OTTAVIA-FREGENE PER CUORI FORTI, MA A SORRIDERE E’ IL DLF CIVITAVECCHIA!

Massimoconf 24 maggio 2013 Commenti disabilitati su OTTAVIA-FREGENE PER CUORI FORTI, MA A SORRIDERE E’ IL DLF CIVITAVECCHIA!

a cura di Massimo Confortini

ROMA – Gara vibrante al campo Urbetevere, dove per il girone C si affrontano Ottavia e Fregene. Dopo lo sfortunato esordio i ragazzi di Foresi si affidano ancora alla classe di Damiano Fortuna, con Farfarelli maglia numero 9 e Corsini con Felici sugli esterni. Per il Fregene Giuffrida e Belli partono della panchina, l’attacco è affidato a Tourè e Fais.

Il primo squillo è proprio di Felici, che anticipa il portiere avversario di testa al 10′, ma non inquadra la porta. Ci prova allora Fais al 16′ dalla parte opposta, ma Di Venuto è bravo ad opporsi. Stessa sorte per il tiro di Roviti sul calcio d’angolo successivo: Di Venuto è ancora reattivo. Il gol che apre le danze è firmato al 22′ da Farfarelli, che parte sul filo del fuorigioco, e con un bel destro incrociato batte imparabilmente D’Angelo. Lo stesso Farfarelli ci riprova al 34′ con un gran tiro, senza inquadrare da posizione proibitiva la porta avversaria. Si va al riposo sull’ 1-0 per l’Ottavia.

La ripresa non è adatta ai deboli di cuore: al 10′ Corsini di tacco illumina per il neoentrato Spalletti, che con grande freddezza batte D’Angelo. Al 16′ la gara sembra chiudersi definitivamente: assist al bacio di Damiano Fortuna per Foresi che firma il tris. La gara, a questo punto, scorre verso il triplice fischio senza che nessuno possa immaginare i fuochi d’artificio finali: e invece… Minuto numero 31′: Tourè sfrutta un’incomprensione difensiva e da rapace d’area segna il suo primo gol al Beppe Viola. Sembra la classica rete della bandiera, ma la carica del numero 11 scuote i suoi compagni. Minuto 32′: ancora Tourè, entra in area di rigore da destra e con un tiro all’angolino accorcia ulteriormente le distanze. I ragazzi del Fregene sono in trance agonistica. Minuto 34′: pallone servito in area a Giuffrida, che con una grande girata fa 3-3! Pazzesco, il Fregene pareggia dal 3-0 al 3-3 in meno di quattro minuti.

Per tenere vivo il discorso qualificazione, la formazione di Izzi deve trovare il gol del 4-3, e lo cerca con tutta la generosità possibile, cingendo d’assedio la difesa dell’Ottavia, ma la beffa arriva all’ultimo secondo: contropiede di Angelini, che prima impegna alla parata D’Angelo, poi serve sul secondo palo Spalletti, che non può sbagliare. Pirotecnico 4-3 e applausi per tutti i protagonisti in campo, che hanno dato vita ad un’autentica battaglia sportiva che ha appassionato veramente tutti.

Le due squadre escono dal torneo con gli applausi scroscianti di chi si è goduto una partita al cardiopalma, perchè nello sport si può essere vincenti anche senza alzare trofei, anche uscendo a testa alta senza rimpianti, convinti di aver dato tutto. Tra qualche anno questi ragazzi ricorderanno questa partita con un sorriso e con la soddisfazione di averla giocata. E’ anche questa la magia del Beppe Viola… 

Tabellino:

Ottavia-Fregene 4-3

Ottavia: Di Venuto (dal 18’st Rea), Centrella, Manini (dal 9’st Migliorini), Menci, Buffa, Morgante, Corsini (dal 13’st Angelini), Gentili (dal 6’st Menniti), Farfarelli (dal 9’st Foresi), Fortuna (dal 18’st Gatto), Felici (dal 3’st Spalletti); All: Foresi

Fregene: D’Angelo, Silvestri, Proietti (dal’8’st Cecchini), Roviti (dal 17’st Ceci), Spagnoletti, Marri, Ruda (dal 19’st Belli), Cesarini, Fais (dal 4’st Giuffrida), Ronconi (dal 1’st Sabatini), Tourè; All: Izzi; a disp: Sammarone, Spito

Arbitro: sig. Silvestri di Roma 1

Marcatori: 22’pt Farfarelli (O), 10’st Spalletti (O), 16’st Foresi (O), 31’st Tourè (F), 32’st Tourè (F), 34’st Giuffrida (F), 37’st Spalletti (O)

Note: ammoniti: Angelini (O), Sabatini, Tourè (F); minuti di recupero: 1’pt, 4’st