Tivoli-Di Giovanni, aria di divorzio? E spunta il nome di Bracaccia…

Andrea Dirix 10 ottobre 2018 Commenti disabilitati su Tivoli-Di Giovanni, aria di divorzio? E spunta il nome di Bracaccia…
Tivoli-Di Giovanni, aria di divorzio? E spunta il nome di Bracaccia…

Andrea Di Giovanni non è più l’allenatore della Tivoli 1919.

La notizia non riveste ancora i crismi dell’ufficialità, ma è praticamente certa ed è letteralmente deflagrata nel nostro ambiente pochi minuti fa tra lo stupore generale.

Se è vero infatti che gli amarantocelesti sono incappati domenica scorsa nella seconda rimonta subita dall’inizio della stagione, perdendo per 4-2 al Galli contro il Sant’Angelo Romano dopo essersi stati in vantaggio per 2-0 fino al 60′, il divorzio con il tecnico romano alla vigilia del big match dell’Antonio Sbardella lascia interdetti.

Al momento è incerta la modalità della separazione.

Se si tratti di esonero o di dimissioni indotte, questo verrà comunicato in giornata dalla società, ma la sostanza non muta.

Il dato certo è che Di Giovanni lascerà la squadra con un bottino di 11 punti in campionato (tre in meno della coppia Cantalice-Palestrina che guida la classifica) e con un incoraggiante 4-2 nell’andata dei Trentaduesimi di Finale di Coppa Italia di Promozione con l’Atletico Zagarolo.

Un rendimento più che dignitoso per una squadra indubbiamente qualitativa, ma che deve ancora completare il proprio processo di crescita.

Considerazioni che tuttavia non sono bastate a portare dalla parte di Di Giovanni l’ago della bilancia.

Per la notizia ufficiale, scrivevamo poc’anzi, è solo questione di ore.

Nel frattempo, però, si è già scatenata l’immancabile ridda di voci sui nomi dei possibili eredi di Di Giovanni.

Tra i tanti che il club di patron Serafino Caucci starebbe vagliando è spuntato anche quello di Riccardo Bracaccia, attuale Responsabile della Scuola Calcio della Tivoli ed uomo di fiducia del massimo dirigente tiburtino, ma la situazione è in costante evoluzione.

Un’altra pista porta invece al nome di Carlo Cotroneo, che da giocatore fu uno dei pupilli di Caucci e che fu tra gli artefici della storica promozione in C2.

Come si suol dire in questi casi, non ci resta che attendere sviluppi…

 

 

 

sport in oro 2018-2019 banner