TOP 3: PROMOSSI E BOCCIATI DEL 31° TURNO D’ECCELLENZA

redazione 29 aprile 2013 Commenti disabilitati su TOP 3: PROMOSSI E BOCCIATI DEL 31° TURNO D’ECCELLENZA
TOP 3: PROMOSSI E BOCCIATI DEL 31° TURNO D’ECCELLENZA

Nona puntata della nuova rubrica sull’Eccellenza laziale che vi accompagnerà fino al termine del campionato. Si chiama “PROMOSSI E BOCCIATI” e troverà ogni settimana 3 squadre, allenatori o giocatori che si sono particolarmente distinti in positivo o in negativo. Un’analisi onesta, obiettiva e senza favorire nessuno che porterà ad un giudizio settimanale che speriamo diventi oggetto anche di spunti, suggerimenti costruttivi e commenti

a cura di VALERIO D’EPIFANIO

 

ECCELLENZA LAZIALE  – 31° GIORNATA

 

BOCCIATI:

 

1° POSTO – COLLEFERRO : Il Colleferro é crollato ma questo non lo si deve certamente al lavoro del tecnico Baiocco. Alcuni giocatori hanno abbandonato e la squadra ha subito domenica la terza sconfitta consecutiva, dodicesima stagionale per una formazione che sta terminando male il suo campionato. Sono stati fatti i complimenti a giocatori, tecnico e società per la vittoria della Coppa Italia regionale ma ora non si può non bocciare questo finale di campionato dove si sta rovinando quanto di buono fatto vedere fino ad un mese fa.

 

2° POSTO – REAL POMEZIA: Aver perso 5 punti nelle ultime 4 giornate pesa come un macigno considerando che con qualche distrazione in meno la formazione di Punzi poteva davvero sognare in grande. Il pareggio contro il Corneto Tarquinia (dopo quello già ottenuto in 11 contro 10 con il Rodolfo Morandi) rappresenta una grande opportunità persa, la sconfitta in casa contro il Real Monterosi é forse l’epilogo di un campionato che poteva finire sicuramente meglio. Nel dare grande merito alla società per aver creato una squadra in grado di lottare nei vertici del girone A d’Eccellenza, va detto che in questo finale di stagione ci si aspettava sicuramente di più dopo aver sostituito l’infortunato Roversi con Ascenzi e aver ritrovato alcuni degli “infortunati storici”. Considerando le 7 sconfitte in campionato subite dall’Albalonga e gli 8 ko del Rieti, sicuramente c’era la possibilità di sperare quantomeno nei play-off. Ora la strada é complicata anche se mai dire mai. I punti persi e le occasioni fallite onestamente sembrano troppe per cullare ancora sogni di gloria.

punzi

 

3° POSTO – NUOVA CIRCE: Ad un certo punto della stagione sembrava si potesse chiudere il campionato in una posizione migliore ma si é continuato a vivere di alti e bassi: le 14 sconfitte subite in campionato sono davvero troppe e la salvezza ancora non é matematica. Il tecnico Gianni Marzella dovrà cercare gli ultimi punti salvezza nelle 3 sfide rimaste in questo finale di stagione. Obiettivo assolutamente alla portata per una squadra dimostratasi però incapace di dare continuità alle proprie prestazioni e ai propri risultati: 12 vittorie, 5 pareggi e 14 sconfitte, uno score che dimostra quanto la Nuova Circe non abbia avuto mezze misure.

 

 

 

PROMOSSI:

 

1° POSTO – CURVA MARE TERRACINA: Forse qualcuno si chiederà per quale motivo é stato inserito al primo posto un gruppo di tifosi quando di solito questo spazio é occupato da società, allenatori o giocatori. Il motivo probabilmente andrebbe chiesto a chi era presente ieri al ‘Colavolpe’ di Terracina. Un’invasione che probabilmente ha pochi precedenti in una categoria come l’Eccellenza specialmente se si pensa che é stato deciso con 48 ore di preavviso di far disputare la gara Terracina-Monterotondo Lupa a porte chiuse. Una decisione difficilmente comprensibile che però non ha minimamente fermato la tifoseria del Terracina che ha deciso di rispondere presente. Vittoria sul campo e vittoria sugli spalti con l’esplosione arrivata al minuto 43 del primo tempo che credo sia valsa un’intera stagione. Privare lo stadio di uno spettacolo simile non ci trova assolutamente d’accordo ma quanto visto sulle colline adiacenti lo stadio ha ripagato sicuramente tutti coloro che si sono presentati comunque ad incitare e sostenere il Terracina che, infliggendo la prima sconfitta stagione alla Monterotondo Lupa, si é riportato in testa alla classifica. Questi tifosi meritano altre categorie, non ci sono dubbi. Complimenti a loro e alla grande cornice che hanno saputo creare nonostante le difficoltà.

 

terracina

 

2° POSTO – GIANLUCA BOTTONI (N.S.MARIA DELLE MOLE): Un centrocampista dotato di grande classe e di un sinistro vellutato. E’ del 1992 e questo sicuramente é un dato positivo considerando che rappresenta per l’ultima stagione un “under” a disposizione della capolista guidata da Diego Leone. Se i tifosi gli hanno intonato un coro personale ovviamente c’é un motivo perchè nulla avviene per caso. Quando é in giornata la squadra gira a meraviglia e le 8 reti realizzate in campionato ne sono la testimonianza se si pensa che é stato spesso d’aiuto anche al tandem d’attacco Petrangeli-Giuffrida. Deve soltanto evitare di estraniarsi dalle gare perchè é in grado di accenderle in ogni momento e di raggiungere il professionismo considerando i colpi che ha.

bottoni

 

3° POSTO – ANDREA CARDILLO (FONTENUOVA): Altro giocatore considerabile “under” per l’ultimo anno: é del ’92 e ha disputato veramente una grande stagione. Sono ben 17 le reti messe a segno dall’attaccante del Fontenuova Cardillo cresciuto nel settore giovanile di Lazio e Cisco Roma. Quest’anno la consacrazione in Eccellenza nella speranza che le squadre professionistiche possano nuovamente accorgersi di lui: domenica é entrato al 15′ della ripresa a Rieti sul punteggio di 1-1. Doppietta nel giro di mezz’ora e quindicesima vittoria stagionale per il Fontenuova che attualmente a 3 giornate dalla fine si trova al 6° posto con ben 50 punti totalizzati.

cardillo