Lupa Roma-Sassari Latte Dolce, la cronaca e le interviste agli allenatori

Andrea Dirix 14 gennaio 2019 0
Lupa Roma-Sassari Latte Dolce, la cronaca e le interviste agli allenatori

A cura di Giorgio Attolico

LUPA ROMA-LATTE DOLCE 2-3

 

 

 

Lupa Roma: Reali, Perocchi, Giorgi, Rebecchini (87’Cameo), Mastrantonio (65’Loggello), Negro, Di Giovanni (51’Loiali), Squerzanti, Alonzi, Pompili (55’Ansini), Tomaselli (63’Mastromattei). A disp.:Signorelli, Di Franco, Tocci, Olivetti. All.:Amelia.

Sassari Latte Dolce: Lai, Pireddu, Tuccio, Cabeccia, Bianchi, Patacchiola, Marcangeli, Gianni (66’Masala), Scognamillo, Scanu, Palmas (87’Daga). A disp.:Sortino, Antonelli, Piga, Gadau, Fini, Doukar, Carboni. All.:Udassi.

Arbitro: Madonia di Palermo.

Ass.arb.li: Petraca di Lecce e Parisi di Bari.

Reti: 49’Perocchi (LR), 50’Marcangeli (LD), 66’Patacchiola (LD), 87’Scognamillo (LD), 88’Alonzi (LR).

Note: Espulsi Perocchi (LR) per somma di ammonizioni e Di Giovanni (LR) al 69’ direttamente dalla panchina.

Ammoniti Rebecchini (LR), Mastrantonio (LR), Alonzi (LR) ,Loggello (LR) e Tuccio (LD).

Calci d’angolo: 7-6 per la Lupa Roma.

Recupero:2’pt e 6’st.

Giornata molto fredda. Campo pesante.

 

 

Verdetto amaro per la Lupa Roma che cade per la terza volta di fila in virtù del ko per 3-2 al “Monte fiore” contro il Latte Dolce che vive un momento magico in virtù della quarta vittoria di fila ma i romani, a fine partita, hanno molto contestato l’operato della terna arbitrale, in giornata negativa. Si gioca sotto un freddo polare e nella prima frazione di gioco, la gara è molto equilibrata. Al 6’, la Lupa Roma va vicino al goal: sul calcio di punizione di Di Giovanni, Alonzi svetta di testa ma non inquadra la porta con il pallone che finisce fuori alla destra di Lai. I sardi reagiscono e sette minuti dopo, si fanno vedere dalle parti di Reali con un colpo di testa di Palmas sul cross di Bianchi ma il portiere della Lupa Roma è attento e blocca il pallone alla sua destra. Cinque minuti dopo, il Latte Dolce va vicinissimo all’1-0: su angolo dalla sinistra di Scanu, dopo una respinta, lo stesso Scanu effettua un cross a centro area con il pallone che termina sui piedi di Bianchi che si gira bene e conclude a rete ma Reali si supera con un grande intervento di piede deviando in angolo alla sua destra e sul conseguente tiro dalla bandierina battuto da Bianchi questa volta dal versante destro, Patacchiola colpisce bene di testa ma il portiere della Lupa Roma blocca il pallone alla sua destra. Le due squadre lottano caparbiamente ed al 28’, Bianchi conclude dalla distanza ma Reali si supera con un grande intervento deviando in angolo alla sua destra. La gara scivola via verso l’intervallo senza grandi sussulti ma in pieno recupero, poco oltre i due minuti concessi dal direttore di gara, per poco gli ospiti non passano in vantaggio: Palmas, tra i migliori in campo con Bianchi, Scanu e Patacchiola, si accentra dalla sinistra e conclude a rete con un tiro a girare che finisce fuori di poco alla sinistra di Reali. Nella ripresa, la gara sale di tono e le emozioni non mancano. Al 4’, la Lupa passa in vantaggio con un gran tiro dalla distanza di Perocchi che sorprende Lai con il pallone che termina in rete alla sua destra. Non c’è neanche il tempo per gioire dato che i sardi pareggiano immediatamente: sul cross di Tuccio dalla sinistra, Reali non si avvede della traiettoria insidiosa della parabola consentendo a Marcangeli di schiacciare in rete di testa dall’area piccola. Dopo il goal, non mancano le proteste locali nei confronti del direttore di gara Madonia di Palermo ed il suo assistente Petraca di Lecce per la mancata attenzione in vista del cambio di Loiali per Di Giovanni. Sull’1-1, la gara si vivacizza ed al 9’ Amelia manda in campo Ansini per Pompili cercando più freschezza a centrocampo. Cinque minuti dopo, i giallorossi vanno vicino al raddoppio con Tomaselli che conclude a rete con una diagonale insidioso ma Lai si rifugia in angolo alla sua sinistra. Poco dopo, rispondono i verdeazzurri con un “tiro-cross” dalla sinistra di Palmas che colpisce il palo esterno alla destra di Reali e la Lupa Roma si salva… Al 21’, l’attaccante del Latte Dolce, s’invola in contropiede ci riprova con un bel tiro a giarare dal limite dell’area ma Lai compie un grande intervento deviando in angolo alla sua destra la sua conclusione destinata nel “sette”. La squadra di Udassi insiste e due minuti dopo, ribalta il risultato: sul cross dal versante destro di Palmas, Cabeccia tocca il pallone che finisce sui piedi di Patacchiola che infila sul secondo palo all’altezza dell’area piccola. E’ il goal del 2-1 ma i romani sono giustamente infuriati con l’arbitro e l’assistente a causa del fuorigioco non segnalato a Patacchiola sul tocco di Cabeccia e ne fanno le spese Capitan Perocchi e Di Giovannni che vengono espulsi rispettivamente per somma di ammonizioni e dalla panchina entrambi per proteste. Sotto di un goal ed inferiorità numerica, la Lupa Roma non si dà per vinta. Il finale è incandescente ed al 37’, per poco, il “team” di Amelia non trova il pareggio: Alonzi, tra i migliori dei locali insieme a Squerzanti e Negro, serve Loggello, subentrato a Mastrantonio, che conclude dal limite dell’area con un rasoterra che finisce fuori di “un soffio” alla destra del portiere ospite. Dopo lo scampato pericolo, la squadra di Udassi fa “tris” cinque minuti dopo: Bianchi s’invola in contropiede servendo Palmas che effettua un assist dal versante destro per Scognamillo che insacca con un “tap-in” al volo che spiazza Reali con il pallone che termina in rete alla sua sinistra. E’ il goal del 3-1 ma prima del triplice fischio di Madonia di Palermo, la Lupa Roma ha un ultimo sussulto dato che riduce le distanze riaprendo il “match”: Negro, dopo un bel numero, s’invola sulla sinistra ed effettua un cross a centro area per il “tap-in” di Squerzanti da corta distanza che centra il palo alla destra di Lai con il pallone che termina sui piedi di Alonzi che ribadisce in rete dall’area piccola. Sul 3-2, la Lupa Roma insiste ma i sassaresi si difendono con ordine dopo sei minuti di recupero, al triplice fischio di Madonia di Palermo, grande gioia per i sardi che hanno ottenuto la quarta vittoria di fila consolidandosi nelle parti alte della classifica in attesa del “superderby” contro la Torres in programma mercoledì 16 gennaio al “Vanni Sanna” mentre per la Lupa Roma, al di là della buona prestazione e degli errori arbitrali, è una sconfitta che lascia tanta amarezza dato che non è riuscita a gestire il vantaggio siglato da Perocchi.  Per i romani, in attesa della sfida delicata di mercoledì al “Martoni” contro il Monterosi, è il terzo ko consecutivo che non pregiudica ancora il “discorso-salvezza” ma da ora in avanti sarà vietato sbagliare soprattutto negli scontri diretti.

