SERIE D: MARINO A UN PASSO DALLA RETROCESSIONE. AL “FIORE” PASSA IL TERMOLI

alfredo 11 marzo 2013 Commenti disabilitati su SERIE D: MARINO A UN PASSO DALLA RETROCESSIONE. AL “FIORE” PASSA IL TERMOLI
SERIE D: MARINO A UN PASSO DALLA RETROCESSIONE. AL “FIORE” PASSA IL TERMOLI

Città di Marino-Termoli 1-3

Città di Marino (4-4-2): Opara, Ventriglia, Esposito G., Esposito V., Langella, Congiu, Ciaramelletti (43’ st Capuzzimati), Noviello (16’ st Laghigna), Singleton, Jimenez, Arcobelli (30’ st Serra). A disp.: Striano, Garofalo, Perron, Morelli. All.: Mariani.

Termoli (4-4-2): Patania, Panariello (43’ st Viteritti), Corazzini, Falco, Cianni, Maglione, Bordi, Di Mercurio, Miani (25’ st Mandorino), D’Angelo, Bartolini. A disp.: Imbimbo, Caravaglio, Di Lullo, Miraglia, Spagna. All.: Giacomarro.

Arbitro: Agostini di Bologna. Assistenti: Pappalardo di Parma e Capasso di Piacenza.

Marcatori: 17’ pt Panariello (T), 3’ st Miani (T), 35’ st Singleton (CM), 44’ st Bartolini (T).

Note: ammoniti: Bordi (T), Congiu, Laghigna (CM). Calci d’angolo: 6-2 per il Termoli. Recupero: 1’ pt, 3’ st.

MARINO – Nono stop di fila del Città di Marino che nel 2013 non è ancora riuscito ad andare a punti. I castellani sono caduti sotto i colpi del Termoli che, grazie a questo successo, raggiunge il quarto posto in classifica scavalcando l’Ancona con una partita da recuperare contro il Celano. Il 3 a 1 finale per i molisani non rispecchia in pieno l’andamento della partita, che ha visto i padroni di casa giocarsela a viso aperto contro i più quotati avversari. La partenza degli ospiti è migliore. La prima occasione capita a D’Angelo che in area si attarda nella conclusione. Al 12’ ancora brividi nei 16 metri del Marino con il sinistro di poco a lato di Bartolini. Gli sforzi in attacco del Termoli vengono premiati al 17’. D’Angelo lavoro un buon pallone sulla sinistra, il suo cross viene raccolto di testa sul secondo palo da Miani che lo rimette al centro dell’area piccola per Panariello che non sbaglia. Opara è battuto. L’orgoglio dei biancazzurri esce fuori intorno alla mezz’ora. Al 33’ Jimenez impegna Patania sul secondo palo con un velenoso destro a giro. Poco dopo è sempre il portiere giallorosso ad opporsi alla bella conclusione di Ciaramelletti. Al 36’ Singleton non arriva su un bel traversone dalla destra di Ciaramelletti, poi è Giovanni Esposito a sfiorare la traversa su calcio di punizione. La ripresa inizia con il Termoli in avanti. Miani fallisce a due passi dalla porta. Sul successivo corner l’ex attaccante marinese non perdona e di testa sigla il raddoppio. Sembra una mazzata per il Marino che, invece, reagisce. L’ingresso di Laghigna dà più ossigeno al reparto avanzato castellano con il giovane attaccante che esalta i riflessi di Patania in due circostanze (22’ e 28’), in mezzo era stato ancora Simone Miani a sfiorare il tris dopo un bello scambio col compagno di reparto Bartolini. Alla mezz’ora Opara vola sotto l’incrocio per alzare un gran destro di Di Mercurio. Al 35’ il gol del Marino: Ventriglia pennella un perfetto assist dalla destra per la testa di Singleton che supera Patania. Giochi riaperti. Ma a frenare le ambizioni di rimonta dei locali ci pensa allo scadere Bartolini che fulmina Opara con un magnifico destro da fuori. Nei minuti di recupero palo colpito da Giovanni Esposito. Il Marino viaggia sempre ultimo con 15 punti e vede allontanarsi il terzultimo posto dopo il successo di misura della Recanatese sull’Ancona.   

Piero Zomegnan