La Torres di Greco corsara all’Abbatini: 1-2 alla Cynthialbalonga in 10 contro 11 per 45′

Riccardo Selvi 10 Ottobre 2021 Commenti disabilitati su La Torres di Greco corsara all’Abbatini: 1-2 alla Cynthialbalonga in 10 contro 11 per 45′
La Torres di Greco corsara all’Abbatini: 1-2 alla Cynthialbalonga in 10 contro 11 per 45′

CYNTHIALBALONGA-TORRES 1-2

Marcatori: 2’ Scotto (T), 11’ Dametto (T), 83’ Angelilli (C)

 

CYNTHIALBALONGA: Santilli, Santoni, Pompei, Allegra (dal 36’ Roberti), Sevieri, Gagliardini (dal 75’ Angelilli), Nanni (dal 58’ Tortolano), Di Cairano, Alessandro, D’Agostino, Franco (dal 29’ Manzo).

A disp.: Tocci, Esposito, Benhalima, Luciani, Di Emma.

All.: Raffaele Scudieri.  

 

TORRES: Garau, Rossi, Turchet, Bianchi, Antonelli, Dametto, Pinna (dal 67’ Mukaj), Kuyabi Kalifa, Scotto (dall’85’ Lisaj), Piredda, Diakite (dal 50’ Ferrante).

A disp.: Salvato, Riccardo Pinna, Tesio, Mirta, Sabatini, Ruocco.

All.: Alfonso Greco.  

 

 

Arbitro: Domenico Mallardi (sez. di Bari)

Assistenti: Giuseppe Fanara (sez. di Cosenza) e Stefania Genoveffa Signorelli (sez. di Paola)

 

NOTE: Ammoniti: 16’ Piredda (T), 62’ D’Agostino (C), 82’ Kujabi (T), 86’ Lisaj (T).

Espulso al 44’ Bianchi (T) dopo un intervento col piede a martello su Nanni (C).

Espulso all’88’Greco (T) per proteste.

Angoli: 7-4.

Recupero: 2′ pt, 5′ st

 

Serie D (Girone G) – 4ª giornata

Domenica 10 ottobre 2021, ore 15

Stadio ‘Bruno Abbatini’ di Genzano

La Torres espugna l’Abbatini di Genzano grazie ai gol di Scotto Dametto in apertura e fa suo il big match con la Cynthialbalonga nonostante l’uomo in meno per un tempo e il gol di Angelilli nel finale.

Scudieri squalificato conferma il classico 3-4-1-2 con D’Agostino a supporto di Nanni e Alessandro, mentre Greco dalla parte opposta risponde col 4-3-1-2 con Piredda alle spalle di Diakite e Scotto.
La gara parte subito col botto: dopo nemmeno 2’ Scotto prende la mira dal limite e con un destro chirurgico fulmina Santilli sul primo palo per l’immediato vantaggio sardo.

La risposta laziale arriva all’8’ con Nanni che in piena area chiama Garau alla respinta.

Passano 3’ però e la Torres raddoppia: punizione apparentemente innocua di Piredda, Santilli sbaglia la presa bassa e apparecchia il comodo tap-in da zero metri di Dametto per lo 0-2.

I laziali fanno fatica a creare gioco e al 27’ rischiano di subire addirittura il terzo gol, ma Santilli è bravissimo questa volta a dire di no a Scotto ben appostato a due passi dalla porta.

I sardi gestiscono senza problemi il doppio vantaggio e alla mezz’ora vanno a centimetri dal terzo gol con Bianchi, che calcia dai trenta metri e chiama Santilli a un’altra grande parata in calcio d’angolo. Passa un minuto ed è Diakite a trovare lo spazio per la conclusione dal limite ma il pallone finisce alto.

Al 36’ Scudieri mischia le carte e mette dentro Roberti per Allegra ma è sempre la Torres a divorarsi il terzo gol con Kuyabi che lasciato clamorosamente solo in area sul cross di Piredda calcia addosso a Santilli, in uscita disperata.

La possibile svolta dell’incontro arriva a una manciata di secondi dal duplice fischio con Bianchi che viene cacciato da Mallardi dopo un fallo col piede a martello su Nanni e la Torres che rimane in dieci per tutto il secondo tempo.

La ripresa si apre senza cambi e con la Cynthialbalonga che si riversa nella metà campo sarda a caccia della rimonta.

Intorno all’ora di gioco Turchet rischia il clamoroso autogol svirgolando in angolo il cross dalla sinistra di Tortolano, ma a parte questa chance i laziali fanno enorme fatica a scardinare la scatola difensiva sarda.

Dopo tanta battaglia e poche emozioni, a 7’ dal 90’ la squadra di Scudieri riapre la partita: punizione tagliata di D’Agostino dalla destra e incornata perfetta di Angelilli, che anticipa tutti sul primo palo e rende incandescente il finale di gara.

Negli ultimi minuti c’è spazio soltanto per tanto nervosismo e qualche sterile assalto castellano, con Greco espulso per proteste nei sardi e Garau che respinge prima la punizione di D’Agostino e poi blocca la girata di Santoni in area al 90’.

Finisce dunque con la Torres in trionfo davanti a 50 stoici tifosi giunti dalla Sardegna e ora a -5 dalla vetta. Crisi nera invece per la squadra di Scudieri, ko per la terza volta di fila e lontana già 11 punti dal Giugliano capolista.