Il Montespaccato torna a sorridere: finisce 2 a 1 all’Ocres Moca

Simone Capone 17 marzo 2019 Commenti disabilitati su Il Montespaccato torna a sorridere: finisce 2 a 1 all’Ocres Moca
Il Montespaccato torna a sorridere: finisce 2 a 1 all’Ocres Moca

(Foto Vamos)

A cura di Giorgia Masala

VILLALBA – MONTESPACCATO  1 – 2

Montespaccato Savoia: Tassi, Di Nezza, Nanci, Guiducci, Bernardi, Romondini, Pezzuto (90’ Ferrari), Fumini (76’ Rita), De Dominicis, Sandu, Calì A disp.: Langelotti, Rita, Mastrosanti, Colapietro, Spurio, Gennaretti, Ferrari, Penge, Adami. Allenatore: Belli Marcello

Villalba Ocres Moca: Nasti, Naplone (45’ Zanoletti), Scotto, Bladinelli, Langiotti, Ranieri, Valentini (75’ Loreti), Rossi (68’ Taverna), Bari, Prioteasa, Giulitti (63’ Raho) A disp.: Pagella, Coccia, Zanoletti, Taverna, Loreti, Raho, Bartucca, Pulci, Jacob. Allenatore: Leone Diego

Arbitro ed assistenti: Velocci Emanuele di Frosinone, Cagiola Lorenzo di Roma 1, Grasso Nunzio di Roma 1

 Marcatori: 38’ De Dominicis, 52’ Calì, 90’ Bari

 Note: Langiotti, Giulitti, Zanoletti, Rita, Loreti

Dopo la pesante sconfitta in casa, il Montespaccato Savoia affronta il Villalba O.M di mister Leone, che ha bisogno dei 3 punti per blindare la salvezza.

Primo tempo privo di grandi emozioni, caratterizzato da poche azioni manovrate, ambo le parti, anche a causa delle condizioni del terreno di gioco che costringe le due compagini a puntare più sull’ aspetto agonistico che tecnico.

Al 17’ primo guizzo del match: Prioteasa parte in solitaria ed in seguito ad una sterzata, rientra sul sinistro e calcia. Bravo Tassi a respingere.

Un minuto dopo, giallo per Langiotti e punizione per il Monte Savoia. Ci prova Calì, ma il tiro è facile da parare per Nasti.

Arriva al 38’ l’azione che sblocca il risultato: Pezzuto dalla destra fa partire un cross per il numero 11 De Dominicis che, dal limite, controlla e calcia in porta. Nonostante il tiro non irresistibile, la sfera passa tra le mani di Nasti ed il Montespaccato passa in vantaggio.

Al 42’ è sempre il numero 9 , l’uomo più pericoloso dei tiburtini che, dopo aver conquistato un calcio di punizione dal limite, tenta il tiro in porta, ma la palla impatta sulla barriera.

Nulla di fatto per la squadra di casa che rientra negli spogliatoi sul risultato di una rete a zero.

Nel secondo tempo il Villalba rientra in campo con una novità: fuori Naplone dentro Zanoletti.

Al 5’ si infuoca la partita: Langiotti atterra in area il numero 2 Di Nezza: l’arbitro Velocci concede il rigore per gli ospiti ed estrae il secondo giallo che costa l’espulsione al numero 3 casalingo.

Come all’andata, si rinnova il duello Calì Nasti, ex compagni Audace. Questa volta però il Bomber Calì spiazza il portiere ed apre il piattone: la palla finisce all’angolino della porta.

Al 7’, risultato sullo 0-2 per gli ospiti, che sembrano aver chiuso la partita.

Ma solo due minuti più tardi, il cross di Prioteasa impatta sul braccio di Bernardi che comporta il rigore per i tiburtini. Batte il numero 9, ma la palla viene respinta da un formidabile Tassi che blinda la porta Savoia.

Al 17’ gran tiro da fuori area di Bari, ma la palla finisce alta.

Superata la metà del secondo tempo, il Viallalba sembra non averne più e sottostà al pressing del Monte Savoia.

Quasi allo scadere della partita, al 43’ arriva il meritato gol del numero 7 Bari che riaccende le speranze dei padroni di casa.

Ma al 49’, dopo 4 minuti di recupero, l’arbitro Velocci, fischia la fine del Match.

Il Montespaccato torna a sorridere con un’importante vittoria fuori casa e si porta ad una lunghezza di vantaggio sull’Unipomezia.