LUPA FRASCATI CINICA E COMPATTA, LA SEMPREVISA VA KO

Andrea Dirix 28 settembre 2015 Commenti disabilitati su LUPA FRASCATI CINICA E COMPATTA, LA SEMPREVISA VA KO
LUPA FRASCATI CINICA E COMPATTA, LA SEMPREVISA VA KO

LUPA FRASCATI-SEMPREVISA 3-2

LUPA: De Angelis,Brunetti,Berisha(45’ st Puddu),Caprasecca,Stornaiolo,Mudadu(40’st Crisari),Salzano,Bordoni,Tiberi(32’ st Giovannangelo),De Nigris A disp. Grimaldi,Rossi,Simonetti,Tafuri All.Ferri

SEMPREVISA: Fiorini,Lucarini(45’ Zeppieri),Di Girolamo,Drogheo,Polidoro,Flamini(33’ st Gurgui),Molle(24’ st Cacciotti),Palombi,Colafranceschi,Coluzzi,Ciccarelli A disp.Palombi,Baldassarre,Savelloni,Turriziani All.Farinelli

ARBITRO:Pacella(Roma 2)

MARCATORI: 22’pt Tiberi, 37’pt rig. e 20’st Ciccarelli, 43’pt e 15’st Mudadu

Note: Ammoniti Berisha,Colafranceschi,De Nigris,molle,Ciccarelli

 

La Lupa ferisce spietata e cinica,la Semprevisa perisce con sfortuna mixata a qualche errore di troppo dietro e davanti. Una partita ricca di gol da cui gli uomini di Ferri escono vincitori per 3-2 ai danni del sodalizio carpinetano guidato da Farinelli che avrebbe meritato qualcosa in più.
Primo squillo a marca ospite con Ciccarelli che cerca di ripartire da dove aveva lasciato ma il gol non arriva per una deviazione. Tra maglie giallorosse fa slalom Coluzzi sei minuti più tardi ma la mira all’indirizzo della porta non è delle più precise,il tiro di Salzano ha uguale esito al 21’.
A prendere meglio le distanze sono però i locali che un giro di lancette più tardi apparecchiano per il destro di Tiberi,la deviazione di Di Girolamo modifica la traiettoria,la palla entra in porta per l ‘1-0 della Lupa.
La sbandata dopo il gol quasi rischia di far capitolare la Visa perché De Nigris fa correre,grazie al suo diagonale,un brivido dietro la schiena di Fiorini.
Stesso duello al 31’,calcia l’attaccante all’altezza della traversa,Fiorini è strepitoso nell’impedire alla palla di superare per la seconda volta la linea bianca. In mezzo l’intervento di De Angelis su Coluzzi,abile a penetrare dal lato corto all’interno dell’area.
La Visa però torna a galla col suo bomber Ciccarelli che conquista penalty e un cartellino giallo sventolato in faccia a Berisha. Dal dischetto va proprio l’ex attaccante del Pomezia che spiazza l’avversario e piazza l’1-1.
Nemmeno il tempo di gustare il pareggio che tagliente arriva il cross dalla destra di Brunetti su cui,in tuffo,s’avventa Mudadu. La palla,colpita precisa,viaggia spedita in fondo al sacco,il risultato ricambia al 43’.
Prima dell’intervallo Colafranceschi ritenta la risalita ma De Angelis risponde presente su un suo tiro.
Nella seconda frazione la squadra di Farinelli prende in mano le redini del match e conduce la partita prendendo il comando del campo.
La coppia avanzata bianco verde costruisce subito una chance,Colafranceschi verticalizza per Ciccarelli ma il suo destro non si infila all’incrocio per poco.
Se poco prima il tiro del cecchino biancoverde era partito badando alla precisione pochi minuti più tardi la botta sarà potente,la deviazione e la traversa impediscono il 2-2,ma è Mudadu subito dopo a rendersi protagonista. Lui riceve un cross dalla destra,lui infila per la terza volta Fiorini. Lo spazio lasciato al contropiede locale è naturale conseguenza del forcing ospite che non si assopisce nei minuti successivi.
L’autopalo di Caprasecca fa imprecare alla sfortuna i bianco verdi,una manciata di minuti più tardi la respinta del difensore di casa e la parata coi piedi di De Angelis su Ciccarelli e Zeppieri nella stessa azione impediscono alla Visa di accorciare le distanze.
Allora ci provano da fuori Colafranceschi e Cacciotti senza che però si trovi gloria,ci vuole una deviazione di naso per pervenire al 2-3 con sigillo manco a dirlo di Ciccarelli su sbaglio di Gurgui ancora una volta a tu per tu con l’estremo avversario.
La voglia e la determinazione di certo non sono mancate alla Semprevisa,gli applausi a fine gara degli ultras carpinetani stanno lì a testimoniarlo. Evidente che qualcosa non sia andato per il verso giusto e che ancora si debba lavorare per trovare la piena quadratura soprattutto per le importanti ambizioni del club di Carpineto Romano.
La Lupa conquista invece tre punti che hanno il colore dell’oro e che accoppiati al gettone di Velletri fanno quattro.
Mercoledi sarà già tempo di riscendere in campo,chi per riscattarsi immediatamente,chi per continuare a prolungare la striscia positiva.
(Ufficio Stampa Semprevisa)