Ostia Mare travolgente: tris all’Arezzo

Giorgio Attolico 28 Novembre 2022 Commenti disabilitati su Ostia Mare travolgente: tris all’Arezzo
Ostia Mare travolgente: tris all’Arezzo

Dopo il pari esterno contro il Tau Altopascio che ha lasciato un po’ di amarezza, i biancoviola, a Le Muracciole, hanno sconfitto nettamente l’Arezzo, in formazione rimaneggiata, per 3-0 chiudendo la pratica nel primo tempo. Grande prestazione della squadra di Galluzzo che dopo un avvio difficile sembra in crescita nelle ultime settimane.

OSTIA MARE-AREZZO 3-0

Ostia Mare (4-3-2-1): Borrelli; Succi (83’Pompei) Lazzeri, Sbardella, Mazzei; Gelonese, De Crescenzo (86’Matteoli), Santarpia; Milani (86’Amendola), Tirelli; Roberti. A disp.:Zizzania, Talamonti, Santovito, Potenziani, Frasca. All.:Galluzzo.

Arezzo (4-3-3): Trombini (46’Viti); Bruni, Poggesi, Lazzarini (46’Polvani), Pericolini (46’Pattarello); Bianchi, Damiani, Castiglia (70’Forte); Convitto (70’Boubacar), Bramante, Gucci. A disp.:Forte, Dema, Zhupa, Scichilone, Stopponi. All.:Indiani.

Arbitro: Manzo di Torre Annunziata.

Ass.arb.li: Persichini di Macerata e Piccinini di Ancona.

Reti: 1’Santarpia, 28’Sbardella, 39’Roberti su rigore.

Note: Ammoniti:Succi (OM), Matteoli (OM) e Bruni (A). Calci d’angolo:6-5 per l’Arezzo. Recupero:2’pt e 4’st. Giornata di sole con temperatura gradevole. Buona cornice di pubblico con circa cento tifosi ospiti. Squadre in campo con un simbolo rosso in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne.

L’Ostia Mare travolge l’Arezzo per 3-0, a Le Muracciole, dopo una partita perfetta in cui i biancoviola hanno dimostrato grande carattere e determinazione fin dall’inizio del match mentre la squadra di Indiani, al di là delle assenze, è apparsa piuttosto contratta. Pronti-via e dopo neanche un minuto, i padroni di casa passano in vantaggio: Milani serve dal versante destro Santarpia, indisturbato, che infila con un rasoterra molto preciso che finisce in rete alla sinistra di Trombini. In vantaggio di un goal, il team di Galluzzo è galvanizzato ed all’5′, va molto vicino al raddoppio: Roberti vede bene De Crescenzo che conclude prontamente a rete ma il portiere ospite blocca il pallone alla sua sinistra. Gli amaranto, un po’ tramortiti, provano a reagire e due minuti dopo, si rende pericoloso: Poggesi, tra i migliori dei toscani con Bramante, serve dalla sinistra Gucci, un po’ pressato, che si gira e conclude a rete da corta distanza ma Borrelli sventa la minaccia bloccando il pallone alla sua destra.

La partita è ricca di emozioni ed al 10′, la squadra di Indiani è molto pericolosa: Poggesi vede bene dal versante sinistro Bramante ma la sua conclusione di controbalzo finisce alta di poco. Gli ospiti premono ma i lidensi lottano su ogni pallone. Sette minuti dopo, i toscani vanno vicino all’1-1: Convitto, dopo un bel numero sul versante sinistro, effettua un cross a centro area per la semi-rovesciata di Gucci che finisce fuori di un soffio alla destra del portiere dei baincoviola. Al 23′, i padroni di casa per poco non trovano il raddoppio: sul cross dalla destra di Tirelli, il colpo di testa schicciato di Roberti, tutto solo, trova pronto Trombini che si salva con un grande intervento alla sua sinistra. E’ un buon momento per l’Ostia Mare dato che cinque minuti dopo, De Crescenzo serve Roberti che però si defila un po’ ed il suo tiro da corta distanza, all’altezza dell’area piccola, trova pronto il portiere ospite che si salva in calcio d’angolo alla sua sinistra. E’ il preludio al goal del raddoppio che arriva in modo rocambolesco: sul successivo tiro dalla bandierina dal versante destro di Tirelli, il colpo di testa di Genolese sul secondo palo, da posizione molto defilata nell’area piccola, carambola su Sbardella che realizza sempre di testa. E’ il goal del 2-0 per il team di Galluzzo che lascerà il segno agli amaranto…  Nel finale di tempo, i gabbiani sono molto pimpanti mentre i toscani sono un po’ contratti. Al 38′, l’arbitro Manzo di Torre Annunziata concede un calcio di rigore, ineccepibile, per un fallo molto ingenuo di Lazzarini su Succi. Si presenta sul dischetto Roberti che trasforma con un tiro rasoterra, molto angolato, che termina in rete all’angolino alla destra di Trombini. Sul 3-0, l’Ostia Mare, poco prima dell’intervallo, vicino al poker con Succi che si libera bene sulla sinistra e conclude immediatamente a rete ma il portiere ospite è attento e si oppone alla sua sinistra. E’ l’ultima emozione di un primo tempo giocato in modo esemplare dai biancoviola…

