Orlandi saluta e ringrazia il Dilettanti Falasche, ripartirà per una nuova avventura

Carlo Edoardo Canepone 27 giugno 2018 Commenti disabilitati su Orlandi saluta e ringrazia il Dilettanti Falasche, ripartirà per una nuova avventura
Orlandi saluta e ringrazia il Dilettanti Falasche, ripartirà per una nuova avventura

A cura di Carlo Edoardo Canepone

Dopo un’ottima stagione con il Dilettanti Falasche, il direttore sportivo Stefano Orlandi interrompe il rapporto professionale con il club di Anzio e guarda al futuro fiducioso, pronto a rimettersi in gioco altrove per un progetto ambizioso. Noi di Sport in Oro abbiamo avuto il piacere di fare un’amichevole chiacchierata con il ds tra la stagione appena trascorsa e quella che verrà.

“Direttore, siamo ormai al termine della stagione 2017/18, vuole tracciare un bilancio del suo lavoro con un occhio di riguardo allo splendido traguardo raggiunto dai 2004?”

“Io innanzitutto voglio ringraziare tutti i tecnici che hanno preso parte a questa stagione. Abbiamo fatto davvero una grande annata dai 2001 di Infanti, che hanno avuto una crescita eccezionale, ai 2004 che hanno fatto qualcosa di incredibile vincendo il campionato guadagnandosi inaspettatamente l’elite. Però, anche i 2002 e i 2003 vanno ringraziati per quello che hanno fatto. Termina una stagione meravigliosa”

“Come mai a termine di quest’annata è arrivata la separazione dal club senza raggiungere un accordo per un nuovo anno?”

“Ancora non ho deciso in realtà perché avrò un’ultima riunione con i vertici del Falasche e ancora ho qualche dubbio sul cosa comunicare. Purtroppo la società sta attraversando un momento non semplice. Non si sa neanche se si farà una prima squadra, quindi è un momento difficile”

“Quali sono i suoi progetti futuri? Vuole prendersi un momento di relax o è in cerca di una nuova avventura?”

“Come detto, non ho ancora deciso con il Falasche, anche se al 99,9% andrò via. Ho già avuto qualche contatto con altre società per rimettermi in gioco con bei progetti”

“Vuole lasciare un ultimo messaggio pubblico alla sua ormai ex società?”

“Ci tengo a ringraziare pubblicamente tutta la società: dal presidente che è una persona meravigliosa, fino ai mister e alla segreteria. Lascio gente eccezionale, sarebbe stato bello rimanere, ma purtroppo non credo ci siano le condizioni per farlo. Grazie per quest’avventura, porterò sempre tutti nel mio cuore”