Lodigiani Under 17, la finale scudetto: parla Isabella

Francesco Mancini 26 Giugno 2022 Commenti disabilitati su Lodigiani Under 17, la finale scudetto: parla Isabella
Lodigiani Under 17, la finale scudetto: parla Isabella

I biancorossi, al termine di un trionfante percorso, dopo aver vinto il titolo regionale della categoria, hanno raggiunto la finale scudetto Under 17.

Nella giornata di domani, alle ore 16.30, affronteranno la Virtus CeseranoBergamo a Matelica, nelle Marche, nello scontro finale.

Abbiamo, quindi, intercettato il principale artefice dell’impresa della Lodigiani: l’allenatore, Albino Isabella.

Mister, con quale spirito affronterete il match? Come è andato il vostro percorso nella fase nazionale?

“Abbiamo fatto un grande percorso, vincendo tutte e quattro le partite affrontate. La gara più difficile è stata quella di Fano, anche forse per la trasferta. Siamo molto soddisfatti del cammino fatto, fin ora. Siamo contenti, ma non appagati poichè vogliamo vincere la finale. Vogliamo andare in campo e sfruttare al meglio le nostre caratteristiche”.

Come ha preparato la partita? Conosce bene i suoi avversari di domani?

“In realtà, nel Lazio siamo molto coperti a livello giornalistico. Sulla squadra di domani, al contrario, non disponiamo di tante informazioni. Come anche nella finale regionale, servirà concentrazione, equilibrio e attenzione per riuscire a vincere. Sarà importante non fare errori e gestire i momenti della partita. Da quel poco che so, potrebbero attenderci. Tuttavia, ho impostato il mio lavoro in modo da imporre il nostro gioco e lavorare solo su noi stessi. Siamo tecnicamente forti e consapevoli dei nostri mezzi”.

In Serie D, si dice spesso che le prime squadre delle formazioni dilettantistiche laziali non riescono a competere con le squadre delle altre regioni. Alla luce delle categorie giovanili e vedendo che anche la Vigor Perconti è in finale nella categoria Under 15, a che punto sta il calcio giovanile laziale rispetto al resto del paese?

“Penso che rispetto alle altre regioni del centro-sud, siamo molto ben strutturati. A Roma, abbiamo tantissime squadre forti, come la Vigor Perconti che è arrivata in finale. Abbiamo tanti giocatori e non possiamo lamentarci. Tuttavia, abbiamo affrontato solo squadre del centro-sud. Sarò curioso di confrontarmi con compagini del centro-nord, dove hann0 tutti gli strumenti di lavoro per fare bene.”

Quanto sarebbe importante vincere in un anno così storico e importante per il club biancorosso, il vostro cinquantennale?

“Io, sin dall’inizio, non mi sono mai nascosto. Abbiamo lavorato al meglio e abbiamo tantissime potenzialità. Da settembre, dico che tutto l’ambiente deve essere sempre estremamente ambizioso. Il solo fatto che non abbiamo mai vinto questo titolo, rende la sfida di domani importantissima. Ci siamo sempre fatti valere e vogliamo continuare a farlo”. 

In giornata, abbiamo sentito il mister della Vigor Perconti, Matteo delle Fratte, che le fa il suo in bocca al lupo. E’ricambiato immagino?

“Assolutamente si. Nel Lazio siamo rivali, ma adesso lo rappresentiamo in Italia. Sarebbe bello che entrambe le nostre squadre riuscissero a vincere. A volte il calcio dilettantistico viene bistrattato nel Paese. Un successo sarebbe importante. Speriamo in una giornata trionfante per il calcio laziale.”