LUPA CASTELLI ROMANI, ESORDIO AGRODOLCE TRA I PRO

Andrea Dirix 6 Settembre 2015 Commenti disabilitati su LUPA CASTELLI ROMANI, ESORDIO AGRODOLCE TRA I PRO
LUPA CASTELLI ROMANI, ESORDIO AGRODOLCE TRA I PRO

ISCHIA ISOLAVERDE – LUPA 1-0

 

ISCHIA ISOLAVERDE: Mirarco, Florio (dal 24’ st Porcino), Bruno, Filosa, Moracci, Izzillo, Armeno, Calamai, Fall, Mancino (dal 38’ st Meduri), Kanoute (dal 46’ st Manna). A DISP:Iuliano, Mercadante, Guarino, Savi, Bargiggia, Palma. ALL. Sig. Bitetto

LUPA: Tassi, Rosato, Colantoni, De Gol, Petta, Strasser (dal 14’ st Icardi), Morbidelli, Ricamato (dall’8’ st Ferrari), Scardina (dal 18’ st Roberti), Volpe, Siclari. A DISP: Ceccucci, Carta, Mazzei, Montesi. ALL. Sig. Galluzzo

ARBITRO: Sig. Camplone di Pescara

ASSISTENTI: Sig. Campitelli di Termoli, Sig. De Palma di Termoli

MARCATORI: Fall (I) al 10’ pt

AMMONITI: Ferrari, Icardi (L)

 

 

Inizia con una battuta di arresto l’avventura della Lupa in Lega Pro, ma nonostante il risultato la squadra di Galluzzo può tornare a casa con qualcosa di buono su cui lavorare nelle prossime settimane.

Sotto di un gol dopo appena 10 minuti del primo tempo, infatti, la squadra amarantoceleste ha saputo tener testa ad un’ottima Ischia Isolaverde, resistendo agli attacchi dell’undici di Bitetto e creando anche diverse occasioni per il pareggio.

Per la prima tra i professionisti Galluzzo ritrova Tassi tra i pali e ripropone la linea difensiva formata dalla coppia centrale Petta-De Gol, con Rosato a destra e capitan Colantoni a sinistra.

Centrocampo inedito con Volpe, Ricamato e l’esordiente Strasser, in avanti si rivede Scardina supportato sugli esterni da Siclari e Morbidelli.

L’Ischia parte subito forte ma Tassi con due prodigiosi interventi su calcio da fermo è bravo a dire di no ai temibili attaccanti avversari.

I padroni di casa passano però al 10’ del primo tempo, quando Armeno ubriaca Rosato e mette in mezzo un pallone che Fall non deve far altro che ribadire in rete per siglare l’1-0.

La Lupa non perde la testa e riesce a resistere ai tentativi della squadra locale, che si fa vedere in un paio di pericolose occasioni dalle parti di Tassi; la reazione, però, arriva solo dopo la mezzora.

Al 39’ Scardina intercetta di testa il cross dalla sinistra di Volpe, e tre minuti più tardi lo stesso attaccante romano colpisce in pieno la traversa ancora di testa, dopo una splendida torsione al limite dell’area.

Il risultato però non cambia, e l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi.

Nella ripresa la squadra di Galluzzo prova a gettare il cuore oltre l’ostacolo alla ricerca del pareggio, nonostante il gran caldo condizioni i ritmi della gara.

Al 56’ Colantoni mette in mezzo un bel pallone che Siclari spizza di testa, senza però inquadrare lo specchio della porta.

Siamo quasi alla mezzora quando la Lupa costruisce l’occasione più ghiotta del match.

I protagonisti sono sempre gli stessi: il cross dalla sinistra è di Colantoni, ed è ancora Siclari ad arrivarci con la punta del piede, sfiorando il palo alla destra di Mirarco.

Due minuti più tardi, la scena si ripete.

Il capitano amarantoceleste pennella un altro pallone in area, Siclari gira in rete ma  il numero uno ischitano è bravo a respingere corto, mentre Volpe non riesce nell’impresa di ribadire la sfera in rete.

Il risultato non cambia più, e la Lupa deve accontentarsi della consapevolezza di aver disputato una buona gara contro una squadra ben allestita che parte con l’obiettivo di ricoprire un ruolo da protagonista in questa Lega Pro. Gli spunti sui quali lavorare nelle prossime settimane ci sono, per ora resta l’orgoglio di aver esordito nel calcio professionistico senza paura e senza timori reverenziali.

 

(Ufficio Stampa Lupa Castelli Romani)