LA VITERBESE RIMANE IN CORSA: ANCORA IN GOL BOMBER VEGNADUZZO

redazione 15 aprile 2013 Commenti disabilitati su LA VITERBESE RIMANE IN CORSA: ANCORA IN GOL BOMBER VEGNADUZZO

I gialloblù di Farris, dopo l’amaro ko contro il Casacastalda, tornano alla vittoria al “Rocchi” imponendosi con un facile 2-0 contro il Pierantonio sempre più inguaiato in zona retrocessione. Per la Viterbese, a tre giornate dalla fine, l’obiettivo del secondo posto è ancora raggiungibile.

VITERBESE-PIERANTONIO 2-0

Viterbese: Riommi, Bellacima (62’D’Alessio), D’Ambrosio, Giannone, Pollini, Ibojo, Gnignera (62’Persico), Nikolla, Vegnaduzzo (73’Scardini), Pero Nullo, La Porta. A disp.: Ciampini, Fapperdue, Ciogli, Ravoni. All.:Farris.

Pierantonio: Addario, Mattesini, Montefusco, Tomassoni, Barlozzi (53’Bonifazi) (62’Cascianelli), Kuci, Fiorucci (53’Cerbella), Fratini, Ceppodomo, Stirati, Berradi. A disp.: Tassi, Pierini, Nikovazi, Fioriti. All.:Benni.

Arbitro: Sartori di Padova.

Ass.arb.li:  Sechi di Sassari e Dessena di Ozieri.
Marcatori: 41’La Porta (V), 50’Vegnaduzzo (V).
Note: Ammoniti: Barlozzi (P), Kuci (P), Fratini (P) e Cascianelli (P). Calci d’angolo: 5-3 per la Viterbese. Recupero: 1’pt e 4’st. Giornata di sole, temperatura quasi estiva. Buona cornice di pubblico.
Una bella Viterbese supera agevolmente al “Rocchi” il Pierantonio che ha incassato la sesta sconfitta di fila e che oramai si ritrova sempre di più nei bassifondi della classifica. Si gioca davanti ad una buona cornice di pubblico sotto un caldo quasi estivo ed i gialloblù si presentano con un 4-4-2 con Pero Nullo e La Porta in attacco mentre gli umbri, in emergenza totale anche a causa di alcuni giocatori messi fuori “rosa” rispondono con un 3-5-2 con Ceppodomo e Berradi in fase offensiva. Il direttore di gara è Sartori di Padova, buona la sua direzione. I padroni di casa premono fin dall’inizio mentre il Pierantonio è molto arroccato in difesa. Al 12′, i gialloblù vanno vicino al goal: Gnignera lancia La Porta, tra i migliori in campo con Vegnaduzzo, Pero Nullo, D’Ambrosio ed Ibojo, serve La Porta che manda fuori di poco alla destra di Addario. Gli ospiti, alla disperata ricerca di punti, rispondono al 20′ con una conclusione molto insidiosa dalla distanza di Berradi che termina sull’esterno della rete alla destra di Riommi. Sei minuti dopo, i padroni di casa si fanno vedere con un calcio di punizione di Giannone da fuori area che termina fuori di poco alla destra di Addario, tra i migliori degli ospiti con Stirati. La Viterbese insiste e nel finale di tempo, al 41′, passa in vantaggio: Vegnaduzzo triangola molto bene con La Porta che infila con un bel diagonale che finisce in rete all’angolino alla sinistra di Addario. Sotto di un goal, la squadra di Benni, all’esordio sulla panchina del Pierantonio al posto degli esonerati Bagnato e Pazzaglia, prova a reagire e reclama tre minuti dopo un calcio di rigore per un fallo di mano di Ibojo su assist di Berradi ma l’arbitro lascia proseguire.  Nella ripresa, il “copione” non cambia rispetto al primo tempo ed al 5′, arriva il raddoppio del “team” di Farris: su angolo dal versante sinistro di Pero Nullo, Vegnaduzzo, indisturbato, svetta di testa sul secondo palo ed insacca con il pallone che termina in rete nonostante il tocco di Addario. Per il “bomber” della Viterbese, è il diciottesimo “centro” stagionale. Il Pierantonio, sotto di due reti, non si arrende ed al 21′, va molto vicino al goal con Stirati, che manda sull’esterno della rete, dopo un bel numero, alla sinistra di Riommi creando qualche brivido ai gialloblù. Poco dopo, la Viterbese per poco non fa “tris”: sul calcio di punizione dalla trequarti di Pero Nullo, il colpo di testa di Veganduzzo trova questa volta pronto Addario che devìa in angolo. E’ un “monologo” dei padroni di casa che nel finale rischiano di “dilagare”: alla mezz’ora, sugli sviluppi di un lancio dalle retrovie di D’Ambrosio, Scardini, subentrato da poco a Vegnaduzzo, evita di forza Kuci e conclude da corta distanza solo davanti ad Addario che riesce però a salvarsi in angolo.  Pochi istanti dopo, La Porta imbecca molto bene Scardini che tenta il tocco morbido che colpisce il palo alla destra del portiere ospite. Al 34′, D’Ambrosio ci prova dalla grande distanza ma il pallone colpisce l’incrocio dei pali alla sinistra di Addario. Tre minuti dopo, il Pierantonio, dopo aver subìto più volte di subire il terzo goal, per poco, non riapre la partita: Ibojo sbaglia il disimpegno consentendo a Berradi di concludere a rete ma il suo tiro finisce fuori di poco, in calcio d’angolo, alla sinistra di Riommi con la leggera deviazione del difensore gialloblù. Sul conseguente tiro dalla bandierina dal versante destro battuto da Berradi, la mezza rovesciata di controbalzo di Stirati finisce fuori alla sinistra del portiere gialloblù. Prima dell’epilogo, la Viterbese spreca un’altra opportunità per il 3-0: Nikolla lancia Scardini che non riesce neanche in quest’occasione ad andare in rete ma Addario fa buona guardia e sventa la minaccia. Al triplice fischio di Sartori, grande gioia dei gialloblù che rimangono in corsa sia per il titolo, pur essendo molto difficile da conquistare che per il secondo posto che è molto importante in chiave “play-off” e proprio domenica prossima, la sfida contro il Sansepolcro, potrebbe essere decisiva mentre per il Pierantonio, le speranze di rimanere in serie D sono oramai ridotte al “lumicino”… La Viterbese, al di là del verdetto finale e dei grandi problemi societari, sta disputando un ottimo campionato rispettando in pieno gli obiettivi di inizio stagione con i grandi meriti sia del Direttore generale Maurizio Manfra che dell’allenatore Massimiliano Farris.
Giorgio Attolico