Riano, Forte vola basso: “Primo posto? Meglio guardarsi alle spalle”

Matteo Lanzi 4 marzo 2020 Commenti disabilitati su Riano, Forte vola basso: “Primo posto? Meglio guardarsi alle spalle”
Riano, Forte vola basso: “Primo posto? Meglio guardarsi alle spalle”

A cura di Matteo Lanzi

Il campionato del Riano è stato fin qui segnato da una parabola abbastanza particolare: una prima parte di stagione veramente entusiasmante, seguita da un periodo negativo, al quale gli uomini di Forte hanno reagito con decisione tornando a dettare legge, fino a conquistare il secondo posto. Ora gli atleti del “Nicola Urbani” sono in piena corsa per l’Eccellenza, anche se il loro mister, Damiano Forte, predica calma ed attenzione…

Domenica scorsa avete sconfitto il Settebagni Calcio Salario. Che partita è stata?

E’ stato un match complicato: abbiamo giocato contro una formazione ostica, difficile da affrontare, che ci ha dato filo da torcere. Siamo stati bravi in fase difensiva, concedendo poco e conquistando, alla fine, tre punti importanti e meritati“.

Nel prossimo turno ci sarà lo scontro diretto col Sant’Angelo Romano: loro vengono da un momento negativo, al contrario di voi. Questo può essere un rischio in più?

Noi non guardiamo il passato: vogliamo fare bene gara dopo gara, non pensando alla classifica o allo stato di forma ma cercando solo di fare nostra la vittoria in ogni partita. Sarebbe sbagliato fare calcoli di diverso tipo, esiste solo il campo: è lui che ci darà il responso definitivo sui nostri meriti o demeriti“.

Avete cominciato alla grande questa stagione, poi avete avuto qualche difficoltà, dalle quali siete usciti ottimamente. Quali sono le motivazioni di questo andamento altalenante?

E’ semplice: non abbiamo una rosa abbastanza lunga per sopperire alle varie assenze che, durante l’anno, si possono verificare. Abbiamo avuto 5/6 infortuni importanti che hanno limitato le capacità tecniche della rosa ed i risultati ne hanno risentito. Recuperato qualche giocatore, le cose hanno ripreso a funzionare“.

Siete in piena corsa per l’Eccellenza: puntate più alla promozione diretta o ai play-off?

“Noi ci guardiamo le spalle“.

Certo, però, con quest’attacco si può sognare…

Dal centrocampo in su abbiamo dei valori importantissimi, ma spesso ci si dimentica del pacchetto arretrato, che vanta dei protagonisti di assoluto valore: è anche grazie a loro che la squadra segna così tanto, è giusto che anche loro vengano celebrati in maniera importante“.