede più e al 61′ si trova addirittura sotto per 4-0 a causa del gol siglato da Tajarol su angolo di Lorusso, con Macci questa volta più che responsabile.

Nonostante il risultato ormai in cassaforte, i padroni di casa rimangono inaspettatamente in 10 per via dell’espulsione comminata a Barbarossa, il quale già ammonito cerca di procurarsi un calcio di rigore ma rimedia soltanto un’ingenua espulsione per doppio giallo, che lo costringerà a saltare la trasferta di Lanusei di mercoledì.

Gli ospiti a questo punto provano a rendere meno amaro il passivo, ma non è proprio giornata e dopo il colpo di testa di Tornatore ben parato da Caruso, Nanni colpisce una clamorosa traversa con un pallonetto dolcissimo che avrebbe meritato certamente miglior fortuna a Caruso battuto.

Nel finale il Trastevere ha due occasioni per il pokerissimo con i tentativi di Bergamini Cardillo entrambi fuori bersaglio, poi Tchato fischia per tre volte e allo Stadium è festa grande per gli amaranto.

Vittoria netta per i ragazzi di Perrotti, che salgono così a quota 35 in classifica e sono sempre più soli al primo posto a +3 dal Lanusei secondo. Sconfitta pesante invece per l’SFF Atletico che nonostante un’ottima prima metà di primo tempo perde ancora in trasferta e rimane fermo a 24 punti.

Banner-trasmissione-Sport-In-Oro-2018-19