Il Real Monterotondo Scalo inciampa sul Villalba: rammarico eretino per i quattro pali, ma i tiburtini hanno carattere

Andrea Dirix 26 novembre 2018 Commenti disabilitati su Il Real Monterotondo Scalo inciampa sul Villalba: rammarico eretino per i quattro pali, ma i tiburtini hanno carattere
Il Real Monterotondo Scalo inciampa sul Villalba: rammarico eretino per i quattro pali, ma i tiburtini hanno carattere

(Nella foto l’attaccante del Villalba, Flavio Prioteasa: suo il gol del definitivo 2-2)

A cura di Giorgio Attolico

REAL MONTEROTONDO SCALO-VILLALBA O.M.  2-2

Real Monterotondo Scalo: Santi, Bostan, Giuliani, Politanò, Albanesi, Lalli, Sofia (66’Passeri), Abbondanza (77’Fiorucci), Pascu (70’Nardecchia), Collacchi, Lupi (80’De Dominicis). A disp.:Sbraga, Marini, Francisci, Menicucci, Palma. All.:Centioni.

Villalba Ocres Moca: Pagella, Bartucca (70’Scattoni), Langiotti, Loreti (82’Centanni), Pomposelli, Tassoni, Zanoletti (85’De Bonis), Bari, Prioteasa, Libertini (65’Raho), Fagioli (87’Pulci). A disp.:Nasti, Ferazzoli, Proietti. All.:Ferranti

Arbitro: Adriambelo di Roma 1.

Reti: 19’Fagioli (V), 50’Collacchi (RMS), 58’Lalli (RMS), 84’Prioteasa (V).

Note: Ammoniti Albanesi (RMS), Lalli (RMS), Abbondanza (RMS), De Dominicis (RMS), Bartucca (V), Prioteasa (V) e Lupi (V). Calci d’angolo:10-0 per il Real Monterotondo Scalo. Recupero:1’pt e 4’st. Al 69’ Politanò (RMS) ha tirato alto un calcio di rigore. Pioggia torrenziale, terreno pesante.

 

 

Grandi emozioni al “Pierangeli” nel “testa-coda” tra Real Monterotondo Scalo e Villalba che alla fine impattano sul 2-2 dopo una gara ricca di colpi di scena che si è giocata sotto una pioggia battente.

La gara, nonostante le difficili condizioni atmosferiche, si gioca ad un ritmo molto alto con il grande “forcing” fin dall’inizio degli eretini che vanno molto vicino al goal al 7’: su angolo battuto corto dal versante sinistro di Sofia, Lalli effettua un cross perfetto per il colpo di testa di Pascu che però termina fuori di un “soffio” alla destra di Pagella.

I padroni di casa premono mentre gli ospiti sono molto arroccati in difesa.

Al 17’, la squadra di Centioni è molto pericolosa con un calcio di punizione dal limite di Lalli, tra i migliori degli eretini con Lupi, Sofia e Collacchi, ma il pallone “centra” il palo esterno alla sinistra di Pagella, totalmente immobile in questa circostanza.

Poco dopo, Sofia, dopo un bell’assolo conclude a rete dal limite dell’area ma l’estremo difensore del Villalba si supera con un grande intervento deviando in angolo alla sua destra.

Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina dal versante sinistro, Sofia tocca corto per Lalli che conclude a rete ma il pallone termina fuori di poco alla sinistra di Pagella.

La gara non dà tregua e sul capovolgimento di fronte, il Villalba passa in vantaggio alla prima opportunità: Prioteasa, con un sospetto fallo di mano, serve Bari che effettua un cross perfetto dal versante sinistro per il colpo di testa sul secondo palo nell’area piccola di Fagioli che trafigge Santi.

Sotto di un goal, i padroni di casa accusano un po’ il colpo ma al 32’ vanno molto vicino al pari con Giuliani che conclude a rete dopo un bel numero ma Pagella, tra i migliori dei tiburtini con Bari e Fagioli, sventa la minaccia deviando in angolo alla sua destra.

Poco dopo, il “team” di Centioni va di nuovo molto vicino al pari: Lalli lancia molto bene Sofia che tenta il tocco “di fino” con un tiro al volo ma Pagella respinge di piede salvando la sua porta.

Il finale di tempo è ricco di emozioni ed al 35’, il Villalba per poco non trova il raddoppio: al 35’, Loreti lancia Fagioli che s’invola a tu per tu con Santi ma il suo pallonetto, sull’uscita del portiere, finisce fuori di un “soffio” alla sua destra ed il Real Monterotondo Scalo si salva.

Due minuti dopo, ci riprova ancora Fagioli che dopo aver vinto un rimpallo, manda alto da buona posizione.

