Il Trastevere non sbaglia nel recupero della 14ª: Anagni liquidato 3-0 e Lanusei riagganciato in vetta

Riccardo Selvi 30 dicembre 2018 Commenti disabilitati su Il Trastevere non sbaglia nel recupero della 14ª: Anagni liquidato 3-0 e Lanusei riagganciato in vetta
Il Trastevere non sbaglia nel recupero della 14ª: Anagni liquidato 3-0 e Lanusei riagganciato in vetta

Nel recupero della 14esima giornata del Girone G, il Trastevere, reduce dal ko esterno sul campo del Latte Dolce, ospita il Città di Anagni che non perde dal 28 ottobre, dallo 0-3 col Monterosi.

Nei padroni di casa Perrotti, senza capitan Sfanò squalificato, lascia in panchina Sannipoli, Ilari e Panico, e getta nella mischia dal 1′ Bergamini e Cardillo, con quest’ultimo al fianco di Tajarol e Lorusso nel consueto 4-3-3, mentre Liberati dalla parte opposta si schiera con un abbottonato 4-4-2 con Pagliarini a supporto di Flamini.

Come da copione è la squadra di casa a fare la partita, costringendo sin dalle prime battute gli ospiti nella propria metà campo. Dopo 5’ ci prova subito Tajarol, che ben imbeccato in area  da Capodaglio chiama alla prima respinta Di Piero da posizione defilata. Al 12’ è il turno di Cardillo, il quale servito con un bel cross teso da Lorusso impatta bene di testa da due passi, ma trova sulla sua strada un prodigioso Di Piero che devia in angolo. Il monologo bianco-amaranto prosegue con le conclusioni dalla distanza di Bergamini (vicina all’incrocio) e di Lorusso (punizione sotto la traversa parata da Di Piero), ma il fortino bincorosso regge. Al 20′ l’occasione più grande per la squadra del rione capita sui piedi di Donati che conclude da posizione favorevole in mischia ma esalta ancora una volta lo strepitoso riflesso di Di Piero, monumentale a tenere a galla i suoi.

Il Città di Anagni nel primo tempo è tutto in una punizione dell’ex di turno Pagliarini fuori bersaglio, poi al 39’ il Trastevere passa: angolo dalla destra di Capodaglio, testa di Tajarol e 1-0 meritato allo scadere di un primo tempo dominato in lungo e in largo, che permane fino al duplice fischio.

Nella ripresa  il Trastevere parte col piede sull’acceleratore e al 52′ raddoppia grazie alla personalissima doppietta di Tajarol che servito in area  da un filtrante di Lorusso, deviato involontariamente da Cardillo, prima costringe Di Piero all’ennesimo grande intervento, poi sulla ribattuta insacca di rabbia il suo sesto gol in campionato.

La risposta dell’Anagni arriva intorno al 65′, con la più ghiotta chance del match non sfruttata da Galvanio, il quale servito dalla sponda di Pagliaroli fa tremare di testa la traversa e poi sulla successiva respinta scheggia la stessa non trovando di fatto il gol che riaprirebbe la contesa.

Contesa che si chiude al 73′: dopo un tiro centrale di Colarieti, Capodaglio lascia partire un cross col contagiri per Lorusso che impatta di testa trovando ancora una volta sulla sua strada Di Piero, il quale risponde a fatica con l’aiuto del palo e che nulla può sul comodo tap-in di Cardillo, bravo a farsi trovare pronto sulla respinta e a fissare il punteggio sul 3-0.

Nel finale il Città di Anagni prova a rendere meno amaro il passivo approfittando degli spazi lasciati da un Trastevere ormai sazio con Gragnoli, che dopo un bel pallonetto di Cardillo fuori misura, tenta per due volte la conclusione ma nel primo caso sfiora il palo in diagonale e nel secondo colpisce una clamorosa traversa su punizione a una manciata di secondi dal triplice fischio di Taricone, che sancisce di fatto anche la fine del 2018 per le due squadre.

Vittoria tanto importante quanto meritata per il Trastevere che torna al successo dopo la terza sconfitta su cinque trasferte sarde, liquidando 3-0 l’Anagni allo Stadium e agganciando a quota 41 il Lanusei al primo posto alla fine del girone  d’andata. Sconfitta pesante invece per gli uomini di Liberati, che subiscono i padroni di casa sin dai primi minuti e si svegliano troppo tardi, interrompendo così la striscia di otto risultati utili consecutivi e chiudendo l’anno solare al 12° posto con 21 lunghezze insieme a Ostiamare e Ladispoli, appena un punto sopra la zona playout.

 

Banner-trasmissione-Sport-In-Oro-2018-19