MARAGLIULO, NUOVO DS DELL’ALTETICO 2000: “ALL’ATLETICO CONTA IL COLLETTIVO, NON IL SINGOLO”

Massimoconf 20 novembre 2013 Commenti disabilitati su MARAGLIULO, NUOVO DS DELL’ALTETICO 2000: “ALL’ATLETICO CONTA IL COLLETTIVO, NON IL SINGOLO”
MARAGLIULO, NUOVO DS DELL’ALTETICO 2000: “ALL’ATLETICO CONTA IL COLLETTIVO, NON IL SINGOLO”

Di Cristiano Amalfitano

Abbiamo raggiunto il nuovo Direttore Sportivo dell’Atletico 2000, Michele Maragliulo. In un calcio dove spesso ruoli importanti come quello appunto di Direttore Sportivo, Tecnico o Generale vengono ricoperti dai cosiddetti “santoni”, ci sono società che invece decidono di affidarsi ai giovani, soprattutto quando questi hanno le potenzialità per far bene.

Ne sa qualcosa il Tor di Quinto, che si è affidato ad Alessandro Losito. E proprio dal Tor di Quinto viene Michele Maragliulo, 24 anni, cresciuto sotto l’ala protettiva di Giampiero Guarracino: “Guarracino per me è come un secondo padre. Pensa che adesso dopo tanti anni ,qualche volta per sbaglio mi dice anche “bravo”!! Termine che in passato non usava mai, neanche quando me lo meritavo. E’ stato il mio maestro.”

Ma se Guarracino è stato un maestro per quanto riguarda il ruolo ricoperto, Maragliulo ci tiene a specificare come di maestri ce ne siano stati molti di più nel corso della sua giovane carriera: “Ho avuto maestri importanti in passato, come la coppia Guarracino-Testa e – prosegue il DS – è anche grazie a loro se oggi posso ritenermi pronto per rispondere ad una chiamata importante come quella del mio presidente. Per anni ho respirato aria di grande calcio al fianco del mio grande amico Paolo (Testa, ndr), vicino a Giampiero (Guarracino) e vicino a Massimo (Testa).”

Detto del passato, il pensiero va ovviamente al presente e al futuro, che si chiama Atletico. Il cambio di ruolo, da Responsabile degli osservatori a Direttore Sportivo, lo inorgoglisce anche se: ”non nascondo che un po’ di emozione c’è. Diciamo che è la mia prima da “titolare di cattedra”, ma sono contento. In primis per la fiducia che mi ha dato il mio Presidente. Ho un rapporto speciale con tutto il mondo Atletico – continua MM-, il Presidente Di Curzio è a capo di una grande famiglia, si respira serenità e di conseguenza si prova a far bene, perché ci sono tutti i presupposti”.

Una famiglia voluta e creata dal Presidente Di Curzio: “ il Presidente ha creato uno staff solido per un lavoro di squadra importante. Insieme a Gianluca Valerio, Massimo Renzi ed Angelo Covetti sono sicuro che faremo bene, senza dimenticare il mio più stretto collaboratore, Pietro Gresta, classe ‘90 e scuola Artiglio, cresciuto al fianco del grande Mauro Esposito.”

Infine non può non mancare un caro saluto ad Alessio Iannuccillo, passato da poche ore all’Ostia Mare: “faccio i complimenti, oltre ad un grande in bocca al lupo, al mio amico fraterno Alessio Iannuccillo, che – continua Maragliulo -, saprà esprimersi al meglio su una grande piazza come quella di Ostia e raggiungerà il professionismo insieme all’Ostiamare. Sono straconvinto che farà benissimo.”

Michele Maragliulo è dunque pronto per questa nuova avventura in una società come l’Atletico, vogliosa di cominciare a far parte delle sorelle che da anni si contendono i titoli. Per farla c’è bisogno del lavoro di tutti, perché come dice il nuovo DS: “All’Atletico è il collettivo che conta, non il singolo.”