La favola del Beppe Viola: Dalla Top 11 alla Prima Categoria i ricordi di Massimiliano Fronti

Andrea Dirix 23 maggio 2017 Commenti disabilitati su La favola del Beppe Viola: Dalla Top 11 alla Prima Categoria i ricordi di Massimiliano Fronti
La favola del Beppe Viola: Dalla Top 11 alla Prima Categoria i ricordi di Massimiliano Fronti

Riceviamo e molto volentieri pubblichiamo una splendida lettera inviataci da Massimiliano Fronti, un tempo protagonista al Torneo Beppe Viola e con la Top 11 allenata da Benito Manzi ed oggi reduce dal vittorioso spareggio-salvezza con la sua Ischia di Castro ai danni del Tuscania.

 

Ciao, Raffaele 

Mi ha fatto piacere sentirti e non ti nascondo un po’ di nostalgia sentendo che eri al Beppe Viola.
Sono passati 30 anni dalla mia partecipazione come Top 11 e che emozione risentire il Mister Manzi.
Le amicizie nate sui campi di calcio sono quelle che non si dimenticheranno mai.
Tanti compagni, dirigenti, allenatori, genitori, mamme…che negli anni si incontrano sui campi di calcio di qualsiasi categoria, raccontano storie di sacrifici e gioie, di vittorie e di sconfitte, di esultanze e di delusioni.
Quei novanta minuti e piu’ fatti di episodi, di tattica, di corsa, di falli, di abbracci, di errori, rappresentano metaforicamente la nostra vita quotidiana, fuori dal rettangolo di gioco.
ischia di castro
Vorrei  mandare un saluto a quei ragazzi che oggi partecipano a questo bellissimo torneo giovanile organizzato da te, da ben 34 anni, con  amore, passione e dedizione.
Ragazzi che sicuramente, come me e come altri miei compagni dell’epoca, ambiscono a vestire casacche di squadre prestigiose.
Qualche mio compagno ha giocato in serie A, tanti altri del Beppe Viola sono arrivati tra i professionisti, quelli che non hanno fatto del calcio la loro professione, ne hanno fatto la loro passione.
Una passione che non si assopisce con gli anni, magari si trasforma, perchè l’insegnamento di vita che puo’ dare l’appartenenza ad una squadra, il raggiungimento di un obiettivo comune, ognuno di noi lo porta nella propria sfera privata e professionale.
Vorrei fare un augurio a questi ragazzi, che possano diventare gli uomini di domani, e che possano crescere  con i sani insegnamenti che solo lo sport piu’ bello del mondo puo’ dare, che possano continuare a divertirsi come fanno oggi, non importa la categoria, che possano vivere intense emozioni dentro e fuori dal campo.
ischia di castro tre
Ieri l’Ischia di Castro ha vinto lo spareggio contro il Tuscania, per rimanere in Prima Categoria, con un mio goal al 93′, 30 anni dopo il Beppe Viola.
Sono stato “sommerso da una grande gioia” rappresentata dall’esultanza dei miei compagni…
Emozioni che solo il calcio puo’ continuare a darci…“.
A presto,
Massimiliano