Racing Club, il bilancio di Zanchi: “Gli Allievi Regionali? Bellissima esperienza”

Andrea Dirix 25 maggio 2017 Commenti disabilitati su Racing Club, il bilancio di Zanchi: “Gli Allievi Regionali? Bellissima esperienza”
Racing Club, il bilancio di Zanchi: “Gli Allievi Regionali? Bellissima esperienza”

Il Racing è in pieno fermento.

L’inizio del “Beppe Viola” (che giocherà alcune sue gare alla Pineta dei Liberti), del “Frankie Garage” (torneo organizzato dal club del presidente Pezone e dedicato a tutte le categorie della Scuola calcio) e del “Pineta dei Liberti” (iniziato ieri sempre nel centro sportivo ardeatino e dedicato agli atleti nati nel 1999 e 2000) ha fatto letteralmente “impazzire il traffico” della casa del Racing, con la disputa di tantissime partite giovanili che si susseguono una dopo l’altra.

Tra gli allenatori che sono impegnati in tornei c’è pure Corrado Zanchi, tecnico che ha guidato nella parte finale della stagione gli Allievi Regionali portandoli alla permanenza in categoria e che ora sta seguendo da qualche giorno il gruppo 2001 che ha disputato la categoria Allievi Elite fascia B.

«Da sabato scorso abbiamo iniziato il Neptunia Cup, tra l’altro vincendo la prima gara a Falasche con un rotondo 5-0.

A breve saremo impegnati anche col torneo “Vittiglio” a Roma.

A livello tecnico ho trovato una squadra molto valida che è stata integrata da qualche elemento dell’Under 17 del Racing Roma e da qualche ragazzo in prova».

Sul suo futuro Zanchi non si sbilancia («ne parleremo a tempo debito con la società» dice l’allenatore), mentre è decisamente più loquace sul campionato Allievi Regionali appena concluso.

«Per quanto breve, è stata davvero una bellissima esperienza soprattutto dal punto di vista umano.

I ragazzi si sono messi completamente a disposizione e hanno lavorato tantissimo per provare a migliorare anche in quest’ultima fase di campionato, centrando l’obiettivo minimo della salvezza».

Lo score di Zanchi sulla panchina degli Allievi Regionali del Racing è stato di quattro vittorie e tre sconfitte.

«Avevamo un calendario molto complicato ed eravamo attesi da sei sfide con squadre messe meglio in classifica.

Per questo anche il rendimento sportivo è da considerare in modo assolutamente positivo, ma ripeto: ciò che mi ha favorevolmente colpito è stato il voler migliorare e compattarsi ancor di più a livello di gruppo».

 

(Ufficio Stampa Racing Club)

 

 

banner-facebook-diretta-ok