PERRULLI ILLUDE, IL SORA RIMONTA E BATTE IL SAN BASILIO PALESTRINA

redazione 8 aprile 2013 Commenti disabilitati su PERRULLI ILLUDE, IL SORA RIMONTA E BATTE IL SAN BASILIO PALESTRINA

Continua a cullare il sogno playoff il Sora di Ezio Castellucci che, al termine di una prestazione di grande maturità, batte ed aggancia in classifica il forte San Basilio Palestrina. I romani partono fortissimo e con la magia di Perrulli su punizione si portano subito in vantaggio, ma nella prima frazione non capitalizzano a dovere la propria supremazia territoriale. Nella ripresa si assiste ad un match totalmente diverso: il Sora scende in campo con un altro piglio e nel primo quarto d’ora con Lucchese e Castellano ribalta il risultato, poi il palo salva i bianconeri sul destro di Deli e nel finale Cirelli chiude il match approfittando di una dormita di Anselmi per il 3-1 definitivo.
CRONACA Mister Ezio Castellucci deve rinunciare a due elementi cardine come Bellucci e Pastore ed allora rilancia Berardi in difesa e Castellano in attacco alle spalle di Branicki. Pirozzi, invece, recupera quasi l’intera rosa a propria disposizione e sceglie il giovane Navarra al centro dell’attacco lasciando in panchina elementi di grande valore come De Angelis e Cicino. La partenza dei romani è però letale ed il risultato si sblocca subito grazie al pezzo di bravura dell’elemento di maggiore classe tra i 22 in campo: Giampietro Perrulli. Il fantasista romano lascia partire un bolide di rara potenza e precisione su un calcio di punizione da quasi 40 metri che termina la sua corsa esattamente sotto l’incrocio della porta difesa da un Roncone inutilmente proteso in tuffo. Il gol è una mazzata per i bianconeri che fanno fatica ad entrare in partita ed al 16’ potrebbero nuovamente soccombere, ma questa volta la respinta di Roncone sul sinistro di Navarra è determinante. Il primo sussulto bianconero arriva al minuto 23 quando Iovinella incorna sul secondo palo il solito calcio di punizione tagliato dello specialista Barone e spizzato a centro area da Branicki, ma Apruzzese è ben posizionato e non si fa sorprendere. Alla mezzora è ancora Perrulli a spaventare Roncone e l’intero Tomei con un destro di controbalzo dai 25 metri che sibila di poco alto sulla traversa. Nel finale di prima frazione i bianconeri iniziano a prendere maggiormente l’iniziativa e costringono il San Basilio, fino a quel punto superiore, sulla difensiva. Al 36’ è Castellano a graziare Apruzzese da buonissima posizione dopo un’ottima azione insistita sulla destra iniziata da Terra e rifinita dal solito Cardazzi. L’ultima emozione della prima frazione è la mancata concessione di un rigore per il Sora dopo un netto doppio abbraccio in area di rigore ai danni di Branicki e Terra che il signor Mansi non ravvede e che genera nervosismo in casa sorana. Ne fanno le spese Barone e Branicki ammoniti per proteste e se la prende con il direttore di gara anche il mister Ezio Castellucci subito dopo il duplice fischio della prima frazione. L’approccio nella ripresa dei bianconeri sembra essere troppo svagato e con poca attenzione e non lascia minimamente presagire a quello che il campo dirà in un secondo tempo di grande intensità e qualità dei sorani. Infatti nei primi tre minuti di gioco i romani si presentano tre volte all’interno dell’area di rigore sorana che solo con un pizzico di fortuna riesce sempre a sbrogliare. Ed alla prima occasione della seconda frazione il Sora trova il pari. Siamo al 52’ e sugli sviluppi del corner da destra calciato da Barone l’ariete polacco Branicki svetta a centro area chiamando alla severa risposta Apruzzese che nulla può sul prepotente tap-in del puntuale Lucchese. Il gol mette le ali e fa cambiare marcia ai bianconeri che al 57’ sono nuovamente pericolosissimi con lo stesso Lucchese che con una girata al volo dal limite chiama il portiere romano ad una nuova difficile parata. Il gol bianconero è nell’aria ed arriva un minuto dopo quando Castellano è bravo ad approfittare dell’indecisione di Anselmi che colpisce male di testa e permette all’esterno sorano di incunearsi in area, presentarsi a tu per tu con il portiere e batterlo con un preciso diagonale di destro. Finalmente il Tomei si infiamma e la Curva Nord spinge una squadra completamente trasformata rispetto alla prima frazione, ma che dimostra il solito indomito carattere. Al minuto 60 l’incerto fischietto campano non se la sente di punire con la massima punizione l’entrata scomposta di D’Ambrosio sullo sgusciante Cardazzi involatosi verso la porta. I bianconeri gestiscono bene la partita e concedono pochissimo agli uomini di mister Pirozzi che forse hanno pensato troppo presto di aver incanalato la partita nei giusti binari. L’unica chance nella ripresa creata dai romani capita sui piedi del giovane Deli al 72’ che si accentra e dal limite lascia partire un destro che colpisce la faccia esterna del palo alla destra di Roncone. Con l’innesto prima di Siano e poi di Cirelli e Fontana il Sora si schiera in maniera più guardinga ed ordinata in campo e non concede nulla alla reazione della forte squadra romana. Così nel finale ci pensa il neo-entrato Cirelli a chiudere i conti rubando con astuzia sulla trequarti palla ad uno svagato Anselmi e battendo con un perfetto esterno destro Apruzzese in uscita disperata. Manca solo il tempo per registrare l’espulsione del mediano romano Luciani per qualche parolina di troppo all’arbitro e, dopo cinque minuti di recupero, il Sora può festeggiare per una vittoria importante raggiunta al termine di una prestazione da grande squadra. I sorani agguantano il San Basilio in classifica, ma vedono sempre distante tre lunghezze la zona playoff ed il quinto posto della Lupa Frascati. Domenica si va nuovamente sull’isola per l’ultima trasferta sarda della stagione ed i bianconeri dovranno essere bravi a fare nuovamente risultato per provare a restare tra le grandi del girone.

SORA – SAN BASILIO PALESTRINA 3-1

Sora: Roncone 6,5, Berardi 6,5, Di Bacco 6, Terra 6,5, Barone 6,5, Iovinella 7, Cardazzi 6,5 (42’st Fontana sv), Lucchese 7,5, Castellano 6,5 (35’st Cirelli 6,5), Branicki 7, Simoncelli 6 (23’st Siano 6). A disp: Teoli, Sanna, Coluccia D, Coluccia M. All. Castellucci 7

San Basilio: Apruzzese 6,5, Pralini 6 (35’st Amendola sv), Di Finizio 5, D’Ambrosio 6 (20’st Casalese 5,5), Anselmi 5, Luciani 6, Deli 6, Navarra 5,5 (20’st Cicino 6), Capodaglio 6,5, Perrulli 7, Morbidelli 6. A disp: De Angelis P, Galante, Casavecchia, De Angelis M. All. Pirozzi 5,5

Arbitro: signor Mansi di Nocera Inferiore 5,5

Marcatori: 4’pt Perrulli (SB), 7’st Lucchese (S), 13’st Castellano (S), 43’st Cirelli (S).

Note: spettatori 600 circa. Espulso al 45’st Luciani (SB) per frase irriguardosa all’arbitro. Ammoniti Berardi, Barone, Branicki, Terra e Iovinella (S), Pralini (SB). Recuperi: 1’pt, 5’st. Calci d’angolo 8 a 2 per il Sora.

(a cura di Fabio Tranquilli)