MANCONE: “ROCCASECCA, IMPARA A VINCERE LE PARTITE PER INERZIA”

Andrea Dirix 12 novembre 2013 Commenti disabilitati su MANCONE: “ROCCASECCA, IMPARA A VINCERE LE PARTITE PER INERZIA”
MANCONE: “ROCCASECCA, IMPARA A VINCERE LE PARTITE PER INERZIA”

Eliminato ai preliminari di Coppa Italia dal Grifone Monteverde, domani il Roccasecca potrà riposare e dunque cominciare a lavorare in vista del prossimo turno di campionato.

Il pari di Lariano ha spezzato una serie negativa di due sconfitte consecutive e domenica prossima i biancazzurri, forti di una ritrovata serenità, ospiteranno il Monte San Giovanni Campano al Battista.

“Domenica scorsa non abbiamo subito gol ed è la seconda volta che questo avviene dall’inizio del campionato – sottolinea il tecnico Mancone – Per due terzi del match dell’Abbafati siamo stati molto vivi e presenti a noi stessi, soffrendo le loro iniziative solo negli ultimi venti minuti, senza peraltro subire tiri pericolosi”.

Il punto ha riportato maggiore ottimismo nelle fila della squadra.

Cosa è mancato nelle uscite precedenti?

“Abbiamo pagato alcuni errori, ma anche una serie di assenze che ci hanno portato a svolgere sedute di allenamento parziali.

Questo ha creato problemi ad una squadra che nell’ultima estate aveva subito un profondo processo di rinnovamento rispetto al campionato precedente”

“Dobbiamo continuare a crescere nella testa e nell’atteggiamento complessivo. 

Questo ci porterà a diventare una squadra capace di dare le giuste soddisfazioni ai propri tifosi”.

Domenica arriva il Monte San Giovanni Campano che domenica ha rallentato la corsa della capolista Lupa Castelli Romani.

“Ci aspetta una gara insidiosa.

Loro hanno in organico elementi da categoria superiore.

Questo è un campionato equilibrato come raramente mi è capitato di vedere nel corso della mia carriera, basta analizzare la classifica”.

Cosa si aspetta dai suoi?

“Come detto in precedenza, abbiamo il compito di dare ulteriori segnali di crescita.

Dobbiamo avere un atteggiamento positivo ed acquisire la capacità di vincere delle partite anche per inerzia.

Queste sono doti che rendono grande una squadra di calcio”.

Parlava di campionato equilibrato.

Quali sono le realtà che possono insediarsi stabilmente nei piani alti della classifica?

“Credo che Lupa, Colleferro, Albalonga e Lariano abbiano qualcosa in più delle altre.

Penso però che Borgo Podgora, Real Pomezia, Roccasecca e Ceccano possano togliersi delle soddisfazioni nel corso della stagione.

Come sempre, alla distanza usciranno forze che nessuno si aspettava in partenza e da questo punto di vista sono rimasto piacevolmente sorpreso dal fatto che quest’anno molte squadre hanno impostato un lavoro sulla programmazione a medio-lungo termine e non basato sull’immediato”.

Tra poche settimane il mercato tornerà di stretta attualità.

“Di solito, il Roccasecca non è solito cambiare molto nella sessione invernale.

Quest’anno credo che qualche aggiustamento lo faremo.

Dovremo valutare chi sarà felice di continuare con noi e chi preferirà cambiare aria…”.

Da due settimane è con voi Sorrentino, ex Vico Equense.

“Non è ancora al meglio della condizione, però mi ha colpito molto l’umiltà con cui si è rapportato da subito con il gruppo.

E’ un calciatore dalle grandi qualità tecniche, pur non essendo un vero e proprio interditore.

Stiamo valutando quale posizione risulti più idonea per fargli esprimere al meglio le sue caratteristiche, ma siamo soddisfatti dell’impatto che ha avuto con noi”.