Post SFF Atletico-Trastevere, le parole di Ercolani e Perrotti

Andrea Dirix 15 aprile 2019 Commenti disabilitati su Post SFF Atletico-Trastevere, le parole di Ercolani e Perrotti
Post SFF Atletico-Trastevere, le parole di Ercolani e Perrotti

Interviste a cura di Valerio Bertolelli

 

 

Al termine del match tra lo SFF Atletico ed il Trastevere abbiamo raccolto le impressioni a caldo dei due allenatori.

Fabrizio Ercolani, mister dell’SFF Atletico, ha così raccontato il suo esordio e le sue idee sulla gara: “Un debutto da ricordare, ma al di là del risultato ciò che avevo chiesto era la prestazione e la squadra ha risposto alla grande.

Abbiamo avuto una prima fase di incertezze, ma poi siamo cresciuti e abbiamo fatto la nostra partita.

Ai ragazzi devo dire solo bravi perché si sono messi a disposizione fin dal primo giorno in cui sono arrivato e hanno dato tutti quanti l’anima in campo.

Questo è figlio di una mancanza di tranquillità che piano piano dobbiamo ritrovare.

Siamo stati bravi a soffrire perché le partite non si possono sempre dominare e siamo stati in grado di essere compatti e di essere squadra fino alla fine.

Abbiamo concesso qualcosina di troppo, non abbiamo chiuso subito la partita, ma oggi era importante la prestazione.

La vittoria va benissimo, fa morale, per me sarà un esordio da ricordare, però la prestazione era fondamentale per noi”.

Ha poi continuato con i suoi pensieri sulla situazione attuale e futura della squadra: “Con una settimana di allenamenti non potevamo risolvere tutte le problematiche che ci sono però, oggi era fondamentale uscire con una buona gara.

L’impegno c’è stato da parte di tutti.

Dal punto di vista tecnico non possiamo lavorare molto perché abbiamo l’infrasettimanale, poi Pasqua e non c’è il tempo materiale per provare qualcosa di diverso.

La squadra ha risposto benissimo a quello che avevo chiesto.

Ci è mancata un po’ di tranquillità nel finale per chiudere la partita, l’abbiamo riaperta quando potevamo, ma l’importante era dare tutto fino alla fine.

Sia da giocatore che nella mia carriera da allenatore, se pur breve, non ho mai regalato niente a nessuno.

Andremo a giocarci tutte le partite su tutti i campi dando il massimo”.

Infine, ha speso due parole per elogiare la squadra e, soprattutto, Francesco Rizzitelli, classe 2000: “Rizzitelli ha giocato molto bene, ma preferisco fare i complimenti a tutta la squadra perché quando si vince una partita è tutta la squadra che ha fatto il suo dovere, non vince mai il singolo per come vedo io il campo.

Comunque Rizzitelli ha fatto una grande partita, deve continuare a lavorare e ad impegnarsi in allenamento, questo è il consiglio che posso dargli”.

Ha raccontato i suoi pensieri sulla gara anche il mister del Trastevere, Fabrizio Perrotti: “Ci siamo un po’ complicati la vita, anche con l’espulsione di Locci perché undici contro undici sarebbe stata un’altra partita.

Eravamo partiti bene perché avevamo avuto due o tre situazioni per fare gol, poi, dopo, è uscito questo rigore e con l’espulsione la gara si è complicata in maniera importante.

Il secondo tempo abbiamo provato a riprenderla, abbiamo fatto gol, ci sono state anche un paio di situazioni per pareggiarla.

È normale che dieci contro undici diventa tutto più difficile.

Forse sull’espulsione l’arbitro è stato un po’ esagerato, ma è chiaro che, ormai, la partita è finita, quindi è inutile stare qui a rammaricarsi per l’arbitro.

L’obiettivo ad oggi è quello di fare più punti possibili e almeno consolidare il terzo posto.

Non sarà facile perché anche il Latte Dolce sta camminando molto e noi abbiamo delle partite complicate, però è normale che cercheremo di arrivare almeno a quella posizione”.

 

 

 

 

banner apple