L’Ostiamare non sa vincere: all’Anco Marzio passa la Sangiovannese 3-1

Riccardo Selvi 25 Ottobre 2020 Commenti disabilitati su L’Ostiamare non sa vincere: all’Anco Marzio passa la Sangiovannese 3-1
L’Ostiamare non sa vincere: all’Anco Marzio passa la Sangiovannese 3-1

Ostiamare-Sangiovannese 1-3

Marcatori: 25’ e 36’ rig. Papi (S), 41’ rig. Vasco
(O), 88’ Ceccuzzi (S)

OSTIAMARE: Giannini, Vasco (dal 67’ Enrico Ferrari, dall’89
Fabrizio Ferrari), Carta, Lisari, Cabella, D’Astolfo, De Sousa, Mastropietro,
Lazzeri, Ippoliti (dal 76’ Pedone), De Martino (dal 56’ Di Vilio).

A disp.: Gori, Nanni, Pattelli, Bussone, Rossi.

All.: Massimo Bonanni.   

SANGIOVANNESE: Cipriani, Campaner (dal 71’ Romano’), Migliorini,
Baldesi, Scoscini, Barellini, Mencagli (dal 71’ Lorenzoni), Ceccuzzi, Polo,
Gerardini (dall’89’ Vannini), Papi (dal 59’ Marinai).

A disp.: Allegranti, Cirri, Torricelli, Prosperi, Tiranno.

All.: Agostino Iacobelli.  

Arbitro: Felipe Salvatore Viapiana (sez. di
Catanzaro)

Ass.: Giuseppe Fanara (sez. di Cosenza) e Pasquale
Minichiello (sez. di Ariano Arpino)

NOTE. Ammoniti: 15’ Lazzeri (O), 35’ De Martino (O),
55’ Ceccuzzi (S),75’ Gerardini (S),

Angoli: 2-2.

Recupero: 1′ pt, 8′ st.

Serie D (Girone E), 5ª giornata

Domenica 25 ottobre 2020, ore 15

Stadio ‘Anco Marzio’ di Ostia

L’Ostiamare rimanda ancora l’appuntamento con
la prima vittoria stagionale, cedendo il passo 2-1 alla Sangiovannese, che
raccoglie invece il primo successo esterno e si porta a 6 punti in classifica.

Bonanni schiera un compatto 3-5-2 con capitan D’Astolfo al
centro della difesa e De Sousa e Mastropietro in avanti, mentre Iacobelli
dalla parte opposta risponde con il 4-2-3-1 con Mencagli, Papi e Gerardini
a supporto di Polo.

Dopo una fase iniziale di
studio, il primo tentativo degno di nota è al 12’ con Carta che
raccoglie un pallone vagante al limite e calcia col sinistro, ma il pallone
sorvola la traversa.

La risposta toscana è di
ben altra importanza e arriva appena due minuti più tardi: D’Astolfo perde
un pallone sanguinoso sulla propria trequarti e consente a Gerardini di
presentarsi tutto solo davanti a Giannini, che con un super riflesso
ipnotizza l’attaccante toscano e salva i suoi.

Dopo il botta e risposta iniziale al 25’ gli ospiti passano in vantaggio grazie
a Papi, che ruba il pallone a Vasco a centrocampo, si invola
verso la porta e poi dal limite lascia partire un preciso destro rasoterra che
si infila all’angolino nonostante il tocco di Giannini, per l’1-0
toscano.

La reazione lidense è affidata all’impreciso sinistro di Mastropietro un
minuto più tardi, ma al 35’ sono ancora i toscani a trovare il gol: calcio di
rigore concesso da Viapiana per evidente trattenuta di De Martino ai
danni di Mencagli in area su cross dalla sinistra di Migliorini;
sul dischetto si presenta Papi, che bissa la rete del vantaggio con una
precisa esecuzione centrale a mezza altezza e porta i suoi sul 2-0.

I padroni di casa non accusano il colpo e al 41’ riaprono il match con il
calcio di rigore trasformato da Vasco, concesso per sfortunato fallo di
mano di Scoscini in mischia sugli sviluppi di una respinta di Cipriani
su colpo di testa schiacciato di Mastropietro. Il centrocampista ex
Aprilia spiazza il portiere toscano e rimedia all’errore commesso in occasione
dello 0-1.

La ripresa si apre senza cambi e con la Sangiovannese vicinissima al
terzo gol in due occasioni nel giro di un minuto al 52’ prima con la
conclusione dalla distanza di Ceccuzzi vicinissima all’incrocio e poi
con il piattone alto di Papi, ben servito da un cross basso dal fondo di
Gerardini.

L’Ostiamare fatica a creare gioco e occasioni, e l’unico tentativo
da segnalare nei primi 25’ della ripresa è un colpo di testa di poco alto del
neoentrato Ferrari, bravo a saltare più in alto di tutti sul cross dalla
destra di Lazzeri, ma impreciso nella mira.

La stessa azione si ripete intorno alla mezz’ora, ma anche in questo caso il
colpo di testa dell’attaccante biancoviola, seppur più pericoloso del
precedente, sorvola la traversa.

I padroni di casa a questo punto cingono d’assedio l’aria avversaria e a 10’
dalla fine hanno le due migliori occasioni del secondo tempo: prima Carta direttamente
da calcio di punizione sfiora l’incrocio con tocco provvidenziale di Cipriani
in angolo; sul successivo tiro dalla bandierina Mastropietro ha
sulla testa il pallone del 2-2 in area piccola, ma lo spedisce debolmente tra i
guantoni del portiere toscano.

Nel finale sono ancora Lisari, centravanti aggiunto, e De Sousa a sfiorare il gol di testa nel forcing finale biancoviola ma a trovare la rete che chiude l’incontro è la Sangiovannese, con Ceccuzzi che pesca il jolly dalla distanza e fa partire la festa biancoblù all’Anco Marzio per la prima gioia esterna stagionale.

Cade invece per la terza volta la formazione di Bonanni, sempre ancorata a un punto al penultimo posto.