LA MONTEROTONDO LUPA ESPUGNA IL “MAROCCO”

redazione 3 aprile 2013 Commenti disabilitati su LA MONTEROTONDO LUPA ESPUGNA IL “MAROCCO”

Grande impresa dei ragazzi di Paris che superano 1-0 il Morolo al “Marocco” nel recupero della ventisettesima giornata. La partita, decisa da una grande “giocata” di Beccarini,  è stata molto nervosa con ben cinque espulsioni, tre dal campo e due dalla panchina. Ora, il Terracina ha sole due lunghezze di vantaggio sui gialloblù a sette giornate dalla fine.

MOROLO-MONTEROTONDO LUPA 0-1

Morolo: Salvitti, Kanku, Orsinetti, Paris G. (70’Frasca), Lisi, Frioni, Salvi, Morici (74’Movila), Perrotti M., Cacciaglia, Carlini A. A disp.:Amati, Marongiu, Capuano, Carlini E., Samba. All.:Perrotti F.

Monterotondo Lupa: Placidi, Amici, Cimini, Doudou, Piccheri, De Vizzi, Attili, Ciasca, Ponzio (64’Antonelli), Ippoliti (40’Gentili), Beccarini (88’Sola). A disp.: Mennini, Forti, Carletti, Aglitti. All.:Paris F.

Arbitro: Somma di Castellammare di Stabia.

Ass.arb.li: Affronti di Ostia Lido e Yoshigawa di Roma 1.

Marcatori: 35’Beccarini (ML).

Note: Espulsi: Amici (ML) al 36′ per somma di ammonizioni,  Salvi (MO) al 44′ per un gesto violento rifilato a De Vizzi, e Lisi  (MO) per condotta violenta. Ammoniti: Kanku (MO), Morici (MO), Perrotti M. (MO), Frasca (MO), Piccheri (ML) e Ciasca (ML). Calci d’angolo: 2-2. Recupero:5’pt e 4’st. Allontanati dal campo al 42′ per proteste il Direttore Sportivo della Monterotondo Lupa Ettore Placidi e l’allenatore del Morolo Fabrizio Perrotti al 65′. Giornata di sole, temperatura mite.

