Laghigna infiamma Pomezia: “I favoriti siamo noi. Gagliarducci è come me: un assatanato”

Andrea Dirix 19 settembre 2018 Commenti disabilitati su Laghigna infiamma Pomezia: “I favoriti siamo noi. Gagliarducci è come me: un assatanato”
Laghigna infiamma Pomezia: “I favoriti siamo noi. Gagliarducci è come me: un assatanato”

Domenica scorsa è stato straripante protagonista nel successo corsaro del Pomezia a Ceprano contro l’Arce di Stefano Campolo.

D’altronde, l’estate scorsa Erik Laghigna ed il club di Alessio Bizzaglia hanno deciso di celebrare l’unione proprio perchè condividono il medesimo obiettivo: l’attaccante vuole allungare la striscia vincente delle ultime stagioni, mentre i rossoblu di via Varrone non hanno mete diverse dalla Serie D dopo la delusione cocente della scorsa primavera.

Le due reti messe fin qui a referto dall’ex numero 9 della Vis Artena rappresentano un buon viatico, anche se la stagione è irta d’insidie e già domenica prossima opporrà Baylon e compagni alla voglia di rivalsa dell’Insieme Ausonia.

“Il bilancio dei miei primi mesi a Pomezia è certamente buono – esordisce ai nostri microfoni Laghigna – Abbiamo svolto una preparazione molto dura e contraddistinta da numerose doppie sedute e forse questo si è fatto sentire nella prima giornata, quando eravamo piuttosto appesantiti ad Ottavia.

Dalla seconda giornata le cose sono nettamente migliorate ed i risultati credo siano lì a dimostrarlo…”.

L’attaccante, che negli ultimi anni ha vinto due campionati di Promozione ed uno di Eccellenza, non ha dubbi su quale debba essere il traguardo finale.

laghigna pomezia

“Non vorrei passare per presuntuoso, ma i favoriti siamo noi – sottolinea il centravanti – Io mi sento un buon giocatore e con me c’è gente come Laurato, Gamboni, Baylon e tanti altri…

Quando hai in squadra giocatori del genere il campionato devi vincerlo.

L’ho detto anche al patron, quando ho firmato.

D’altronde, a venticinque anni ed alla luce degli ultimi tornei ci sto prendendo gusto (sorride)…”.

La condizione del bomber è in crescendo e, domenica dopo domenica, si avvicina al top.

“Non sono ancora al 100%, ma per il tipo di struttura che ho mi sento bene ed in grado di reggere i novanta minuti, anche se il mister mi ha sempre sostituito nelle ultime uscite…”.

laghigna gagliarducci pomezia

I cambi comunque non incidono sul rapporto tra Laghigna e Gagliarducci.

“Io e lui abbiamo due caratteri molto simili: vogliamo sempre vincere, siamo due assatanati – scherza l’attaccante – Con questi presupposti è difficile non andare d’accordo”.

In passato ha fatto scintille anche grazie agli assist di compagni come Andrea Ricci, Matteo Monteforte e lo stesso Alessandro Valentino che, pochi giorni fa, lo ha raggiunto in via Varrone.

“Credo che le cose andranno benissimo anche con Gamboni e Laurato, due grandi giocatori – riflette l’attaccante rossoblu – Quest’anno spero di tornare a realizzare almeno 20 gol e credo di poterci riuscire”.

L’obiettivo più importante resta quello comune e per evitare gli errori del passato Laghigna ha una ricetta personale: “Dobbiamo giocare ogni partita alla morte, senza mai rilassarci o sentirci appagati dalla prestazione precedente.

Dobbiamo scendere in campo con la bava alla bocca fin dal match di domenica prossima.

L’Insieme Ausonia?

E’ una delle candidate al titolo e per noi sarebbe stato meglio che non subissero quella batosta contro il Morolo.

Da noi si presenteranno animati da grande voglia di riscatto.

Mi aspetto una partita molto difficile”.

 

 

sport in oro 2018-2019 banner