L’Ostiamare blinda i play off: 4 – 1 ad una Nuorese vogliosa ma nervosa

Alessandro Bastianelli 23 aprile 2017 Commenti disabilitati su L’Ostiamare blinda i play off: 4 – 1 ad una Nuorese vogliosa ma nervosa
L’Ostiamare blinda i play off: 4 – 1 ad una Nuorese vogliosa ma nervosa

Di Alessandro Bastianelli.

Serie D girone G, 32^ giornata: Ostiamare – Nuorese 4 – 1

Ostiamare: Quattrotto; Vecchiotti (8’st Coco), Colantoni, Bellini, Martorelli; Piroli, Calveri, D’Astolfo, Vano (30’st Attili); Catese (40’st Breda), Roberti. A disp. : Barrago, Morra, Pedone, Belardelli, Passamonti, Olivetti. All. : Greco.

Nuorese: Frasca; Tupponi, Dinardo, Scognamiglio (29’st Carta), De Simone; Peana, Cadau, Gallo, Curcio, Molino (33’st Pusceddu); Flores Kayro (19’st Facundo Lizaso). A disp. : Galizia, Botti, Dessolis, Scintu. All. : Mariotti.

Arbitro: Testi di Livorno.

Marcatori: 26’pt rig. Vano, 6’st e 29’st Roberti, 10’st Curcio, 27’st Calveri.

Note: 2′ e 3′ recupero; ammoniti Colantoni, D’Astolfo, Vano, Peana, Scognamiglio; al 25’pt espulso Dinardo per fallo su chiara occasione da rete; al 44’pt espulso Gallo per fallo di reazione.

L’Ostiamare firma un’altra grande impresa e si conferma squadra imbattibile in casa, batte la Nuorese per 4 – 1 in un match ricco di emozioni, gol e polemiche e blinda l’accesso ai play off.

I verdazzurri, seguiti da una delegazione di fedelissimi ultras, lamentano un arbitraggio casalingo che ha privato nel primo tempo la Nuorese di Dinardo e Gallo, con la seconda espulsione molto dubbia.

Gli episodi però non hanno rovinato la contesa, viva e spettacolare nella ripresa grazie anche all’eurogol di Curcio e alla qualità messa in campo dall’Ostiamare.

La gara parte lenta, ci pensa Vano al 13′ a spegnere gli sbadigli con il mancino, ma Frasca è attento, palla in corner.

Al 24′ l’episodio che cambia la gara: Vano parte in progressione alla sua maniera, Dinardo lo tallona e lo falcia in area, per Testi di Livorno è rigore ed espulsione, con Vano freddissimo dagli undici metri, 1 – 0 Ostia.

Seppure in dieci la Nuorese non rinuncia a giocare, offrendo un gioco arioso e palla a terra. Quattrotto si salva in uscita sul duo Molino-Curcio al 32′, mentre un minuto dopo Roberti potrebbe raddoppiare ma scarica il destro fuori.

La Nuorese cerca il gol, ma trova solo dolori: al 43′ si accende una piccola rissa, Gallo battibecca con Colantoni atterrandolo. Il giocatore dell’Ostia ci mette l’esperienza, sarebbe bastato anche un giallo ma il direttore di gara espelle Gallo per la botta all’ex Pomezia, scatenando le ire di Mariotti che abbandona il campo.

Con il doppio vantaggio numerico, l’Ostiamare cerca subito il radoppio: Catese ci prova al 46′, tunnel e tiro in porta neutralizzato da Frasca, mentre a tempo quasi scaduto l’ex portiere della Roma Primavera salva sull’incornata di D’Astolfo.

La ripresa inizia con i migliori auspici per i padroni di casa, che al 6′ passano sul 2 – 0 grazie a Roberti: cross perfetto di Vecchiotti e sinistro secco che non lascia scampo a Frasca.

Ma la Nuorese gioca in maniera gagliarda anche in 9, tenta sempre la manovra e riapre la gara con un gol incredibile: minuto numero nove, Curcio riceve palla, palleggia si coordina e scarica trovando una delle reti più belle del campionato, 2 – 1.

Due minuti più tardi la grande beffa per la Nuorese: corner dalla sinistra, la difesa viola buca ma Curcio si divora il più facile dei gol, centrando la traversa.

La gara diventa bellissima, Coco si fa subito vedere con un colpo di testa, la Nuorese risponde con la premiata ditta Molino-Curcio, ma i gol non arrivano.

L’Ostiamare così si riorganizza, sfiora il gol con Roberti al 24′ e trova il 3 – 1 tre minuti più tardi con Calveri: bravissimo il classe ’98 a incastrare il mancino a fin di palo.

La Nuorese, gagliarda e bellicosa sino a quel momento, si spegna, l’Ostiamare così segna il 4 – 1 con Roberti sfruttando il gran lavoro di Bellini e Vano.

Nel finale Frasca evita la debacle con un grande intervento, l’Ostiamare trionfa così per 4 – 1 blindando la zona play off e spedendovi fuori la Nuorese, superata da L’Aquila.

63 punti in stagione, record assoluto in Serie D, terzo miglior attacco del girone e ottava vittoria nelle ultime dieci partite. Questi i numeri dell’Ostiamare dei record di Greco, ormai sicura di giocarsi i play off di Serie D.