La Monterotondo Lupa espugna il “Marocco” imponendosi di misura sul Morolo al termoine di una gara molto nervosa in cui sono stati espulsi tre giocatori dal campo, il Direttore Sportivo dei romani Ettore Placidi e l’allenatore dei ciociari Fabrizio Perrotti. I biancorossi si presentano con un 4-3-3 con Salvi, Perrotti M. e Carlini A. in attacco mentre gli ospiti rispondono con un 4-2-3-1 con Attili, Ippoliti e Beccarini in fase offensiva. Il direttore di gara è Somma di Castellammare di Stabia, molto severo nelle sue decisioni utilizzando però sempre lo stesso metro di giudizio. Ad inizio gara, le due squadre si annullano facendo molta attenzione a non scoprirsi e solo nel finale di tempo, la partita sale di tono. La prima emozione avviene al 35′ quando i gialloblù di Paris, alla prima conclusione verso la porta dei ciociari, passano in vantaggio con un gran tiro d’esterno di Beccarini che realizza dalla distanza con il pallone che finisce in rete con l’aiuto della traversa. E’ il “goal-partita”… Non c’è neanche il tempo di gioire che un minuto dopo, i romani rimangono in dieci uomini per l’espulsione, ineccepibile, di Amici per somma di ammonizioni. In inferiorità numerica, Paris corre ai ripari con l’ingresso in campo al 40′ di Gentili al posto di Ippoliti nell’intento di difendere il risultato. Si scaldano gli animi e poco dopo, viene allontanato per proteste il Direttore Sportivo della Monterotondo Lupa Ettore Placidi. La partita è molto nervosa ed al 44′, viene ristabilita la parità numerica a causa dell’espulsione di Salvi, anch’essa giustissima, per un bruttissimo colpo rifilato a De Vizzi, tra i migliori in campo con Piccheri, Doudou ed Attili. Prima dell’intervallo, in pieno recupero, i gialloblù vanno vicino al raddoppio: Beccarini, il “man of the match”, imbecca molto bene Attili che manda alto di poco in “spaccata” da corta distanza creando più di un brivido alla porta difesa da Salvitti. E si va al riposo dopo ben cinque minuti di recupero con gli ospiti in vantaggio per 1-0. Nella ripresa, il Morolo è più aggressivo ed al 3′ va vicino al pari nell’unica volta in cui impegna Placidi: sul calcio di punizione di Cacciaglia rinviato da Doudou, il pallone termina sui piedi di Frioni, tra i migliori dei ciociari con Paris G., che tenta il “tap-in” da “due passi” ma il portiere gialloblù è attento e sventa la minaccia. Sei minuti dopo, il “team” di Perrotti resta addirittura in nove uomini per l’espulsione di Lisi dopo un bruttissimo intervento nei confronti di Gentili che per fortuna non colpisce il difensore della Monterotondo Lupa ma il direttore di gara punisce giustamente il tentato intervento considerato comunque violento. A questo punto, i padroni di casa, da una superiorità numerica, si ritrovano con un uomo in meno, in nove contro dieci, e la situazione si complica per i biancorossi. I romani cercano di chiudere la partica cercando di sfruttare gli spazi in contropiede mentre il “forcing” del Morolo è sterile. Al 20′, anche il tecnico dei ciociari Fabrizio Perrotti finisce anzitempo negli spogliatoi per proteste. Pochi istanti dopo, i gialloblù si rendono pericolosi con un calcio di punizione molto insidioso di Piccheri che viene neutralizzato da Salvitti che devìa in angolo alla sua sinistra. Alla mezz’ora, sul calcio di punizione a due: Ciasca tocca per Piccheri che manda fuori di poco alla destra del portiere del Morolo. Nel finale, la Monterotondo Lupa si “divora” il raddoppio al 40′: Gentili s’invola sul versante destro e serve un assist perfetto a centro area per Antonelli, subentrato da poco a Ponzio, che sbaglia clamorosamente il “tap-in” da corta distanza con la successiva conclusione di Beccarini che viene deviata in angolo da Placidi. Sul conseguente tiro dalla bandierina battuto da Beccarini dal versante sinistro, la splendida rovesciata di Attili, grande protagonista con Placidi al Torneo delle “Regioni” vinto dalla Rappresentativa del Cr Lazio in Sardegna, colpisce la traversa ed i ciociari si salvano… Il finale è incandescente ed al 42′, Antonelli prova a riscattarsi dall’errore precedente con un calcio di punizione insidioso dal limite dell’area che viene bloccato da Salvitti alla sua sinistra. La gara scivola via verso l’epilogo ma in pieno recupero, i biancorossi, per poco, non trovano il pari: su angolo dalla sinistra di Carlini A., in ombra per quasi tutta la partita, Movila, subentrato da poco a Morici, fa da sponda di testa per Cacciaglia che colpisce di testa da “due passi” ma non inquadra la porta con il pallone che finisce alto sopra la traversa. Al fischio finale di Somma di Castellammare di Stabia, dopo quattro minuti di recupero, è festa grande per la Monterotondo Lupa che conquista tre punti fondamentali per continuare a lottare per la promozione in serie D e mantiene il suo “record” d’imbattibilità nazionale che dura da ventisette partite. Ora, in virtù di questa vittoria, la squadra di Paris, a sette giornate dalla fine, si trova a due sole lunghezze dal Terracina mentre per il Morolo, la strada verso i “play-off” si complica notevolmente e probabilmente, la squadra di Perrotti, dopo questo ko, ha perso l’ultimo “autobus” per poter fare sogni di “gloria”…

Giorgio Attolico