PIRO, LA FRECCIA DELL’OSTIAMARE COMPIE 24 ANNI: “LARDONE PERSONA SPLENDIDA E MAI SCHERZARE TROPPO CON CAPUTO!”

redazione 10 aprile 2013 Commenti disabilitati su PIRO, LA FRECCIA DELL’OSTIAMARE COMPIE 24 ANNI: “LARDONE PERSONA SPLENDIDA E MAI SCHERZARE TROPPO CON CAPUTO!”

Intervista all’esterno di centrocampo dell’Ostiamare Daniele Piro, decisivo nell’ultima vittoria della squadra biancoviola e autore di un’ottima stagione da protagonista

 

a cura di VALERIO D’EPIFANIO

 

Buongiorno Daniele, ieri hai compiuto 24 anni e ovviamente ti rinnoviamo i nostri auguri: quali sono i tuoi obiettivi per il prossimo futuro?

Intanto ti ringrazio per gli auguri, per il mio futuro io spero sempre il meglio e di arrivare a giocare campionati importanti. Credo che questo sia realizzabile anche restando qui ad Ostia perchè la ritengo una bellissima realtà dove senza alcun dubbio si può fare calcio professionistico, ci sono delle solide basi che mi portano a dire questo.

Per la seconda stagione consecutiva sei all’Ostiamare dopo aver assaporato il professionismo con Brindisi, Pro Vasto e Cosenza: credi che l’Ostiamare abbia le possibilità di andarci nel minor tempo possibile?

Secondo me l’Ostiamare è una società che ha tutte le carte in regola per fare campionati più importanti. Spero davvero che sia possibile accontentare il presidente Lardone e portarlo in Lega Pro insieme a noi perché se lo meriterebbe davvero.

Che rapporto hai con il presidente Lardone, con il direttore sportivo Quadraccia e con il tecnico Caputo: descrivici queste tre figure e l’importanza che rivestono per te…

Il presidente Lardone e il direttore Quadraccia personalmente non li conoscevo, li ho conosciuti grazie a Gianluca Toscano mentre con mister Caputo ci avevo già giocato contro. Con il presidente penso di avere un ottimo rapporto, lo stimo tantissimo perchè poche squadre anzi poche società sono come l’Ostiamare e sinceramente anche uscendo fuori dal calcio è una persona splendida. Anche con il direttore Quadraccia c’è un bel rapporto, è riuscito sempre a darmi la giusta risposta e sopratutto la giusta decisione. Con il mister Caputo il rapporto è diverso: ci rido e ci scherzo sempre però lui ha un carattere molto particolare e devi capire sempre bene quando è il momento di scherzare e quando invece bisogna fare le persone serie.

La lotta per il vertice nel vostro raggruppamento si è fatta molto avvincente: chi pensi che possa spuntarla per la vittoria del campionato?

Fino alla settimana passata ti avrei detto la Casertana ma dopo il pareggio di domenica è difficile fare un pronostico, staremo a vedere.