Mondiali amatoriali multisport, 53 ori per AICS ai World Sports Games di Tortosa

Simone Capone 8 luglio 2019 Commenti disabilitati su Mondiali amatoriali multisport, 53 ori per AICS ai World Sports Games di Tortosa
Mondiali amatoriali multisport, 53 ori per AICS ai World Sports Games di Tortosa

Roma, 8 luglio 2019 – AiCS da record ai Mondiali amatoriali multi sport di Tortosa. Gli oltre 500 atleti “targati” Associazione Italiana Cultura Sport stanno rientrando in queste ore dalla Catalogna dove dal 2 al 7 luglio si sono disputati i World Sports Games promossi dalla Confederazione internazionale dello sport amatoriale, presieduta dall’italiano Bruno Molea, anche presidente AiCS. Alti i risultati ottenuti: ben 53 gli ori, oltre la metà dei quali conquistati nelle danze sportive, 47 gli argenti e 28 i bronzi e un paio di terzi posti di tutto rispetto. Tra questi, il bronzo conquistato nel calcio a 11 dalla Crc Roma Calcio, che ha strappato per 3 a 1 il terzo posto al Messico (marcatori: Allocca, Perelli e Zomegnan); il bronzo assegnato alle donne del team Aics2 di beach volley sulla spiaggia de La Rapita. Storico, invece, l’argento di Bocce petanque vinto dall’Italia, tra Francia (oro) e Algeria (bronzo), entrambe patrie della categoria sportiva. Risultati lusinghieri anche nella pole dance, con medaglie a pioggia per il team AiCS, e nel karate.

Tutte le discipline, dal karate alla pole dance

Nello specifico, il judo AiCS guidato da Elena Marzorati ha portato a casa tre ori, 8 argenti (2 dei quali con gara a squadre femminile e maschile) e 2 bronzi; il nuoto AiCS ha portato a casa 3 ori, 10 argenti e 8 bronzi. Il team AiCS di Karate, guidato dal maestro Roberto Bacchilega (al fianco degli arbitri Antonio Lallo e Giampaolo Santomauro) vanta un bottino di: 6 ori, 6 argenti, 2 bronzi. Per il kata femminile, oro a Dragana Brovilovic; per quello maschile a Enrico Pizziolo; nel kumite maschile, si contano 4 argenti; nel kumite femminile, 3 ori (50 kg: Martina Marino; 55 kg: Cecilia Massali; 61 kg: Anthea Ferro); 1 bronzo nel kumite open maschile; oro a Cecilia Massali nel Kumite open femminile. Nella stessa categoria, ad AiCS sono andati anche l’argento e il bronzo.

Il calcio a 11, il terzo posto con la Crc Roma Calcio, sotto Portogallo (campioni del mondo) e Catalogna. Nella pole dance, segnaliamo l’oro a Bianca Breschi (donne senior), bronzo per Gloria Giovannetti (master 50 donne), argento per Matilde Foschi e bronzo per Federica Lamberti (nei junior b donne), oro per Daniela Scanu nei master 40 donne, argento per Claudia Dipilato nel master 40 donne, doppio podio per il senior doppio con l’argento ad Aurora Di Cristina e Andrea scaglione, e il bronzo alla coppia formata da Francesca Cavazzoli e Giulia Pattarozzi. Doppio podio anche per i senior uomini AiCS sempre della pole dance: oro a Giacomo Fratini e argento a Giuseppe Siracusa. Nella pole art amatoriale, si segnalano: ori a Luigi Valente (senior man), Erika Mosca e Luciana Serpe (senior double), Fabrizio Roccati (master +40), Mirella De Donato (master +50), Camilla Bernasconi (senior women). Argento a Giovanni Calogero (senior man).

Nelle bocce petanque, argento alla coppia Marco Sensi – Samuele Franchi. Bronzo nel beach wrestling a Emiliano Molle e Margherita Molle. Bronzo al team femminile di Ravenna AiCS2 nel beach volley. Undici ori, 8 argenti e 8 bronzi alle danze folk guidate da Mirco Ermeti; 18 ori, 8 argenti e 3 bronzi alle danze sportive guidate da Davide Gabusi. Tra questi, doppio oro alle sorelle Mia e Cara Gabusi, la prima – già nota star di Ballando con le Stelle – oro nel latino americano in coppia con Pietro Brega nell’over 16; la seconda, appena 12enne, oro sempre nel latin ma nella categoria under 15. Infine, 3 ori e 1 argento per l’Italia nel pattinaggio artistico, al quale si aggiungono un oro e un bronzo per il team di San Marino.

Il premio Fair Play

Hanno mancato il podio, ma sono comunque tornati a casa carichi di entusiasmo i ragazzi del calcio a 5 guidati da Filippo Tiberia, classificatisi noni; gli atleti del team di atletica di AiCS, che hanno sfiorato il podio una volta tra gli over 40; le 4 squadre di MamaNet. Tra queste – Forlì, Salento, Freetime e Vitinia – il team Vitinia del coach Massimo Minicucci ha meritato però il premio Fair Play dei World Sport Games 2019. Il team, pur perdente in ogni match, non si è mai ritirato ma è rimasto fino alla fine per dare opportunità a tutte le sue atlete di giocare, senza mai perdere il sorriso. Il premio è stato loro consegnato dall’European Fair Play Movement: l’EFPM raccoglie le green card e le valutazioni dei giudici e commissari tecnici di tutti i campionati e premia atleti individuali e squadre per situazioni in cui si sono contraddistinti per aver espresso i valori del “play fair”.