TORNEO “ROMA CAPUT MUNDI”: FINALE “IN BILICO” PER CR LAZIO ED ITALIA

redazione 16 gennaio 2013 Commenti disabilitati su TORNEO “ROMA CAPUT MUNDI”: FINALE “IN BILICO” PER CR LAZIO ED ITALIA

VII TORNEO “ROMA CAPUT MUNDI”

Girone A

S.Marino-Cr Lazio 0-5

Inghilterra-Romania 0-5

Cr Lazio-Inghilterra 1-0

Romania-S.Marino 1-0

Classifica: Cr Lazio e Romania 6, Inghilterra e S.Marino 0

Prossimo turno: 17/1/2013 ore 14,30: Romania-Cr Lazio (Campo “Caslini” – Colleferro), S.Marino-Inghilterra (Campo “Tozzi” – Colonna)

 

Girone B

Italia Lnd-Grecia 1-0

Albania-Russia 0-1

Albania-Italia Lnd 7-8 dcr (1-1)

Grecia-Russia 0-2

Classifica: Russia 6, Italia 5, Albania 1, Grecia 0

Prossimo turno: 17/1/2013 ore 14,30: Russia-Italia Lnd (Campo “Comunale” – Artena), Grecia-Albania (Campo “Comunale” – Supino)

ALBANIA-ITALIA LND 7-8 dcr (1-1)

Albania: Gjonikaj, Mekshi, Marku, Siku, Lulaj, Gavazaj (74’Bunjaku), Ymeralilaj (51’Grabova), Ymeraj, Vuthaj (41’Gjoshi), Cekici (52’Llagami), Kose. A disp.: Strakosha T., Kalaja, Tabaku. Ct: Strakosha F.

Italia Lnd: Medioli, Barbieri, Tuniz, Crocchianti, Carminucci, Angelucci, Torelli (52’Canestri), Bongermino (77’Bottino), Lima (41’Boschi), Galelli, Saba. (41’Santandrea). A disp.: Ladu, Berti, Boni.

Arbitro: Pashuku di Albano Laziale.

Ass.arb.li: Carletti e Sig.ra Mazzarella di Ostia Lido.

Marcatori: 37’Gavazaj (A), 59’Bongermino (I).

Sequenza rigori: Siku (A) parato, Boschi (I) goal, Ymeraj (A) goal, Angelucci (I) goal, Qose (A) goal, Saba (I) goal, Bunjaku (A) goal, Santandrea (I) goal, Marku (A) goal, Bottino (I) fuori, Gjoshi (A) goal, Tuniz (goal), Lulaj (A) goal, Carminucci (I) goal, Mekshi (A) parato, Crocchianti (I) goal.

Note: Gara giocata con due tempi da quaranta minuti. Espulso Canestri (I) al 61′ per condotta violenta. Ammonito: Llagami (A). Calci d’angolo: 3-1 per l’Italia. Recupero: 1’pt e 3’st. Campo pesante, temperatura polare. Presenti in tribuna il Commissario tecnico della Nazionale maggiore albanese Gianni De Biasi ed il Direttore sportivo della Lazio Igli Tare.

Ci sono voluti i calci di rigore ad oltranza per decidere la gara tra Italia Lnd ed Albania ed alla fine, hanno prevalso gli azzurri di Magrini che però dovranno per forza battere la Russia, capolista del girone a punteggio pieno, nell’ultima giornata per approdare in finale. Si gioca all’ “Abbafati” di Lariano sotto la pioggia ed un freddo polare e dirige il “match” Pashuku di Albano Laziale, buona la sua direzione. Nella prima frazione di gioco, l’Albania è molto agggressiva mentre l’Italia non riesce a trovare il “bandolo della matassa” soprattutto per il grande “pressing” degli albanesi. Al 16′, la squadra di Magrini si fa vedere con un colpo di testa di Lima sul cros di Bongermino dal versante destro ma il pallone finisce fuori di poco alla sinistra di Gjonikaj. L’Albania crea molte difficoltà all’Italia ed alla prima occasione, nel finale di tempo, passa in vantaggio; Vuthaj dalla destra serve Gavazaj che infila con un tiro molto preciso che sorprende Medioli con il pallone che termina in rete all’angolino alla sua destra. Nel secondo tempo, l’Italia di Magrini, sotto di un goal, non si danno per vinti, ed al 4′, vanno vicino al pari: su assist dalla destra di Saba, tra i migliori degli azzurri con Bongermino, Crocchianti e Carminucci, Bongermino tenta il goal di tacco dall’area piccola sul primo palo ma l’estremo difensore albanese è attento e non si fa sorprendere. Due minuti dopo, su punizione di Saba dal versante destro, Carminucci schiaccia di testa da corta distanza ma il pallone che termina alto. Gli albanesi difendono il risultato ma all’8′, per poco non trovano il raddoppio con Ymeralilaj che conclude dal limite con la deviazione di Crocchianti che spiazza Medioli ma il pallone termina in angolo e l’Italia si salva… I ragazzi di Magrini premono alla ricerca del pareggio mentre il “team” albanese è molto arroccato in difesa. Al 29′, arrivato il goal del pari: su punizione della destra di Angelucci, Bongermino infila con un “tap-in” al volo che finisce in rete alla destra di Gjonikaj. Sull’1-1, gli azzurri cercano i tre punti ma due minuti dopo restano in dieci uomini per il cartellino rosso, ineccepibile, decretato per Pashuku di Albano Laziale nei confronti di Canestri per gioco violento. Da qui alla fine del “match”, non accade più niente di rilevante nonostante il grande “forcing” degli azzurri e l’Albania che non approfitta della superiorità numerica. Dopo tre minuti di recupero, al duplice fischio di Pashuku di Albano Laziale e quindi sono necessari i calci di rigore per decretare il vincitore del “match”. Dopo l’errore iniziale di Capitan Siku, tra i migliori dell’Albania con Gavazaj, Ymeraj e Marku, che si fa “ipnotizzare” da Medioli, Bottino sbaglia il “match-ball” mandando fuori alla sinistra di Gjonikaj. Si va ad oltranza ed è decisivo l’errore di Mekshi che si fa neutralizzare da Medioli prima del “centro” decisivo di Crocchianti che consegna la vittoria agli azzurri contro una buona Albania. A questo punto, dopo due giornate, solo una vittoria contro la Russia può dare l’accesso in finale al “team” di Magrini che spera di raggiungere l’ultimo atto del “Roma Caput Mundi” come avvenne nel 2009 quando s’impose in finale contro l’Inghilterra al “Flaminio”…

Giorgio Attolico