 

 

IL DOPO-PARTITA DEL “MONTEFIORE”

Marco Amelia (all.Lupa Roma): “Siamo molto rammaricati sia per il verdetto del campo ma anche per l’atteggiamento della terna arbitrale che ci ha fatto molto innervosire nella fase finale del “match”… Alla fine, la gara si è decisa su episodi che hanno premiato il Latte Dolce… Peccato non aver potuto difendere il vantaggio ma in occasione del goal dell’1-1, avevamo chiesto il cambio di Di Giovanni e la terna non se n’è accorta ed inoltre, Patacchiola è sembrato nettamente in fuorigioco nell’azione che ha portato in vantaggio i nostri avversari… Non contesto quest’ultimo episodio in sé perché l’errore ci può stare ma l’atteggiamento dell’arbitro e dei suoi assistenti dato che Perocchi, il nostro Capitano, essendo già ammonito, era andato a chiedere spiegazioni e non meritava assolutamente di essere espulso… Sono comunque soddisfatto della prestazione dei ragazzi su un campo molto pesante con una temperatura polare contro una bella squadra come il Latte Dolce ma pretendiamo più rispetto…  Perocchi ha realizzato un bellissimo goal e ribadisco che è un giocatore di categoria superiore… La salvezza è ancora alla nostra portata ma ora dobbiamo già pensare alla sfida contro il Monterosi che è molto delicata… La prestazione odierna mi fa comunque ben sperare in vista del futuro…”

Stefano Udassi (all.Latte Dolce): “Abbiamo vinto una gara difficile con grande carattere e determinazione su un campo pesante contro una squadra molto forte come la Lupa Roma a cui faccio i complimenti dato che ci ha messo in difficoltà per lunghi tratti della partita… Siamo stati molto bravi a reagire immediatamente dopo il loro goal del vantaggio ma non dovevamo subire il secondo goal che ci ha fatto soffrire un po’ nel finale con un uomo in più… Alla fine, è una vittoria molto “pesante” per noi ma il cammino è ancora lungo e sono molto contento per i ragazzi che ci mettono tanto impegno dall’inizio della stagione… E’ un momento magico per noi ma questi risultati sono il “frutto” di una grande programmazione da parte della società… Ora pensiamo al “superderby” contro la Torres che ci “intriga” molto soprattutto per il fatto che siamo diventati la prima realtà del calcio sassarese ma vogliamo rimanere con i “piedi per terra” vivendo questo momento con tanta serenità…”

 

 

 

 

banner apple