PROMOZIONE: ULTIME DALLE SEDI DI FOCENE E TORMARANCIO DOPO LE GARE DI CAMPIONATO

redazione 5 novembre 2013 Commenti disabilitati su PROMOZIONE: ULTIME DALLE SEDI DI FOCENE E TORMARANCIO DOPO LE GARE DI CAMPIONATO

A cura di Giovanni Crocè

 

FOCENE (GRUPPO A), PARLA IL D.S. SECONDO ICETI: CON IL CITTA’ DI FIUMICINO DOVE ABBIAMO FATTO LA PARTITA MA PERSO PER SCARSA CONCRETEZZA…

“La partita con il Città di Fiumicino è stata l’emblema della scarsa concretezza che purtroppo questa settimana c’è stata, ma la qualità e la generosità della prestazione non è in discussione da parte dei ragazzi del Focene, questo lo abbiamo più volte evidenziato anche subito dopo la partita con il mister Luca Ripa perché sarebbe negare l’evidenza di una partita sempre all’attacco; Parisi poteva fare 2-3 gol mentre anche il loro portiere è stato bravo a dire di no e siamo stati puniti oltremisura dalla qualità della squadra del Fiumicino. Contiamo già di ripartire forte a Tolfa, conosco tanti giocatori, ma c’è solo bisogno di ritrovare un pizzico di fortuna in più e continuare col nostro gioco…il mercato? No è ancora tutto prematuro, fino a fine novembre non ne voglio neppure sentir parlare.

 

TORMARANCIO (GRUPPO C), IL D.S. DIANA E IL MISTER ANDREA BUSSONE ALL’UNISONO: FATTA GRANDE PARTITA CONTRO LA VJS VELLETRI, CON QUESTA COSTANZA CI TOGLIEREMO GRANDI SODDISFAZIONI

 

REMO DIANA,( D.S. TORMARANCIO): Mi spiace ovviamente per il risultato ma bisogna anche rendersi conto che giocavamo un big match con una squadra che ora è prima, quindi in campo ci sono anche loro, e loro sono di grande caratura. Abbiamo lottato alla pari, perso sull’unico infortunio della difesa col gol di Terrazzino, avevamo tanti giovani in campo e defezioni importanti, che col rientro di Morezzi e Caterini e forse anche Palombi, non ci saranno più e si vedrà una nostra versione spero ancora migliore.

 

MISTER ANDREA BUSSONE (ALLENATORE TORMARANCIO)

 

Sulla mia espulsione non ci sono problemi, normali battibecchi con l’arbitro dettati dalla tensione del voler rimontare, cosa che poi non è avvenuta. Per il resto avevamo anche fatto troppo secondo me perché non eravamo al top, avevamo una panchina verdissima e inesperta domenica con 7 under a disposizione, quindi la sconfitta di misura va presa come stimolo per fare ancora meglio quando saremo con la formazione titolare, mettendoci la stessa voglia e attenzione ci toglieremo grandi soddisfazioni