MEZZATESTA: “CERTI TIFOSI DOVREBBERO RICORDARE COSA HA FATTO QUESTA PROPRIETA’ PER IL CERVETERI…”

Andrea Dirix 8 novembre 2013 Commenti disabilitati su MEZZATESTA: “CERTI TIFOSI DOVREBBERO RICORDARE COSA HA FATTO QUESTA PROPRIETA’ PER IL CERVETERI…”
MEZZATESTA: “CERTI TIFOSI DOVREBBERO RICORDARE COSA HA FATTO QUESTA PROPRIETA’ PER IL CERVETERI…”

Dopo un discreto avvio di campionato, nelle ultime settimane il Città di Cerveteri ha accusato una flessione.

Reduce dalle tre sconfitte consecutive contro Grifone Monteverde, Rieti e Civitavecchia, la squadra di Antolovic si appresta ad affrontare la trasferta di Villanova.

“In realtà degli ultimi tre ko abbiamo sbagliato una gara e mezzo – puntualizza il ds verdazzurro Franco Mezzatesta – Contro il Rieti non siamo proprio scesi in campo, mentre negli altri due casi a tradirci sono stati i secondi tempi”.

Quella degli etruschi è una rosa molto giovane e questo è un dato che sicuramente influisce sulle prestazioni.

“Sapevamo già in partenza che costruendo questo tipo di organico avremmo potuto soffrire, ma andiamo avanti serenamente ed a dicembre rinforzeremo la squadra con qualche elemento di esperienza.

A tal proposito ci stiamo già muovendo sottotraccia”.

Piuttosto l’esperto dirigente ex Tanas Casalotti intende ribadire un concetto molto chiaro.

“Sento delle strane chiacchiere in giro.

Voglio sottolineare con forza che la panchina di Antolovic è assolutamente salda e che la società ha massima fiducia nell’operato dell’allenatore.

Con lui abbiamo impostato un programma a lungo termine ed intendiamo rispettarlo”.

Al di là degli ultimi risultati negativi, il cruccio del club deriva dallo scarso affetto del pubblico nei confronti della squadra.

“Vorremmo avere maggior sostegno da parte dei nostri tifosi – dichiara amaro Mezzatesta – Credo che sarebbe opportuno anche per il rispetto che si deve ad una proprietà che ha riportato Cerveteri nell’elite del calcio regionale, raccogliendola dall’ultimo posto in Prima Categoria.

I nostri sportivi sono molto critici ed ancora attaccati ai ricordi della C2 di vent’anni fa.

Prendessero esempio da quei trenta tifosi che domenica scorsa sono venuti ad incoraggiare la loro squadra da Civitavecchia.

Io per primo mi sono sentito in dovere di batter loro le mani”.

Domenica prossima Bentivoglio e compagni sono attesi dall’insidiosa trasferta di Villanova.

Contro i tiburtini sranno ancora out Di Chiara e Formigoni, mentre resta in dubbio la presenza di Paraschiv.