SIMONE FESTA A 360°: IL GRIFONE MONTEVERDE, SGHERRI E I PRONOSTICI

redazione 9 gennaio 2013 Commenti disabilitati su SIMONE FESTA A 360°: IL GRIFONE MONTEVERDE, SGHERRI E I PRONOSTICI

Intervistiamo il centrocampista ex Pisoniano Simone Festa che in questo mercato invernale si é trasferito in Promozione al Grifone Monteverde

a cura di VALERIO D’EPIFANIO

Buongiorno Simone, nella finestra del mercato invernale hai deciso di accettare la proposta del Grifone Monteverde in Promozione: cosa ti ha spinto a scegliere questa società?

“Buongiorno Valerio, in questa sessione invernale ho scelto di giocare per il Grifone, nonostante avessi alcune proposte da società di eccellenza, per vari motivi: il primo è stata la possibilità di firmare per una squadra che puntasse a vincere, a differenza delle altre società che puntavano ad una salvezza tranquilla, poi avevo bisogno di una società che mi facesse sentire importante anche aspettandomi, perché vengo da un periodo di inattività ed infine qui ci sono mister Sgherri che ho avuto l’anno scorso a Fonte Nuova e Simone Anselmi che avevo come compagno a Pisoniano”

Domenica avete vinto e la Castrense ha pareggiato con la vetta ora più vicina: credi che la squadra sia in grado di lottare fino al termine per sognare la promozione in Eccellenza?

“Si abbiamo vissuto una gran bella Epifania, il pareggio della Castrense ha riaperto un po’ un campionato che sembrava quasi chiuso. Noi naturalmente puntiamo a fare il massimo ogni domenica (in particolare la prossima) e credo che diremo sicuramente la nostra fino alla fine visto che la squadra è forte e lo sta dimostrando domenica dopo domenica. Ormai non possiamo nasconderci siamo lì e ce la giocheremo fino alla fine”

Il Grifone Monteverde ha perso elementi del calibro di Antonelli e Iannotti in fase offensiva ma sembra comunque in grado di disputare un campionato di vertice: hai trovato un gruppo unito? Quanto é importante secondo te il ruolo dell’allenatore Sgherri?

“Quando sono arrivato qui (il 18 dicembre) devo dire che c’era un certo scetticismo anche nello spogliatoio, perdere giocatori come Iannotti, Antonelli e gli altri “big” spaventerebbe chiunque, però come dimostrano i risultati il gruppo si è compattato e abbiamo raccolto molti punti in questo periodo riacquisendo fiducia nei nostri mezzi e nelle nostre possibilità. Mister sgherri è stato fondamentale già lo scorso anno nella difficile situazione creatasi a Fontenuova, è stato bravo a compattare il gruppo e a portarci alla salvezza: quest’anno sta facendo lo stesso anche se l’obiettivo è un altro”.

Tu hai già fatto l’Eccellenza in questi anni: secondo te chi vincerà il girone A e il girone B del massimo campionato regionale quest’anno?

“L’Eccellenza quest’anno mi ha stupito soprattutto nel girone A, ma credo che alla fine per la vittoria finale la favorita sia l’Albalonga anche se il Santa Maria delle Mole sta facendo un campionato strepitoso. Il girone B lo conosco meno ma credo sia una lotta a due tra Terracina e Monterotondo Lupa”