Palestrina, patron Cristofari a testa alta: “Io non gioco per partecipare. Fiorentini? Non solo lui, faremo un grande mercato”

Andrea Dirix 26 novembre 2019 Commenti disabilitati su Palestrina, patron Cristofari a testa alta: “Io non gioco per partecipare. Fiorentini? Non solo lui, faremo un grande mercato”
Palestrina, patron Cristofari a testa alta: “Io non gioco per partecipare. Fiorentini? Non solo lui, faremo un grande mercato”

Il Palestrina è reduce dall’1-1 sul campo dell’Atletico Lodigiani.

Una partita caratterizzata da tanto equilibrio e da un alto tasso agonistico su un campo reso pesante dalla pioggia, ma soprattutto da un’accecante prodezza di Michele Gallaccio che aveva portato in vantaggio gli arancioverdi a dieci minuti dalla fine prima dell’immediata risposta dei padroni di casa: “Con un pizzico di attenzione e concentrazione in più, avremmo portato a casa tre punti molto pesanti – dice il presidente Augusto Cristofari – Comunque il pareggio è giusto per quello che ha detto la partita.

Il gol di Gallaccio?

Una rete “da Champions”, ne aveva fatto uno simile in questa stagione: è un giocatore di categoria superiore”.

L’Eccellenza è ormai prossima alla riapertura della “finestra di mercato” di dicembre e il presidente del Palestrina non può esimersi dall’esprimere un parere su questo aspetto: “Come sempre detto, non mi piace fare i campionati per partecipare.

Inoltre la classifica rende ancora possibile tutto e quindi cercheremo di fare delle operazioni importanti.

Abbiamo già trovato l’accordo con un calciatore di grande spessore come Jody Fiorentini e proveremo a rinforzare ulteriormente questo gruppo, ma tante volte dipende anche dalla volontà degli obiettivi prescelti e da quella delle società di appartenenza.

Le squadre che sono in lotta per la vittoria difficilmente lasciano andare i giocatori forti, ma al di là dei nomi sarà importante recuperare quello spirito di gruppo che è fondamentale per arrivare in fondo da protagonisti”.

La chiusura del presidente riguarda i cambiamenti profondi che ci sono stati in questa prima parte di stagione e poi la riapertura delle tribune del campo “Sbardella”: “E’ stato un inizio di campionato particolare.

In estate, per motivi di lavoro, non mi sono potuto occupare di mercato come ho sempre fatto e sono state fatte alcune scelte che non ho condiviso così ho scelto un mio ex giocatore come Francesco Pistolesi nel ruolo di direttore sportivo.

Per motivazioni simili abbiamo scelto di cambiare la conduzione tecnica affidando la panchina a Stefano Scaricamazza, ma come detto per vincere i campionati ci vuole una forte unità di intenti tra tutte le componenti perché solamente coi nomi non si arriva a dama.

Il campo?

Speriamo che l’anno nuovo ci porti l’agognata riapertura delle tribune e che questo possa coincidere con una grande seconda parte di stagione del Palestrina” conclude Cristofari.

 

(Ufficio Stampa Palestrina)

 

 

 

 

banner 6.0 orizz