Ostiamare corsara al Madami: terza vittoria consecutiva e +4 sui play-out. Flaminia nei guai

Riccardo Selvi 28 Febbraio 2021 Commenti disabilitati su Ostiamare corsara al Madami: terza vittoria consecutiva e +4 sui play-out. Flaminia nei guai
Ostiamare corsara al Madami: terza vittoria consecutiva e +4 sui play-out. Flaminia nei guai

Flaminia-Ostiamare 1-2

Marcatori: 18’ rig Cruz (F), 41’ Nanni (O), 82’ rig. Mastropietro (O)

FLAMINIA: Grussu, Staffa (dall’84’ Mignone), Fe’, Guadalupi (dal 61’ Covarelli), Massaccesi, Fapperdue, Traditi, Lazzarini, Cruz (dal 79’ Fondi), Ferrara (dal 65’ Pagliaroli), Sirbu.

A disp.: Nocco, Modesti, Battistelli, Coracci, Barduani Proietti.

All.: Fabio Tocci.

 

OSTIAMARE: Giannini, Carta, Cabella, Fabrizio Ferrari (dal 76’ Pattelli), Nanni (dall’88’ Moi), D’Astolfo, De Sousa, Mastropietro, Ippoliti, Pedone, Salines.

A disp.: Giori, Zoppellari, Enrico Ferrari, Licciardello, Verdirosi, Matteoli, Mastromattei.

All.: Stefano De Angelis.

 

Arbitro: Enrico Cappai (sez. di Cagliari)

Ass.: Riccardo Persichini (sez. di Macerata) e Massimiliano Moretti (sez. di San Benedetto del Tronto)

 

NOTE. Ammoniti: 17’ Massaccesi (F), 22’ Fapperdue (F), 68’ De Sousa (O), 81’ Staffa (F),  90’+2’ Pedone (O), 90’+3’ Fe’ (F).

Angoli: 4-3.

Recupero: 2‘ pt, 4‘ st.

 

Serie D (Girone E), 20ª giornata

Domenica 28 febbraio, ore 14:30

Stadio ‘Turiddu Madami’ di Civita Castellana


L’Ostiamare espugna in rimonta il Madami, ottiene la terza vittoria consecutiva e si tira definitivamente fuori dalla zona play-out, inguaiando invece una Flaminia in crisi nera.

Tocci senza Gasperini squalificato e Sciamanna infortunato non rinuncia al  4-3-3 con Sirbu e Ferrara ai lati di Cruz, mentre De Angelis dalla parte opposta orfano di Lazzeri appiedato per un turno dal Giudice Sportivo risponde con lo stesso modulo con Nanni, De Sousa e Mastropietro a comporre il pesante tridente offensivo.

Gara frizzante ma equilibrata in avvio, con la Flaminia che dopo 18’ mette la freccia grazie a Cruz, che prima si guadagna il calcio di rigore costringendo allo sgambetto in area D’Astolfo e poi dagli undici metri fredda Giannini per l’1-0.

I civitonici interpretano meglio la prima parte, senza rischiare nulla e provando anche a cercare il raddoppio. Al 22’ Lazzarini impegna severamente Giannini dalla distanza con un destro insidioso dai 25 metri che picchia per terra e viene disinnescato con qualche affanno dal numero uno ospite.

Sembra scorrere via così la prima frazione, ma a 4’ dal duplice fischio Nanni chiude un travolgente contropiede condotto da Mastropietro, sfruttando l’errore in copertura di Staffa e insaccando in diagonale il pallone dell’1-1.

Nella ripresa il copione della gara non cambia di molto, con l’equilibrio che regna sovrano e le due squadre che rifiatano per tentare l’assalto nel finale.

Dopo un botta e risposta nei primi 10’ tra Mastropietro e Sirbu, che cercano gloria dal limite ma trovano soltanto i guantoni di Grussu e Giannini, al 72’ i padroni di casa hanno una ghiotta chance per riportarsi in vantaggio, ma il colpo di testa di Cruz viene salvato miracolosamente sulla linea da Carta.

L’episodio che decide la partita arriva all’82’ quando dopo una bella parata di Grussu su Mastropietro in area, sul successivo cross dalla destra Staffa tocca il pallone col braccio per anticipare Nanni, costringendo Cappai a fischiare il secondo rigore di giornata, questa volta per gli ospiti. Dal dischetto Mastropietro spiazza Grussu e con il suo ottavo centro stagionale regala i tre punti all’Ostiamare, rendendo vano anche il disperato assalto civitonico nel finale che a parte una punizione velenosa di Fe’ dal vertice sinistro non produce nulla.

Vittoria importantissima per i biancoviola di De Angelis, che con il terzo successo di seguito agganciano Sangiovannese e San Donato Tavarnelle a quota 25, a +4 dalla zona play-out; sconfitta pesante invece per la Flaminia di Tocci, sempre quintultima a 21 punti.