Serie D, Playout: L’Ostiamare brinda alla salvezza! Brividi finali ma è festa biancoviola!

redazione 13 maggio 2019 Commenti disabilitati su Serie D, Playout: L’Ostiamare brinda alla salvezza! Brividi finali ma è festa biancoviola!
Serie D, Playout: L’Ostiamare brinda alla salvezza! Brividi finali ma è festa biancoviola!

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE D – PLAYOUT 

OSTIAMARE – ANAGNI 1-1 DTS

OSTIAMARE: Barrago, Calveri, Colantoni, Bellini, Sarrocco, Ferrari (13’st Scaccia), Cabella (47’st Pedone), D’Astolfo, De Iulis (33’st Bertoldi), Attili (11’st Martorelli), Lazzeri (1’pts Di Iacovo). A disp.: Giannini, Martorelli, Ceccarelli, Pellegrini, Renzetti. All.: Alfonso Greco.

ANAGNI: Di Piero, Galvanio, Bordi (30’pt Pappalardo, 21’st Flamini), Colarieti, Pralini (1’st Lustrissimi), Contucci, Capuano, Tataranno (24’st D’Amicis), Cardinali, La Terra (9’st Gragnoli), D’Orsi. A disp.: Stancampiano, Ancinelli, Cipriani, Di Vico. All.: Antonio Pecoraro.

ARBITRO: Virgilio di Trapani.

MARCATORI: 17’st De Iulis (OM), 49’st Cardinali (A).

ESPULSI: 25’st Galvanio e 10’sts Gragnoli (A), entrambi per doppia ammonizione.

 

Finalmente salvi! All’ultimo respiro, dopo 120 minuti di pura sofferenza, ma anche di grande concentrazione, determinazione, furore agonistico, qualche occasione di troppo fallita  (che avrebbe chiuso la sfida senza regalare ulteriori brividi) e, alla fine, con quel pizzico di fortuna che, questa volta, ha sorriso ai lidensi dopo un’annata nella quale la fortuna non è stata, spesso e volentieri, dalle parti di Via Amenduni. Ma la gioia finale è dei ragazzi e di mister Greco e l’Ostiamare sarà protagonista in Serie D anche nella prossima stagione!

Tanta tensione nei volti, tanta tensione in ogni passaggio, in campo, soprattutto nel primo tempo, ma l’ Ostiamare ha saputo guadagnarsi questa salvezza con la solita grande forza, quella di un GRUPPO FANTASTICO. Dai più piccoli ai più grandi, tutti hanno remato e vogato con grande forza nella stessa direzione, capitanati da una roccia come D’Astolfo e guidati da una sicurezza come mister Greco in panchina.

I primi 45 minuti hanno regalato tre emozioni, in tutto, a dimostrazione della grande tensione che attanagliava le due squadre, vista la grande posta in palio. Quella iniziale costruita dai ragazzi di Ostia, ma non capitalizzata da Attili, in diagonale, quella intermedia per la formazione ospite, con Cardinali (conclusione deviata, solo corner con qualche brivido per Barrago) e quella finale, ancora di marca biancoviola, con il colpo di testa di Ferrari e la prodezza di Di Piero.

Al 17′ della ripresa, però, il gol che sembrava rendere tutto più semplice in casa dei biancoviola, ai quali bastava anche un pari (ma dopo l’esecuzione dei tempi supplementari), alla vigilia, per brindare alla salvezza, ai danni dell’ Anagni. Cross tagliato di Colantoni, in area di rigore, respinta della difesa frusinate e tentativo di Lazzeri dal limite. La palla schizza dalle parti di De Iulis che controlla ed esplode il destro. Vincente. 1 a 0 Ostia!

La strada sembra ancora più in discesa al minuto 25, quando Galvanio rimedia il secondo giallo e lascia il Città di Anagni in 10 uomini. E’ l’occasione per i lidensi di chiudere definitivamente la questione ma sono ben 5 le chiare occasioni create e non capitalizzate dal team di casa. Bertoldi, entrato nella parte finale della ripresa al posto di De Iulis, ha sul mancino la palla del 2 a 0 ma trova solo il gambone di un avversario e l’angolo, poi sull’esterno delzioso di Cabella, Sarrocco anticipa (in posizione regolare) l’uscita di Di Piero ma manda fuori. L’ Ostiamare non segna e al 94′ prende la beffa, perchè all’ultimo secondo del recupero Cardinali risolve una mischia in area biancoviola con la conclusione che vale l’1 a 1 e il prolungamento ai supplementari. Incredibile.

Si va ai supplementari e sono 30 minuti interminabili. Ne passano 15 senza particolari sussulti, ne passano anche 10 e arriva un altro rosso per l’ Anagni: a farne le spese, questa volta, è Gragnoli, sempre per doppia ammonizione. Ma i brividi non sono finiti. Al minuto 14′ del secondo tempo supplementare, a pochi istanti dalla fine di un interminabile playout, D’Orsi colpisce in pieno la traversa su punizione. Un pizzico di fortuna ci voleva. E’ arrivata nel momento più giusto. Ostia è salva, appuntamento al prossimo anno, in Serie D! Forza ragazzi!

 

Ufficio Stampa Ostiamare Lidocalcio

 

beppe viola banner ridotto