Al 38’, la squadra di Centioni centra il secondo “legno” della giornata con un gran tiro dalla distanza di Lalli che si stampa sul palo alla destra del portiere del Villalba.

Il tempo si chiude con un’altra opportunità per gli eretini con un tentativo di Lupi dalla grande distanza che tenta il pallonetto che non sorprende Pagella il quale compie una grande parata deviando in angolo sopra la traversa.

E’ l’ultima occasione di un primo tempo ricco di emozioni…

Nella ripresa, il copione non cambia con un forcing asfissiante della squadra di Centioni.

“Pronti-via” ed arriva il terzo palo della giornata dei locali: Lupi serve in velocità Pascu sulla sinistra ma la sua conclusione da corta distanza si stampa sul palo alla destra con il pallone che alla fine finisce in calcio d’angolo.

E’ il preludio al goal del meritato pareggio che arriva al 5’: sul calcio di punizione dal versante sinistro di Lupi, Collacchi svetta bene di testa a centro area e batte Pagella con il pallone che s’infila in rete sotto la traversa.

A questo punto, il Real Monterotondo Scalo ci crede mentre i tiburtini arretrano un po’ il baricentro.

Al 13’, i padroni di casa ribaltano il risultato con un gran tiro di Lalli dalla distanza che termina in rete all’angolino alla sinistra del portiere ospite.

E’ il goal del 2-1 ma le emozioni sono tutt’altro che finite.

Al 22’, arriva l’episodio decisivo del “match”: Pomposelli, interviene in modo scomposto su Lupi e per il direttore di gara Adriambelo di Roma 1, è calcio di rigore con la seconda ammonizione del difensore del Villalba che viene espulso.

Si presenta sul dischetto Politanò che spreca la grande opportunità per chiudere la partita mandando alto dagli undici metri dopo una breve rincorsa.

Dopo quest’errore, il Real Monterotondo Scalo perde lucidità mentre la squadra di Ferranti, che era sull’orlo del baratro, reagisce.

Il finale è “thrilling” ed al 35’, Bari conclude a rete dalla distanza con un rasoterra ma Santi blocca il pallone alla sua destra.

I tiburtini ci credono e trovano il 2-2 al 39’ con un gran goal di Prioteasa su calcio di punizione dal limite dell’area che finisce in rete nel “sette” alla destra di Santi, totalmente immobile in questa circostanza.

Al 44’, il Villalba va addiririttura vicino al colpaccio con Centanni, subentrato da poco a Loreti, che conclude a rete dopo essersi accentrato dalla destra ma il pallone finisce alto di poco creando qualche brivido alla porta difesa da Santi e poco prima del triplice fischio di Adriambelo di Roma 1, in pieno recupero, c’è il quarto palo colpito dagli eretini con un “tiro-cross” dal versante destro di Collacchi che colpisce la parte alta della traversa.

Alla fine, esulta il Villalba per aver conquistato un pari rocambolesco dopo aver subìto per lunghi tratti il Real Monterotondo Scalo che invece esce dal campo con tanta amarezza dato che avrebbe ampiamente meritato la vittoria.

Per gli eretini, è il primo pareggio dopo tre vittorie di fila che la mantiene comunque ad un punto dalla vetta mentre continua la serie positiva della squadra di Ferranti in trasferta dato che è imbattuta dal 9 settembre.

 

 

 

IL “DOPO-PARTITA” CON I DUE ALLENATORI

David Centioni (all.Real Monterotondo Scalo)

“Il mio grande rammarico è quello di aver sprecato tante occasioni da goal e quindi da ora in avanti, dobbiamo essere più cattivi sotto porta al di là dei pali e del rigore sbagliato… Alla fine, abbiamo buttato via una gara che avevamo “in pugno” giocando forse la migliore partita di questa stagione, questo è il calcio… Devo dire che siamo stati anche sfortunati ma andiamo avanti consapevoli di aver fatto un’ottima prestazione… Sapevamo benissimo che il Villalba, che ha dei grandi attaccanti, era molto ostico in trasferta… Vogliamo raggiungere il prima possibile la salvezza e poi vivremo alla giornata…”

Mauro Ferranti (all.Villalba)

“Complimenti ai ragazzi che hanno dato il massimo! Hanno lottato con grande carattere su ogni pallone contro la squadra che mi ha impressionato di più in questo campionato e che può vincere il titolo… Al di là degli episodi, siamo stati bravi a rimanere in partita… Ora però dobbiamo fare meglio al “Comunale” dove abbiamo raccolto molto poco… Domenica prossima avremo una sfida importante in casa contro l’Unipomezia e non dovremo fallire… Viviamo alla giornata cercando di raggiungere la salvezza a fine stagione…”

 

 

 

sport in oro 2018-2019 banner