Settebagni, Merciari sogna in grande: “Quest’anno stiamo creando un gruppo fantastico”

Francesco Mancini 30 Novembre 2022 Commenti disabilitati su Settebagni, Merciari sogna in grande: “Quest’anno stiamo creando un gruppo fantastico”
Settebagni, Merciari sogna in grande: “Quest’anno stiamo creando un gruppo fantastico”

Si può passare dal rischiare la retrocessione in un play-out, al sognare ad occhi aperti in testa alla classifica in meno di un anno?

La risposta è decisamente si: stiamo parlando della favola del Settebagni, capolista del girone B di Promozione dopo le prime otto giornate della stagione.

Il club di via Salaria, quest’anno, sulla via dell’organizzazione e dell’equilibrio, ha deciso di affidarsi a un bravo tecnico emergente come Mirko Laurentini, reduce da positive esperienze nella categoria e nel settore giovanile.

Una squadra giovane e fresca, che sta dimostrando di voler puntare in grande in un girone talmente equilibrato, che l’anno scorso si decise addirittura con il play-off finale tra Romulea e Fiano Romano.

Tra i ragazzi che più stanno stupendo nel club biancorosso c’è sicuramente Flavio Merciari, talentuoso trequartista classe 99′ e reduce dalla doppietta nella sfida contro il Futbol Montesacro.

Proprio a margine dell’impegno di oggi nel ritorno dei sedicesimi di Coppa contro il Pescatori, andiamo a riscostruire il gran momento della squadra e del calciatore:

Ciao Flavio, cosa è cambiato in pochi mesi? Dal play-out contro il Fidene a questo primo posto dopo otto giornate? 

“Abbiamo cambiato molto tra una stagione e l’altra. Ad un gruppo già ben assortito, abbiamo aggiunto altri bravi giocatori che ci stanno aiutando. 

E’cambiato l’intero staff, oltre all’allenatore, ma principalmente sta cambiando la nostra mentalità e la nostra concentrazione negli allenamenti e nelle partite. 

I risultati ci stanno dando fiducia. Stiamo in un buon momento.”

Alla luce dei risultati che state ottenendo, quale sarà il vostro obiettivo? 

“Ci sono squadre più esperte e attrezzate di noi, come Amatrice e Sporting Montesacro, ma lo stesso Poggio Mirteto secondo me è in grado di vincere. 

Queste tre sono le più indicate, ma sarà un girone estremamente equilibrato. 

Noi non ci siamo posti un obiettivo in particolare. Sicuramente, vogliamo fare di più rispetto allo scorso anno e ottenere, al più presto, la salvezza.”

Oggi affronterete la Pescatori in Coppa, quanto ci tenete a questo obiettivo. Per molte squadre, è una fatica ulteriore e una distrazione dal campionato, voi come la affronterete? 

“La Coppa serve anche per dare fiducia e fare buone prestazioni, ci aiuta anche nel percorso in campionato. 

Non posso negare che avere tante partite in pochi giorni sia faticoso. 

Per noi, è un obiettivo importante. Sarebbe un sogno andare il più avanti possibile.”

Ti trovi in una società che si sta consolidando in questa categoria. Quale è l’ambiente e come ti trovi con il nuovo allenatore? 

“Qui c’è l’ambiente ideale per giocare a calcio. Non abbiamo pressioni eccessive, ma dobbiamo lavorare seriamente. 

Quest’anno, in particolare, stiamo creando un bel gruppo, dove ogni ragazzo prova a migliorarsi in settimana per poi beneficiarne in partita.”

Che giocatore è Flavio Merciari? 

“Mi piace molto fare la doppia fase e oltre a costruire il gioco, è importante dare una mano anche in fase difensiva. 

Piano piano, sto cercando di migliorare le mie capacità di inserirmi in area di rigore e anche i gol sono la conseguenza di questo lavoro. 

Sto lavorando anche sul fare meno tocchi possibili per non perdere tempi di gioco.

Se dovessi individuare un giocatore professionista che mi piace molto per la capacità di fare la doppia fase, quest’ultimo, sarebbe sicuramente Nicolò Barella.”

Infine, ti chiedo di ricordare il passato e proiettarti nel futuro. Un bel ricordo e un sogno per il proseguimento della tua carriera? 

“I miei inizi calcistici non sono stati semplici. 

Poi, sono riuscito a fare delle positive esperienze in settori giovanili importanti di squadre come Tor di Quinto o Accademia Calcio Roma. 

La mia seconda casa, però, è il Settebagni ed è qui che ho i ricordi migliori. 

Il più bello è sicuramente quando conquistammo le finali Elite con la Juniores. 

Al mio futuro, invece, non ci penso. 

E’chiaro che sogno sempre di crescere e migliorarmi, ma attualmente sono molto felice al Settebagni e penso solo a dare il meglio in campo, pensando solo alla partita successiva.”