Ad inizio ripresa, il tecnico degli amaranto, dopo una prima frazione di gioco disastrosa da parte della sua squadra, prova a cambiare volto alla partita con un triplo cambio con gli ingressi sul terreno di gioco di Viti, Polvani e Pattarello al posto di Trombini, Lazzarini e Pericolini. Gli ospiti prendono l’iniziativa ma i lidensi si difendono con ordine. All’8′, l’Arezzo va vicino al goal: dopo un’azione convulsa, il tiro di Bramante finisce fuori di poco alla sinistra di Borrelli creando qualche brivido alla porta dei gabbiani. I toscani aumentano il loro forcing e quattro minuti dopo, Convitto ci prova con un bel tiro dal versante sinistro ma il pallone termina fuori di poco alla sinistra del portiere locale. Sul capovolgimento di fronte, al 13′, i padroni di casa sono pericolosissimi: Roberti, dopo aver vinto un rimpallo, serve dalla sinistra un assist al bacio per Santarpia ma il suo tap-in, a botta sicura, trova l’opposizione di Polvani che salva la sua porta.

Tre minuti dopo, Viti sbaglia il rinvio da fondo campo ma Roberti, tutto solo, è un po’ precipitoso nel concludere a rete, al volo con il pallone che finisce fuori di poco alla sua destra. Gli amaranto cercano di riaprire la partita ma perdono lucidità con il passare dei minuti. Al 25′, ultimi cambi per Indiani che manda in campo Forte e Boubacar al posto di Castiglia e Convitto nell’intento di trovare più vivacità sia a centrocampo che in attacco. Nel finale, al 35′, l’Ostia Mare va molto vicino al poker: Milani, tra i migliori in campo con Succi, Roberti, Tirelli, De Crescenzo, Santaropia e Gelonese, conclude a rete dalla distanza ma il portiere ospite fa buona guardia e sventa la minaccia. Due minuti dopo, standing ovation  per Succi, il man of the match, che viene sostituito da Pompei. Passano pochi istanti e gli ospiti vanno vicino al goal della bandiera: sul calcio di punizione di Bramante, la rovesciata di Boubacar, dopo la deviazione della difesa, finisce fuori di poco, in calcio d’angolo, alla sinistra di Borrelli. Al 38′, su angolo dalla sinistra di Boubacar, il pallone, dopo la deviazione, finisce sui piedi di Pattarello che conclude prontamente ma il pallone finisce alto di poco. Gli amaranto lasciano inevitabilmente ampie praterie al team di Galluzzo che va vicinissimo al quarto goal, cinque minuti dopo: Tirelli vede bene Roberti che conclude a rete solo davanti a Viti che respinge corto ma il tap-in di Matteoli, subentrato da poco a De Crescenzo, trova l’opposizione di Bruni che sventa la minaccia. Prima dell’epilogo, nel primo dei quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara, la squadra di Indiani si fa vedere con un tiro-cross dalla sinistra di Bramante che però non sorprende Borrelli che si supera con un grande intervento deviando il pallone destinato nel sette.

Al triplice fischio dell’arbitro Manzo di Torre Annunziata, buona la sua direzione, grande festa per l’Ostia Mare che ha conquistato una vittoria importante e prestigiosa contro l’Arezzo che è caduta dopo quattro risultati utili di fila ed ora, il team di Indiani è atteso dal big-match, in trasferta, al Comunale, contro la capolista Pianese che ha ora cinque lunghezze di vantaggio sugli amaranto e quindi, sarà vietato sbagliare per la società del Presidente Manzo ma anche l’Ostia Mare, che ha ottenuto quattro punti nelle ultime due gare, avrà un impegno molto difficile dato che sarà impegnata, anch’essa in trasferta, al Lotti, contro il Poggibonsi, terza forza del raggruppamento. Per i biancoviola, a pochi giorni dalla riapertura del mercato, l’obiettivo è innanzitutto quello di allontanarsi dalla zona calda con l’obiettivo, a fine stagione, di fare un campionato dignitoso.