Prisco-gol piega il Ladispoli: la cronaca del match e le parole di Cotroneo ed Urbano

Andrea Dirix 15 aprile 2019 0
Prisco-gol piega il Ladispoli: la cronaca del match e le parole di Cotroneo ed Urbano

A cura di Giorgio Attolico

LADISPOLI-CASSINO 0-1

 

 

Ladispoli (4-5-1): Travaglini; Casavecchia (83’Di Curzio), Salvato, Leone, Gallitano; Cannizzo, Manoni, De Fato (84’Bertino), Del Signore (83’Antonangeli), Zucchi; Cardella. A disp.:Salvato, Mastrodonato, Lisari, Tollardo, Di Grazia, Manzari. All. Cotroneo.

Cassino (3-5-2): Della Pietra; Carcione, Camara, Nocerino; Ricamato (71’Darboe), Tirelli, Tribelli (83’Mattera), Centra, Tomassi (61’Lombardi;93’Di Sotto); Prisco, Marcheggiani (86’Di Filippo). A disp.:Trani, Fragnoli, Cocorocchio. All.:Urbano.

Arbitro: Cutrufo di Catania.

Reti: 81’Prisco.

Note : Ammoniti:Leone (L), Cannizzo(L), Del Signore (L), Tirelli (C), Nocerino (C), Centra (C) e Mattera (C). Calci d’angolo:7-2 per il Ladispoli. Recupero:1’pt e 5’st. Allontanato dal terreno di gioco al 63’ il massaggiatore del Ladispoli Fauci per proteste. Cielo velato,  pioggia a tratti con vento forte.

 

 

Il Cassino fa   bottino pieno al  Sale  contro un ottimo Ladispoli che avrebbe meritato il pareggio in virtù delle numerose occasioni sciupate nella ripresa.

La gara si gioca sotto un forte vento.

Ad inizio partita, la squadra di Urbano parte meglio e si fa vedere al 6’ con un calcio di punizione insidioso di Capitan Carcione dalla sinistra che trova pronto Travaglini che respinge la sua conclusione.

Gli ospiti sono molto vivaci nel primo tempo ed otto minuti dopo, per poco non passano in vantaggio: sul calcio di punizione di Carcione, Tomassi svetta di testa ma colpisce la parte alta della traversa creando più di un brivido ai rossoblù che dopo un avvio in sordina, vanno vicinissimo al goal al 19’ con un gran tiro di controbalzo di Manoni dal limite dell’area ma Della Pietra, il man of the match, si supera con un grande intervento sul primo palo alla sua sinistra deviando in angolo e sul conseguente tiro dalla bandierina battuto dal versante sinistro da Del Signore, Cardella fa da sponda di testa per il tap-in  di Zucchi con il pallone che finisce fuori creando più di un brivido agli ospiti.

Il ritmo sale con il passare dei minuti. Al 33’, i biancoazzurri vanno vicino all’1-0: sul fallo laterale dalla destra di Nocerino, il colpo di testa di Marcheggiani termina alto di poco e tre minuti dopo, Nocerino tenta la grande giocata dopo aver visto Travaglini fuori dai pali ma l’estremo difensore del Ladispoli è attentoe blocca il pallone.

Nella ripresa, la gara è molto combattuta con un forcing costante della squadra di Cotroneo.

Dopo appena due minuti, i padroni di casa vanno vicino al goal con Casavecchia, tra i migliori dei rossoblù con Del Signore, De Fato, Gallitano e Cardella, che ci prova dalla grande distanza che per poco, con l’aiuto del vento, non inganna Della Pietra che si rifugia in calcio d’angolo ma l’arbitro Cutrufo, inspiegabilmente, non lo concede.

Al 10’, il Cassino va vicino al goal: Tribelli s’invola sulla sinistra e sul cross respinto da Leone di testa, Ricamato si ostacola con un compagno di squadra ed alla fine, la sua conclusione in corsa non inquadra la porta con il pallone che termina fuori alla sinistra del portiere del Ladispoli.

Al quarto d’ora, il Ladispoli è molto pericoloso: su angolo dalla destra di Del Signore, Cardella svetta di testa ma Nocerino poco prima della linea ed il Cassino si salva…

Poco dopo, primo cambio per Urbano che manda in campo Lombardi al posto di Tomassi nell’intento di trovare più incisività in fase offensiva. I rossoblù premono ed al 26’, è pericolosissimo: Gallitano apre bene per Cardella che conclude al volo ma non inquadra la porta con il pallone che finisce fuori di poco alla sinistra di Della Pietra.

Poco dopo, seconda sostituzione per il Cassino con l’ingresso sul terreno di gioco di Darboe per Ricamato cercando di rinforzare il centrocampo.

E’ un buon momento per il Ladispoli che al 28’ si fa vedere con un calcio di punizione insidioso dal versante sinistro di Del Signore ma il portiere ospite è attento e sventa la minaccia allontanando il pallone.

