MEMORIAL VARANI: INTER CAMPIONE! IL BARCA SI ARRENDE AI SUPPLEMENTARI

Simone Capone 7 Settembre 2015 Commenti disabilitati su MEMORIAL VARANI: INTER CAMPIONE! IL BARCA SI ARRENDE AI SUPPLEMENTARI
MEMORIAL VARANI: INTER CAMPIONE! IL BARCA SI ARRENDE AI SUPPLEMENTARI

I MEMORIAL CRISTINA VARANI

INTER – BARCELLONA  2 – 1 (d.t.s.)

Inter: Stankovi?; Moretti, Pirola, Mazzoni, Dimarco; Cester, Brentan, Squizzato (C); Nappi, Esposito (84? Goffi), Essan (62? Barazzetta).A disp.: Papetti, Anane (GK), Sangalli, D’Isidoro, Prandini.
All.: Mandelli.

Barcellona: Vila Rovira (36? Tristan Jiménez); Alegre Lozano (46? González Ortega), Rico Pico, Martinez Marsa (61? Fernandez Castellano), López Salguero; Navarro Muñoz, Kourouma Kourouma, Domenech Costa (36? Riera Camps); Roca Vives (36? Martinez Moreno), Moreno Taboada, Abaida El Achhab (49? Fernandez Castellano).
A disp.: Urbina López, Cartañá Nicolas.
All.: Martínez Novell.

Arbitro: Antonio Laudano di Aprilia

Marcatori 2? Navarro Muñoz (B), 21? Esposito (I), 79? Barazzetta (I).

Note: ammoniti Kourouma e Mazzoni, recupero 1 p.t., 0 s.t., 0 p.t.s., 2′ s.t.s.

E’ l’Inter la prima squadra a laurearsi campione nel Memorial “Cristina Varani“. Nella serata di ieri, infatti, i nerazzurri hanno battuto il Barcellona per due reti ad uno dopo i tempi supplementari: i primi 70 minuti hanno regalato grande spettacolo sulle tribune della Pineta dei Liberti, gremite di pubblico per l’occasione.

Primo tempo –  Le due squadre non sembrano patire le fatiche delle semifinali (giocate in mattinata) e partono subito a razzo. I blaugrana sembrano essere più in palla ed al 2′ passano già in vantaggio: strepitosa azione sulla sinistra di Roca Vives che, una volta guadagnato il fondo, serve in area Navarro Munoz che fulmina Stankovic con  un tiro a giro di prima intenzione sul palo più lontano.

Il finale sembra già scritto, ma l’undici di Mandelli trova immediatamente la reazione e sfiora due volte il pari. Prima ci prova Squizzato con un’azione solitaria culminata da un diagonale troppo debole; pochi minuti dopo, al 10′, è Nappi a mettere i brividi a Vila Rovila, ma il suo potente destro finisce di poco a lato.

Il gol è nell’aria ed arriva al 20′: punizione dalla destra di Squizzato per la testa di Esposito che gira in rete, dopo aver baciato il palo, il pallone dell’uno ad uno.

Il numero 20 nerazzurro è galvanizzato dal gol e va vicino al raddoppio 6 minuti più tardi, ma stavolta il suo destro si infrange sul palo.

Il Barcellona non si è spento ma i ragazzi di Martinez Novel, a volte, sembrano troppo leziosi e sprecano diversi palloni interessanti intorno i 18 metri. Quando decidono di accelerare, però, i catalani fanno paura: Lopez Salguero mette la quinta sulla sinistra e serve un assist al bacio per Roca Vives che, una volta aver stoppato il pallone, calcia male tra le braccia di Stankovic (30′).

Secondo tempo – I secondi 35 minuti sono un assedio del Barcellona, visto che l’Inter gioca di rimessa puntando sulla velocità dei suoi esterni: l’unica azione pericolosa della squadra di Mandelli arriva al 20′, quando il portiere blaugrana si deve superare sul colpo di testa ravvicinato di Essan

Il Barca ha tanto da recriminare visto che spreca prima con Taboada (4′) e poi con Riera Camps (13′) due ghiottissime occasioni per rimettere la testa avanti. L’assedio finale degli spagnoli non porta al gol del successo, complice anche la giornata di grazia di Stankovic: il portiere nerazzurro, infatti, si supera per ben due volte, sia su Taboada sia sul tiro a botta sicura di Kourouma dopo la prima respinta.

Supplementari – Le due squadre arrivano stanche all’esxtratime, ma un guizzo al 4′ del primo tempo di Barazzetta regala il trofeo all’Inter. Inutile l’ultimo assedio del Barca, che vede ancora una volta la sua strada sbarrata da Stankovic.

Al triplice fischio parte la festa nerazzura con l’ Inter che scrive per prima il suo nome sull’albo del Memorial “Cristina Varani“, strappando così il titolo proprio al Barcellona, che l’anno scorso vinse il “Nardoni“.