TORNEO DELLE REGIONI, JUNIORES CR LAZIO: VITTORIA 1-0 SULLA CALABRIA, QUALIFICATI!

redazione 28 marzo 2013 Commenti disabilitati su TORNEO DELLE REGIONI, JUNIORES CR LAZIO: VITTORIA 1-0 SULLA CALABRIA, QUALIFICATI!

E finalmente arrivò anche il primo hurrà per il passaggio del turno per i ragazzi della Juniores Cr Lazio di Giuliano Giannichedda che grazie ad una spettacolare punizione a giro sotto l’incrocio di attili trovano nella ripresa il gol qualificazione che piega la selezione calabrese. Adesso il prossimo avversario sarà il Veneto, una delle compagini più in forma.

A cura di Giovanni Crocè

toscanoattili

nella foto a destra, Vittorio Attili, bomberino del Cr Lazio Juniores classe 1995, al suo quarto gol in quattro gare del TdR 2013: per lui un futuro…alla Gianluca Toscano?

In una gara stra-dominata dall’inizio alla fine la squadra del Cr Lazio categoria Juniores allenata dall’ex diga di centrocampo di Lazio e Juventus Giannichedda trova la seconda vittoria in 4 incontri senza mai perdere e con 8 punti si laurea vincitrice del girone B e passa il turno. Decisiva, nella sfida contro la Calabria, l’insistenza sottoporta di Vittorio Attili, assatanato, che dopo aver provato da varie posizioni, mette sotto al sette con un gran calcio da fermo l’1-0 finale nella ripresa. Di fatto sarà il gol qualificazione, oltre che il quarto centro in quattro gare per il genietto d’attacco della Monterotondo Lupa, che ora gongola. Inoltre, dal 32′ del secondo tempo è stato espulso il numero 6 della calabria, Umberto Pizzoleo, per doppia ammonizione dovuta a falli di gioco. Adesso ci sarà in semifinale la sfida da giocare venerdì mattina alle 10,30 contro il Veneto, un vero banco di prova sul campo di Monastìr.

Unico a non poter essere disponibile per l’incontro è Gelonese, col giocatore del Lazio che probabilmente recupererà per la prossima decisiva sfida da dentro o fuori, che il delegato regionale Dario Scalchi ci presenta così, raggiunto telefonicamente nel dopogara: “Davvero una grande prova, se pensa che loro, in totale, hanno impegnato il nostro portiere Maffei una volta sola al 27′ della ripresa con una sventola dai 30 metri calciata dal numero 11 della calabria, Casella, un tiro bloccato in due tempi. Per il resto abbiamo tirato e giocato sempre noi per tutta la gara, peraltro molto corretta, con un solo ammonito, e il gol arrivato a 5 minuti dalla fine, la punizione di Attili, è stata un capolavoro anche secondo me che di solito tengo equilibrati i ragazzi: una vera pennellata sotto l’incrocio alla sinistra del portiere. Un vero peccato se non fossimo riusciti a sbloccare la partita e a passare, perchè siamo stati bravissimi. Abbiamo trovato il risultato ideale per non doverci poi preoccupare di nessuno. Adesso, anche se il comunicato deve essere ancora ufficializzato, ci toccherà sicuramente il Veneto in base agli accoppiamenti, nella sfida di venerdi mattina alle 10,30 a Monastir”.

LA CRONACA DELLA PARTITA: UN CR LAZIO DEBORDANTE

Del resto fin da subito, eccezion fatta per quel tiro al 27′ della ripresa da parte del calabrese casella, ecco che nel nostro taccuino compaiono davvero solo chances da rete per il Cr Lazio del tecnico di Pontecorvo, Giannichedda. Primo squillo in avanti del Lazio al 23′ quando il centrocampista del Fregene Calcio Nicholas Bensaja ci prova con un gran tiro dal limite su cui il portiere calabrese è superlativo nello smanacciare in corner: un plauso al numero 1 del Castrovillari Calcio, Barilaro. Ancora Bensaja stavolta che prova al 28′ un pezzo forte del suo repertorio: punizione di poco a lato sopra la traversa. Due minuti dopo al 29′ pallone forte e teso in mezzo che viene mancato da un soffio da Cacchioni e proprio da bomber Attili, stavolta in ritardo dopo la battuta di un calcio d’angolo. Assatanato Bensaja che un minuto dopo, sulla respinta della difesa calabrese, parecchio in affanno, lascia partire un bolide che esce per centimentri alla destra del portiere calabro immobile. Passano 10 minuti e un bel triangolo in velocità tra Schiavon (a cui al 33′ è stato anche annullato un gol sempre nel primo tempo per un fuorigioco dubbio) e Cacchioni liberano a centroaria con un filtrante Attili, stavolta frettoloso nello sparare alto sulla trasversale: non da lui. Non contento e sempre alla ricerca del quarto gol nella manifestazione, al 41′ del primo tempo, due minuti dopo, Attili prova una bella conclusione dai 20 metri che sfiora il palo ancora una volta: poteva già essere 2 o 3 a zero per il lazio nella sola prima frazione. Prova di grande intensità per i ragazzi di Giuliano Giannichedda, tutti classe 1995 a differenza delle altre del girone B, quasi tutte squadre composte da atleti del 1994.

SECONDO TEMPO: TANTA FATICA E GIOCO MENO SPUMEGGIANTE, FINO ALLA PERLA DI ATTILI

In campo c’è solo la Juniores della nostra regione, che attacca senza sosta e senza timore di scoprirsi, perchè sa che solo una vittoria le darebbe la certezza della qualificazione al turno successivo senza fare calcoli. E già al 2′ della ripresa Schiavon stavolta avanza calcia di collo pieno da 25 metri in posizione centrale: pallone mandato in angolo da campione da Barilaro che salva per la seconda volta dalla capitolazione la Calabria. Dopo questo tentativo c’è tantissimo gioco a centrocampo, cambi e il 40′ del secondo tempo è quello che annotiamo come decisivo per la perla del giorno di Attili, che da fermo stavolta trova la porta e il gol che qualifica il lazio come nel miglior film d’azione, quando a 5 minuti dalla fine il pareggio non era assolutamente sufficiente per qualificarsi, in quanto la calabria aveva 7 punti e il lazio 5. Tolta la ragnatela dall’incrocio, ecco tutto capovolto: lazio che strappa il “passi” per affrontare il veneto e gioia collettiva che può esplodere definitivamente al fischio finale: 8 punti totalizzati nel gruppo B e passaggio del turno centrato subendo solo 2 gol in 4 gare e nessuna sconfitta, e senza che nessuno tra Liguria, Piemonte-Val D’Aosta, Calabria e Molise, pur anagraficamente più esperte dei nostri, ci abbiano mai messo davvero in difficoltà (se si eccetta il 2-2 iniziale di sabato scorso contro la Liguria, dove il Lazio era stato sotto fino al 2-0 per poi trovare con Bendia il gol del 2-2 al 50′). E la selezione di Giannichedda va avanti, nel segno di un Torneo delle Regioni finora davvero esemplare.