Alla mezz’ora, la squadra di Cotroneo spreca una grande opportunità per passare in vantaggio: De Fato s’invola sulla destra ed effettua un assist al bacio a centro area che trova il tap-in di Manoni ma Della Pietra, tra i migliori in campo con Tribelli, Carcione e Prisco, compie un miracolo deviando in angolo alla sua destra e sul conseguente tiro dalla bandierina battuto da Del Signore dal versante destro, Gallitano svetta di testa ma il pallone finisce fuori di poco alla sinistra dell’estremo difensore del Cassino.

La squadra di Cotroneo insiste ed al 33’, Cardella s’invola e conclude da fuori area ma il pallone termina fuori di un soffio alla sinistra del portiere del Cassino.

Il Ladispoli spreca mentre gli ospiti, dopo aver subìto per lunghi tratti la pressione del Cassino, passano in vantaggio tre minuti dopo: Tribelli effettua un cross dal versante destro che trova il bellissimo colpo di testa di Prisco, indisturbato, che infila con il pallone che finisce in rete all’angolino alla destra di Travaglini.

Il finale è incandescente.

Al 38’, doppio cambio per Cotroneo che tenta il tutto per tutto con gli ingressi di Antonangeli e Di Curzio cercando più freschezza a centrocampo ed in attacco, mentre Urbano inserisce Mattera per Tribelli con l’obiettivo di difendere il risultato.

Poco dopo, terza sostituzione per i rossoblù con Bertino al posto di De Fato nell’intento di trovare più incisività in attacco.

Sotto di un goal, il Ladispoli accusa il colpo ed al 39’, il team  di Urbano va vicinissimo al raddoppio: Marcheggiani s’invola in contropiede e serve Darboe che tenta il tocco morbido dal limite dell’area sull’uscita del portiere del Ladispoli che non si fa sorprendere salva la sua porta.

Al 43’, la squadra di Urbano va vicino al 2-0: Antonangeli sbaglia il disimpegno che viene intercettato da Tirelli che tenta il pallonetto morbido dalla distanza ma Travaglini fa buona guardia e blocca il pallone.

Il Ladispoli ci prova fino alla fine ed in pieno recupero, nel secondo dei cinque minuti concessi dal direttore di gara Cutrufo, su angolo dalla destra di Manoni, Leone svetta di testa ma il pallone termina alto di poco e poco prima dell’epilogo, il team di Cotroneo è sfortunato: sul cross dal versante sinistro di Bertino, Cardella, nonostante una carica, fa da sponda di testa per Zucchi che conclude a rete ma colpisce il palo esterno alla sinistra dell’estremo difensore del Cassino.

Al triplice fischio dell’arbitro Cutrufo di Catania, in giornata abbastanza negativa per aver sorvolato su qualche cartellino giallo, esulta il Cassino che rimane in corsa per l’accesso ai play-off mentre per il Ladispoli, al di là del secondo ko consecutivo, niente è perduto per quanto riguarda la lotta per la salvezza a tre giornate dalla fine.

 

 

 

LE PAROLE DEI DUE TECNICI A FINE GARA

 

 

Carlo Cotroneo (all.Ladispoli): “Abbiamo fatto una gran partita nel secondo tempo e nell’unico errore nella ripresa, abbiamo subito goal.

Avremmo meritato ampiamente il pareggio giocando alla pari contro una grande squadra come il Cassino.

Siamo stati ingenui sul goal subìto sul goal di Prisco che non può essere lasciato da solo in area di rigore.

Sono molto soddisfatto della prestazione che non è stata negativa neanche a Latina, al di là del risultato.

Nel primo tempo, il vento non ci ha aiutato mentre nel secondo ci siamo espressi meglio dato che era a nostro favore.

Ora dobbiamo subito concentrarci sulla partita contro l’Albalonga, in programma giovedì al “Sale”, in cui dovremo una grande partita.

Viviamo alla giornata cercando di fare il massimo fino a fine stagione…”  

Corrado Urbano (all. Cassino): “Abbiamo sofferto a causa del vento che non ci ha permesso di pressare alti, soprattutto nel primo tempo.

Devo dire che abbiamo subìto molto la pressione del Ladispoli dopo essere passati in vantaggio.

L’unico rammarico è quello di non aver chiuso la partita in contropiede ma è stato importante portare a casa i tre punti pur riconoscendo il fatto che la nostra prestazione è stata al di sotto delle nostre possibilità anche per i meriti del Ladispoli.

Domenica scorsa, abbiamo perso un importante scontro diretto ma sapevo che niente era perduto. Penso che l’accesso ai play-off  si deciderà in volata  tra noi ed il Monterosi.

Siamo molto contenti per il rientro di Prisco, al di là del goal, ma ora non dobbiamo rilassarci dato che giovedì affronteremo al “Salveti” il Castiadas che è in lotta per non retrocedere.

A questo punto della stagione, quasi tutte le squadre giocano con il coltello tra i denti e quindi dovremo stare molto attenti.

E’ vero che aver saputo del risultato del Monterosi è un stato un vantaggio per noi dato che nel primo tempo, abbiamo giocato con molta frenesia.

Oramai, a tre giornate dalla fine, è giusto che ci sia la contemporaneità delle partite…”.

 

 

 

 

banner apple