Pomezia: grande cuore e carattere

Giorgio Attolico 21 Novembre 2022 Commenti disabilitati su Pomezia: grande cuore e carattere
Pomezia: grande cuore e carattere

La squadra di Venturi torna alla vittoria dopo un mese e mezzo in virtù del successo casalingo, per 2-1, contro la Palmese. Per la società del Presidente Bizzaglia, è una vera e propria boccata d’ossigeno…

POMEZIA-PALMESE 2-1

Pomezia (4-2-3-1): Marcucci; Di Nezza (96’Francucci), Sossai, Cardinali C. (51’Lahrach), Ruggiero; Papaserio, Lo Pinto; Massella (83’Bosi), Nanni (88’Rocchi), Oi (80’Mezzina); Teti. A disp.:Pinna, Rossetti, Pizzuto, Giovagnoli. All.:Venturi.

Palmese (4-3-3): Stasi; Pugliese (88’Onesto), Tribuno, Allegra, Mileto (80’Romano); Galdean, Amenta (40’Prevete), Fusco; Cozzolino (94’Simonetti); Puntoriere, Rabbeni (56’Laringe). A disp.:Vitolo, Chkour, Passaro, Di Fero. All.:Pietropinto.

Arbitro: Massari di Torino.

Ass.arb.li: Giovanardi di Terni e Cardinali M.di Perugia.

Reti: 23’Di Nezza (PO), 29’Massella su rigore (PO), 48’Prevete (PA).

Note: Espulso all’85’ il Direttore Sportivo del Pomezia Mezzina per proteste. Ammoniti:Di Nezza (PO), Sossai (PO), Lo Pinto (PO) e Cozzolino (PA). Calci d’angolo:8-3 per la Palmese. Recupero:1’pt ed 8’st. Gara giocata a porte chiuse. Giornata di sole con un po’ di vento.

Dopo quattro sconfitte ed un pareggio, il Pomezia torna alla vittoria dopo aver superato per 2-1, al Comunale, la Palmese dopo una gara molto combattuta ma i rossoblù, grazie ad un ottimo primo tempo, sono riusciti a portare a casa i tre punti lottando con ardore fino alla fine. Nella prima frazione di gioco, partono meglio gli ospiti che vanno vicinissimo al goal, al 19′: su fallo laterale dal versante destro di Capitan Cozzolino, Puntoriere fa da sponda di tacco per il tocco morbido al volo di Pugliese, da corta distanza ma Marcucci fa buona guardia deviando in angolo alla sua sinistra. Dopo lo scampato pericolo, alla prima opportunità, i padroni di casa, al 23′, passano in vantaggio: su angolo dalla  sinistra di Nanni, Sossai fa da sponda al volo per Di Nezza, il man of the match, che infila da due passi. In vantaggio di un goal, il team di Venturi è galvanizzato e cinque minuti dopo, l’arbitro Massari di Torino, in giornata negativa, concede un calcio di rigore, ineccepibile, per un fallo di mano di Galdean su assist di Ruggiero dal versante destro. Si presenta sul dischetto Massella che spiazza Stasi con un rasoterra con il pallone che finisce in rete alla sua sinistra. Sotto di due reti, la squadra di Pietropinto prova a reagire ed al 34′, il tiro-cross  dalla sinistra molto insidioso di Fusco trova pronto Marcucci che sventa la minaccia. Quattro minuti dopo, Papaserio vede il portiere ospite fuori dai pali e conclude prontamente con un gran tiro dalla distanza che termina alto. Prima dell’intervallo, al 40′, il tecnico della Palmese effettua un primo cambio con Prevete al posto di Amenta, un po’ spento.

Ad inizio ripresa, i rossoneri premono ma al 3′, Nanni ci prova con una conclusione dal versante sinistro, da posizione defilata ma il pallone termina alto. Sul capovolgimento di fronte, gli ospiti riducono le distanze: Puntoriere serve dal versante destro Galdean che conclude immediatamente ma il pallone, dopo una deviazione, finisce sui piedi di Prevete che realizza da corta distanza tra le timide proteste dei rossoblù per un sospetto fuorigioco del giocatore ospite. Sul 2-1, la gara si riapre e tre minuti dopo, Venturi manda in campo Lahrach al posto di Cardinali C. cercando più freschezza sulle corsie esterne. Al 10′, i campani per poco non trovano il pari: sul cross dalla sinistra di Tribuno, Puntoriere, tra i migliori degli ospiti con Tribuno e Prevete, fa da sponda di testa per la rovesciata di Pugliese che finisce alta, all’altezza dell’area piccola ed il Pomezia si salva… Pochi istanti dopo, secondo avvicendamento per Pietropinto con Laringe per Rabbeni nell’intento di trovare più vivacità in attacco. I campani aumentano il loro forcing mentre i pometini arretrano il baricentro rispetto al primo tempo. Al 25′, i rossoneri vanno molto vicino al pareggio: su angolo dal versante destro di Galdean, il colpo di testa di Allegra finisce fuori di un soffio alla destra del portiere locale. Pochi istanti dopo, l’arbitro Massari grazia Mileto dopo aver rifilato una gomitata a Teti estraendo solo il cartellino giallo tra le proteste dei rossoblù. Si scaldano gli animi e viene allontanato per proteste, dalla panchina, il Direttore Sportivo del Pomezia Mezzina A. Alla mezz’ora, i padroni di casa vanno vicino al tris: su angolo dal versante sinistro di Nanni, tra i migliori in campo con Papaserio, Di Nezza, Sossai, Massella e Rocchi, Papaserio conclude a rete da buona posizione ma non inquadra la porta con il pallone che termina alto. Il finale è incandescente e vietato ai deboli di cuore… Al 35′, seconda sostituzione per i padroni di casa con Mezzina M. al posto di Oi con lo scopo di trovare più freschezza in mezzo al campo ma rispondono contemporaneamente gli ospiti con Romano al posto di Mileto per evitare il secondo cartellino giallo. Cinque minuti dopo, i rossoblù reclamano un calcio di rigore: sul calcio di punizione dalla trequarti di Mezzina, il colpo di testa di Sossai viene parato da Stasi ma ci sono dei sospetti per un possibile fallo di mano ma il direttore di gara  lascia proseguire. La gara scivola via verso l’epilogo e nel lungo recupero, nel terzo degli otto minuti, un po’ numerosi, concessi dall’arbitro Massari di Torino, il Pomezia sciupa una grande occasione per chiudere la partita: Teti s’invola molto bene sul versante sinistro e conclude a rete da buona posizione ma  Stasi non si fa sorprendere e si salva con un grande intervento di piede.

Il team di Venturi lotta caprabiamente e si difende dagli assalti disperati della Palmese ed al triplice fischio, è festa grande per il Pomezia che conquista una vittoria fondamentale che mancava dal lontano 9 ottobre quando superò sempre al Comunale l’Arzachena. Ora, per la società del Presidente Bizzaglia, dopo la bella rimonta in trasferta contro l’Atletico Uri dove ha ottenuto un pareggio, sarà importante allungare la serie positiva a cominciare dalla prossima sfida fuori casa, al S.Ciro contro il Portici in cui dovrà cercare di tornare a casa con un risultato positivo mentre è un momento delicato per la Palmese che dopo un bell’avvio di campionato, è reduce dalla terza sconfitta consecutiva. Per il Pomezia, in attesa della riapertura del mercato il 1 dicembre che permetterà di rinforzare la squadra, sarà comunque fondamentale giocare sempre con questa determinazione e mentalità per ottenere, a fine stagione, la salvezza.