Montespaccato, cambia l’assetto organizzativo del settore giovanile nel segno di “Talento & Tenacia”

redazione 25 Gennaio 2023 0
Montespaccato, cambia l’assetto organizzativo del settore giovanile nel segno di “Talento & Tenacia”

La Polisportiva Dilettantistica Montespaccato prosegue, in corrispondenza con l’attuale fase di gestione straordinaria nell’ambito della procedura di confisca in atto, nel suo percorso di sviluppo organizzativo all’insegna dei principi cardini del programma “Talento & Tenacia – Crescere nella Legalità”, che prevedono quale elemento dirimente la valorizzazione e il progressivo inserimento nei quadri tecnici e dirigenziali dei giovani atleti cresciuti agonisticamente e professionalmente nell’ambito delle attività formative promosse da Asilo Savoia.

Si conclude così, anche in vista della fase di preparazione della nuova stagione sportiva e in pieno e reciproco accordo, la positiva collaborazione instaurata dalla primavera del 2021 con Paolo Cioeta, cui va il ringraziamento sentito e sincero della Società per l’impegno profuso e i significativi risultati agonistici conseguiti a livello giovanile anche grazie allo staff dedicato e costituito da Andrea Calce e Antonio Politi.

In tale ottica, sono chiamati a costituire il nucleo operativo del nuovo staff tecnico delle agonistiche alcuni degli atleti simbolo della nascita di “Talento & Tenacia”, da Bruno Sismondi (classe 1991) già capitano della Prima Squadra, ad Andrea Tabascio (classe 1995) dando così coerente seguito alla fase di ricambio generazionale che ha già visto Simone Valentini (classe 1996) anche lui tra i giovani atleti “fondatori” del Programma, ascendere alla direzione della Scuola Calcio Elite del Montespaccato, con risultati quantitativi e qualitativi lusinghieri e superiori ad ogni più rosea aspettativa, Giulio Gallinucci (classe 1997) alla seconda stagione consecutiva come team manager della Polisportiva e il giovanissimo Leonardo Putti (2002) da alcuni mesi segretario organizzativo per l’Agonistica.

Il nuovo staff, che sarà articolato secondo funzioni e competenze per le diverse aree anagrafiche di riferimento e prevede un modello organizzativo imperniato su collegialità, condivisione ed ascolto di ogni singolo mister e dello staff tecnico dedicato con riferimento organico al coordinamento generale assunto dal direttore operativo Antonello Tanteri, comporterà anche una integrazione sistematica e reciproca in ingresso con la Scuola Calcio Elite, per assicurare, nel rispetto dei principi di inclusione di “Talento & Tenacia” la massima resilienza dei ragazzi del quartiere, con conseguente ingresso nei ranghi delle giovanili della Polisportiva e, in uscita, con la prima squadra.

L’obiettivo del nuovo modello, la cui realizzazione integrale viene anticipata in corrispondenza della definizione della procedura tuttora pendente circa la situazione transitoria della Polisportiva e della successiva indizione dei passaggi verso il futuro azionariato popolare, è garantire una sempre maggiore identità di quartiere alla Polisportiva, con una presenza crescente e caratterizzante di giovani e giovanissimi atleti cresciuti nella Scuola Calcio o in ogni caso appartenenti al quadrante territoriale circostantea quello di Montespaccato.

In tale contesto assume particolare rilevanza anche la sintonia già in essere con alcune delle principali e limitrofe realtà sportive di quartiere come Casalotti, Ottavia e Vis Aurelia, con cui la collaborazione nata nel quadro della difesa dei principi del “calcio di quartiere” verrà rivitalizzata ed ulteriormente implementata attraverso un accordo quadro e attività comuni anche in ambito formativo.

Nel rispetto del modello organizzativo sopra delineato che si avvarrà anche di coach dedicati e della figura del “Garante dei diritti dei giovani calciatori” di recente istituito da Asilo Savoia e ricoperta da Daniele Bosi, la gestione organizzativa comporterà, attraverso l’utilizzo dei più moderni sistemi informativi, anche una tracciatura generalizzata e puntuale di tutti i processi interni e la reportistica tecnica, in modo da traguardare le performance individuali e collettive dei giovani atleti e supportarne la crescita sportiva con interventi mirati e condivisi con le famiglie.

Inoltre la Polisportiva ricorrerà per la figura del Direttore Tecnico e del Responsabile dello Scouting delle Agonistiche acollaborazioni tecniche esterne necessarie all’ottimale funzionamento del complesso assetto organizzativo derivante dall’accresciuto numero dei tesserati e dall’up grade delle formazioni giovanili, attraverso l’espletamento di apposite procedure selettive che saranno rese note in un successivo comunicato già nei prossimi giorni sui principali media del dilettantismo sportivo con relativa job description su compiti e ruoli da svolgere, requisiti etici, esperenziali e professionali previsti e collocazione nell’organigramma societario.

Attraverso questo ulteriore passaggio interno – si legge nel comunicato ufficiale – la Polisportiva, intende inoltre valorizzare e fidelizzare le risorse professionali interne, promuovendone coerentemente un adeguato sviluppo organizzativo previo percorsi strutturati e permanenti di crescita formativa e professionale sia a livello sportivo che manageriale, modellando così un assetto omogeneo, uniforme ed identitarioin grado di assicurarne la continuità, la sostenibilità e l’autonomia professionale ed economica anche successivamente alla conclusione della fase di gestione straordinaria connessa al procedimento giudiziario tuttora in corso.

La prima riunione con tutti i quadri tecnici, dirigenziali ed organizzativi dell’agonistica si svolgerà in data 31 gennaio p.v. ed oltre al saluto di commiato con lo staff uscente prevede l’illustrazione del nuovo modello organizzativo e del relativo crono programma anche in vista della preparazione della successiva stagione sportiva.

 

Ufficio stampa Montespaccato