PRIMA SCONFITTA PER LA LUPA ROMA DI ALBERTO CERRAI

redazione 1 settembre 2013 Commenti disabilitati su PRIMA SCONFITTA PER LA LUPA ROMA DI ALBERTO CERRAI
PRIMA SCONFITTA PER LA LUPA ROMA DI ALBERTO CERRAI

Termina la serie positiva della Lupa Roma che inciampa alla prima di campionato. Buona prestazione, caratterizzata purtroppo da tanti sprechi sotto rete. Cucciari, che aveva dovuto fare a meno di diversi elementi, vede così perdere per due a uno la sua compagine, contro un’ Astrea sempre ostica sul terreno amico… Ecco la sintesi di Valerio D’Epifanio, che precede la telecronaca integrale che andrà in onda da domani su RETE ORO NEWS.

Termina con una sconfitta la prima giornata di campionato della Lupa Roma di Cucciari che, ai punti, avrebbe quantomeno meritato di pareggiare. Il tecnico ex Terracina deve rinunciare agli infortunati Cerrai, Perrulli, Santarelli e Neri, che siede in panchina. Il modulo scelto per il match è il 4-2-3-1 con il trio Masciantonio-Chiesa-Morini alle spalle di Stefano Tajarol. Fabrizio Carli dispone invece l’Astrea con un 4-4-2 cercando di coprire bene le corsie laterali.
Il primo tempo parte in modo equilibrato nei primi 10 minuti con Giuntoli che al 3’ si rende pericoloso mettendo di poco a lato. All’11’ ottima trama offensiva della Lupa Roma con Masciantonio che crossa in mezzo per Tajarol per quello che sarebbe stato il gol del vantaggio ospite: l’assistente però ravvisa l’uscita del pallone e assegna una rimessa da fondo campo all’Astrea. Da questo momento in poi è un monologo della formazione di Cucciari che gioca un ottimo calcio chiudendo i padroni di casa nella propria metà campo e attuando un possesso palla che mette in grandi difficoltà l’Astrea. Al 19’ sul corner di Chiesa è Pasqualoni ad avere una buona occasione in area di rigore ma il suo tiro viene ribattuto all’ultimo istante. Al 21’ la prima grande opportunità capita a Tajarol che è bravissimo a girarsi in un fazzoletto calciando con il sinistro ma trovando pronto alla risposta l’estremo difensore ’94 Micheli che, tre minuti più tardi, è nuovamente prontissimo sul sinistro a botta sicura di Emanuele Morini che da pochi metri non riesce a finalizzare.
Al 27’ altra occasione per gli ospiti: Celli riparte velocemente in contropiede sfruttando la superiorità numerica, serve Masciantonio, il cui destro viene deviato in corner. Al 34’ ancora Lupa Roma pericolosa in avanti: Masciantonio sulla sinistra si libera al cross, il pallone arriva teso attraversando tutta l’area di rigore con Tajarol che non ci arriva di un soffio. Il primo tempo si chiude dunque a reti inviolate con la Lupa Roma che recrimina per le tante occasioni da gol create che non producono però nessun gol.
Nella ripresa la musica cambia perché l’Astrea aumenta i ritmi schiacciando nella propria metà campo la formazione di Cucciari che fatica a macinare il gioco prodotto nel primo tempo. Al 13’ il vantaggio dei padroni di casa nato da un calcio di punizione assegnato in modo discutibile dal signor Bruni di Fermo: la traiettoria disegnata da Gaeta trova Cipriani sul secondo palo che, lasciato colpevolmente solo, ha tutto il tempo di fare sponda per Mollo che, da due metri, non deve far altro che appoggiare in rete per l’1-0 dei padroni di casa.
La Lupa Roma cerca di mettere ordine e di reagire: al 22’ ci prova Morini con il sinistro ma è ancora attento Micheli ad allontanare il pericolo. Al 32’ calcio d’angolo di Morini che trova il colpo di testa di Forti che finisce di pochissimo a lato. Il forcing degli ospiti aumenta con l’ingresso di Leccese al posto di Bova: lo stesso attaccante argentino al 33’ si libera bene in area di rigore ma la sua conclusione viene smorzata terminando lentamente tra le braccia di Micheli.
Al 36’ Briotti, molto falloso nel corso del match, viene ingenuamente espulso dal signor Bruni di Fermo per doppia ammonizione con l’Astrea che termina dunque il match in 10 uomini. La Lupa Roma alza ancora il baricentro trovando il pari al 39’: sugli sviluppi di un corner, Capodaglio con il sinistro pennella per Raffaello che in girata trova il gol dell’1-1 con una rete di pregevole fattura. Neanche il tempo di esultare però per la squadra di Cucciari che, nonostante la superiorità numerica, arriva la beffa: al 41’ infatti è Giuntoli che prende il pallone al limite dell’area, salta bene Celli e con una conclusione precisa e potente batte Di Loreti per la rete del definitivo 2-1. Nel finale la pressione della formazione ospite non produce più grandi occasioni e la gara termina così dopo 4 minuti di recupero.
Molto bene il gioco espresso nei primi 45 minuti di gioco dalla Lupa Roma che, come già annunciato in altre circostanze, può e deve essere in grado di finalizzare maggiormente le tante occasioni da gol create nel corso del match. Primi tre punti per l’Astrea di Carli che incontrerà la settimana prossima il Maccarese di Fabrizio Paris. Il ko della Lupa Roma non deve invece trarre in inganno con la convinzione di poter immediatamente riscattare la sconfitta a partire da domenica prossima quando al “Desideri” di Fiumicino arriverà il Porto Torres.
Ecco il tabellino del match:
ASTREA – LUPA ROMA 2-1
Astrea (4-4-2): Micheli, Lorenzini, Briotti, Bellini, Civita, Cipriani, Gaeta, Mollo (39’st Battisti), Di Iorio (1’st Di Benedetto), Giuntoli, Piccirilli (26’st Sorrentino). A disp. Ciurluini, Sannibale, Tagliaferri, Pentassuglia, De Vincenzi, Urso. All. Fabrizio Carli.
Lupa Roma (4-2-3-1): Di Loreti, Forti, Celli, Capodaglio, Bova (31’st Leccese), Pasqualoni, Masciantonio, Raffaello, Tajarola, Chiesa (20’st Scibilia), Morini. A disp. Bolletta, Martorelli, Neri, Della Vecchia, Santarelli, Aspese, Metta. All. Alessandro Cucciari.
Arbitro: Sig. Samuele Bruni di Fermo. Assistenti: Sigg. Maurizio Paone di Ercolano e Davide Innaurato di Lanciano.
Marcatori: 13’st Mollo (A), 39’st Raffaello (L), 41?st Giuntoli (A).
Note – Espulso: 36’st Briotti (A) per doppia ammonizione. Ammoniti: Bellini, Mollo, Giuntoli (A), Celli, Pasqualoni, Tajarol (L). Calci d’angolo: 6-8 per la Lupa Roma. Recupero: 1’pt – 4’st.

Valerio D’Epifanio – Responsabile Comunicazione ASD Lupa Roma