Racing Aprilia, ecco Luciani, Lillo e Titone. Ma il vero acquisto è mister Venturi

Alessandro Bastianelli 7 luglio 2018 Commenti disabilitati su Racing Aprilia, ecco Luciani, Lillo e Titone. Ma il vero acquisto è mister Venturi
Racing Aprilia, ecco Luciani, Lillo e Titone. Ma il vero acquisto è mister Venturi

Dopo la presentazione in grande stile di Giovedì 5 Luglio, il nuovo Racing Aprilia ha cominciato a incassare i primi sì.

E’ notizia di oggi infatti l’ingaggio di Tiziano Luciani, 28enne centrocampista centrale proveniente dal Rieti, di Salvatore Lillo, esterno d’attacco classe ’91, e di Mario Titone, attaccante nato nel 1988 con esperienze anche a Sassuolo in Serie B, e due volte vincitore della Serie D negli ultimi anni con Siena e Sambenedettese.

Le entrate del “Martello” reatino e dei due attaccanti vanno a sommarsi al sì di Daniele Bosi, che sarà anche lui confermato e ai nastri di partenza di un attacco che si preannuncia stellare.

Il DS Battisti, già attivissimo sul mercato, ha però dovuto faticare poco per convincere uno dei fuoriclasse dell’Aprilia a rimanere. Parliamo di mister Venturi, che fra Maggio e Giugno è stato più volte accostato a diverse panchine di Serie D.

Fra chi lo dava all’Albalonga, e chi lo vedeva già con i colori nerazzurri del Latina, mister Venturi ha preferito aspettare, dando priorità alla compagine con cui, nelle ultime due stagioni, è diventato grande prima in Eccellenza, poi in Serie D, con un play off vinto e un sesto posto conseguito in D con una squadra giovanissima.

La scelta di aspettare l’Aprilia e le evoluzioni societarie ha premiato l’allenatore romano, che molto probabilmente si troverà a guidare per la prima volta in carriera una vera corazzata.

Perso Casimiri, Venturi avrà un attacco di tutto rispetto su cui amalgamare il proprio 433. Adesso il DS Battisti sta lavorando sulla conferma di alcuni giovani che hanno fatto bene la scorsa stagione, come Bencivenga, Sossai, Fortunato, ma il vero acquisto lo ha fatto tenendo il panchina una delle figure simbolo degli ultimi due anni dell’Aprilia, il mister. Che adesso può davvero diventare grande e spiccare il volo con le sue rondinelle.