Mussoni e la sfida Morandi: “Torno con entusiasmo, è una grande chance”

Simone Capone 30 luglio 2019 Commenti disabilitati su Mussoni e la sfida Morandi: “Torno con entusiasmo, è una grande chance”
Mussoni e la sfida Morandi: “Torno con entusiasmo, è una grande chance”

Dopo una stagione passata lontano dai confini regionali Alessandro Mussoni torna nel Lazio, più precisamente nella sua Ostia.

Il tecnico lidense siederà infatti sulla panchina del Rodolfo Morandi per la sua prima esperienza con una prima squadra dilettantistica: “Sarei tornato nei dilettanti solo per un’esperienza con una prima squadra, e così è stato: ero da tempo attratto da un progetto diverso ed allo stesso tempo stimolante, sono convinto di averlo trovato qui.

Ringrazio il DS Sandro Cuomo ed i Presidenti Cannone e Dieli per avermi dato questa possibilità così importante, spero di essere all’altezza dell’incarico.

Cosa può darmi questa avventura?

A livello sportivo uno scambio di idee con uomini che hanno vissuto questo tipo di categorie, a livello umano un confronto con uomini eccezionali che lavorano tutto il giorno ed arrivano al campo per pura passione e amore per questo sport. A loro chiederò sempre il 100%, ma so che sarà difficile: cercherò di essere più flessibile anche io”.

Il Morandi ha già iniziato la propria preparazione all’Anco Marzio sotto la guida del neo tecnico: “Oggi sarà l’ottavo giorno di lavoro – afferma Mussonistiamo lavorando molto sia sulla parte atletica che su quella tattica.

Non vedo l’ora di scoprire il nostro reale valore, mancano ancora diversi giocatori che si aggregheranno a breve al gruppo.

Domani, intanto, avremo il primo test amichevole al Francioni di Latina, dove affronteremo proprio i nerazzurri di casa. Pochi giorni dopo ci toccherà l’Ostiamare, saranno due gare utili a conoscerci meglio e capire quello che potremmo fare”

Il mercato ha regalato a Mussoni diverse pedine importanti, anche se a detta dell’allenatore manca ancora qualcosina: “Sono arrivati Flore, Metta e Lo Schiavo, tre innesti di assoluto valore che innalzano sicuramente il nostro livello. Abbiamo messo dentro anche due Under, Guidi ed Alessandrini, e credo che a breve ne arriveranno altri due.

Il gruppo è numeroso, è vero, ma credo che manchi ancora qualcosa nel reparto offensivo”.

Quali saranno dunque gli obiettivi di questo nuovo Morandi? “Vivremo alla giornata lavorando sodo e con umiltà settimana dopo settimana. Iniziare ad inanellare da subito risultati positivi potrebbe essere il giusto traino per un campionato tranquillo”.

banner apple