L’Anzio vince ma è a un passo dall’Eccellenza, Rizzaro e De Francesco fermano il Latte Dolce

Alessandro Bastianelli 23 aprile 2018 Commenti disabilitati su L’Anzio vince ma è a un passo dall’Eccellenza, Rizzaro e De Francesco fermano il Latte Dolce
L’Anzio vince ma è a un passo dall’Eccellenza, Rizzaro e De Francesco fermano il Latte Dolce

Serie D Girone G, 32^ giornata: Anzio – Sassari Latte Dolce 2 – 1

Anzio: Rizzaro; Costanzo, Funari, Silvagni; Di Fazio, La Terra (40’st Magro), Lauri, Pirazzi; De Francesco (49’st Riitano), Regis (11’st Velocci), Ricci. A disp.: Benedetti, Andreoli, Di Magno, La Monaca, Mancini, Loria. All.: Ghirotto

Sassari Latte Dolce: Garau; Daga, Patacchiola, Congiu, Ruiu; Bianchi, Scanu, Contu (35’st Ravot); Carpentieri (25’st Scognamillo), Demartis, Usai. A disp.: Carta, Fideli, Serra, Masala, Sanna, Libi, Delizios. All.: Paba

Arbitro: Picchi di Lucca

Marcatori: : 9’pt Usai (S), 20’pt  Pirazzi (A), 13’st De Francesco (A)

Note – Usai sbaglia un calcio di rigore al 10’st (respinto).Ammoniti: Ricci, Daga, Costanzo, Patacchiola, Rizzaro, Ruiu. Angoli:1-5. Fuorigioco: 1-1. Recupero: 2’pt, 6’st

Terza vittoria interna consecutiva per l’Anzio. Il due a uno in rimonta contro il Sassari Latte Dolce tiene ancora virtualmente in Serie D la squadra di Ghirotto, chiamata comunque a centrare il bottino pieno nelle prossime due giornate e sperare in una concatenazione di risultati favorevoli per riuscire a conquistare un posto nei playout.

LA PARTITA – Ghirotto ripropone per dieci undicesimi la formazione uscita sconfitta a Latina domenica scorsa. L’unica novità è rappresentata da Regis al posto di Velocci come terminale del tridente offensivo.

I sardi, ancora non matematicamente salvi, arrivano al “Bruschini” con intenzioni bellicose e mettono la gara in discesa al 9’, quando Usai, servito da un lancio in verticale di Daga, prima si fa respingere il colpo di testa da Rizzaro, poi non sbaglia col destro sulla ribattuta.

La reazione neroniana è rabbiosa e si concretizza al 20’, con Pirazzi che raccoglie un cross dalla destra di La Terra e conclude di controbalzo dal limite dell’area piccola senza lasciare scampo né a Garau né a Scanu, appostato sul palo nel disperato tentativo di evitare il gol.

Ricci, al 25’, sfiora il palo alla destra del portiere ma al 31’ è Contu a divorare la palla del possibile nuovo vantaggio sassarese. L’attaccante anticipa Di Fazio sul secondo palo ma non riesce ad inquadrare lo specchio sull’invitante traversone tagliato di Demartis. Ancora più vivace la ripresa, aperta al 53’ dall’episodio che cambia le sorti dell’incontro.

Sugli sviluppi di un corner, Funari abbraccia Patacchiola e l’arbitro concede il penalty tra le proteste dei giocatori di casa. Dal dischetto Usai si fa ipnotizzare da Rizzaro ed il capitano anziate nega al capitano dei sardi il quarto gol nelle ultime tre partite giocate contro la compagine del patron Rizzaro.

Trascorrono due minuti e Contu, servito dalla destra, non sbaglia ma la sua gioia è strozzata in gola dalla posizione irregolare di Demartis, che ostacola l’intervento di Rizzaro sulla traiettoria del tiro.

Sulla ripartenza successiva De Francesco riceve palla in posizione centrale e dai venticinque metri lascia partire un destro che sbatte a pochi metri da Garau e sorprende l’estremo difensore sardo per il definitivo 2-1. L’assedio finale dei sassaresi è affidato all’ex di turno, Bianchi, bloccato da Rizzaro al 65’ e da Funari dieci minuti dopo. L’ultimo brivido lo regala Demartis, che all’84’ si incunea in mezzo a due difensori e calcia in precario equilibrio, trovando sulla sua strada il muro del capitano neroniano.

testo e foto di Matteo Ferri – Ufficio stampa Anzio Calcio 1924

Banner